Scheda di potenza

Scheda o schede di potenza, anche per queste la costruzione può essere o una scheda che contiene tutti i circuiti necessarii per pilotare 1 o più motori, oppure ogni motore ha la sua scheda, questo é l’ultimo anello della catena prima della meccanica. Le schede di potenza devono essere realizzate con una cura particolare, ben dimensionate per il motore che devono alimentare, i finali di potenza (o transistor mosfet o circuiti integrati specializzati) devono essere obbligatoriamente forniti di GENEROSI dissipatori di raffreddamento e se non é sufficiente deve essere prevista una ventilazione forzata tramite uno o più ventilatori. Un motore collegato a queste schede, a seconda dei tipi, assorbirà da 500mA a 4A o più !

Di seguito qualche schema teorico pratico tratto dal sito http://www.otocoup.com di Pierre ROUZEAU evidentemente ho chiesto l’autorizzazione e l’ho tradotto per voi !

Scheda utilizzante L’integrato L6208

Ecco una scheda di potenza per motori passo passo basata sull’integrato L6208.

Pilotaggio motori bipolari (4 fili). Intensità massima 2.5A fase. Modo 1/2 passo.
Controllo del ponte : 'Slow decay' (vedi datasheet). Comando Passo/direzione.
Alimentazione non stabilizzata, ma raddrizzata e filtrata, massimo 32V, se si usa un alimentatore stabilizzato massimo 40V.
Indispensabile la ventilazione forzata sul circuito.
La carta presentata qui’ é differente dal prototipo, l’autore ha bloccato il modo di funzionamento a 1/2passo, semplificato il circuito e migliorato la separazione delle piste. Il modo di controllo del ponte é bloccato in "Slow Decay", la scheda non é stata provata né all’intensità massima né in maniera intensiva.

L6208 puo’ gestire al massimo 2.8A ma il suo funzionamento é stato bloccato a 2. Sono state fatti dei test di funzionamento senza ventilazione, la temperatura raggiunta é stata di circa 100°C e L6208 si blocca automaticamente aldilà di 1.8A, con una piccola ventola la temperatura si aggira intorno ai 50°C
per delle ragioni che l’autore non comprende (misteri dell’elettronica !), sembra che il circuito con L6208 funzioni meglio di quello costruito con L297/297 (la sua lacchina monta sia l’uno che l’altro funzionanti esattamente nelle stesse condizioni). Il raffreddamento di L6208 é assicurato dalla superficie di rame é imperativo stagnarla a caldo per migliorare la conduttività termica. L6208 é saldato direttamente sulla scheda per le ragioni spiegate sopra.

Regolazione dell’intensità (A) :
L’erogazione degli Ampére si regola regolando (gioco di parole !) le tensione di riferimento (pin 11 o 24 di L6208). La tensione di riferimento puo’ essere misurata tra il punto di test marcato T e la massa (GND)
Le resistenze di shunt sono da 0.25 Ohm (quattro da 1Ohm in parallelo)

Intensità 0.5 A 1 A 1.5 A 2 A 2.5 A
Tensione 0.125 V 0.25 V 0.375 V 0.5 V 0.625 V

Se si utilizzano dei motori di bassa potenza, é preferibile di montare solo 3 resistenze al posto di quattro per un valori di shunt di 0.333 Ohm per cui i valori della tavola…

Intensità 0.25 A 0.5 A 0.75 A 1 A 1.5 A
Tensione 0.083 V 0.166 V 0.25 V 0.333 V 0.5 V

MATERIALE FORNITO DA NATALE NOVELLO

TORNA ALLA HOME PAGE



Data di creazione : 02/05/2005 @ 15:02
Ultima modifica : 13/05/2008 @ 09:12
Categoria :
Contenuti
- Neofita

Pagina letta 27408 volte
Indietro  
  Avanti


Reazioni a questo articolo

Risposta n°1 

con kroberto il 02/10/2005 @ 02:48

Finalmente un articolo razionale per chi, come me, "non ha una cultura elettronica di base".