Quali CAM esistono sul mercato?

Sezione dedicata al Cad/Cam.
Subforum:
Artcam
kylotron
Senior
Senior
Messaggi: 664
Iscritto il: mercoledì 17 ottobre 2012, 16:06
Località: Sora

Re: Quali CAM esistono sul mercato?

Messaggioda kylotron » giovedì 16 marzo 2017, 12:23

Controlla bene perché ho visto qualcosa, in giro, di linuxcnc che controlla schede via USB. Ma non ricordo quali...

Per Tirzan, non ho idea di quale sia la tua esperienza, specialmente in termini di anni, ma ti posso assicurare (uso i PC sin dal loro esordio nel mercato consumer... ovvero 1984) che un pc con Windows diventa un mattone per poi trasofrmarsi in un blocchetto di cemento e man mano passare al piombo fuso. Questo, ovviamente, a meno che tu non usi il pc solo per impieghi dedicati (tipo uno per navigare, uno per giocare, uno per lavorare la cad, uno per qualcos'altro ecc...). Chiunque sostenga il contrario, evidentemente non ha idea di cosa significhi avere un pc e lavorare con un pc rischiando, in qualsiasi momento, un crash improvviso con perdita di dati. Anni fa mi andò egreggiamente bene perché dopo aver perso 2 TB di dati importanti, riuscii a recuperarne i 3/4 tramite linux.... Gli altri andarono persi irrimediabilmente. Resta però un discorso di fondo: la stragrande maggioranza della gente usa Windows NON LICENZIATO, anche in ambiente di lavoro. Questo perché la licenza di Windows copre solo Windows. Se lo usi in un ufficio dovresti avere anche quella di Office e una licenza per ogni singolo programma. Alla fine, però, a parte il costo nudo e crudo del sistema operativo e relativi software, hai un sistema vulnerabile al 1000% a meno che non spendo barcate di soldi per proteggerlo con opportuni firewall (meglio se hardware) e antivirus... Ti è andata bene fino ad oggi? beh... probabilmente hai avuto fortuna... o semplicemente non hai dati sensibili e importanti (economicamente) da proteggere. Nessun System Administrator professionale userebbe windows per proteggere dati.

In ambiente di lavoro CNC il discorso è diverso. Senza offesa per nessuno, ma la stragrande maggioranza di quelli che USANO le cnc, di informatica ci capiscono poco. O meglio... oggi si trovano persone esperte per il semplice fatto che siamo una generazione di diplomati/laureati mezzi-smanettoni. Se prendi già la gente che ha 60 anni e che lavorava una 20ina di anni fa sulle CNC anche professionali, molti di loro non sapevano neanche cosa fosse un PC. E' per questo motivo che le softwarehouse hanno puntato su windows... perché "è semplice", alla portata di tutti... perché crea continui problemi che richiedono continua assistenza e perché, soprattutto, era il più diffuso. Quando però si richiede una notevole potenza di calcolo, stabilità del sistema e quant'altro, Windows va scartato a priori... perché strutturalmente non è neanche immaginato per avere queste caratteristiche.

Oggi le cose potrebbero e dovrebbero cambiare enormemente. Di gente che spende 2000 euro per una scheda grafica ce ne sta sempre meno... anche perché per far girare software professionali, si ha bisogno di computer costosi. Uno dei miei amici contattati ha appena cambiato computer... 2300 euro la scheda video... 800 euro il processore... 400 la ram... 500 gli hard disk e vabbè... il monitor è il più scarso... soli 300 euro perché di occasione! Ma lui è un caso... in quanti usano pc non all'altezza per lavorare? Tanti... troppi.

Un sistema in ambiente Linux garantirebbe prestazioni molto maggiori a parità di potenza di calcolo. Garantirebbe stabilità enorme e nessun rischio per i dati... Ma non viene fatto perché al 90% la gente che usa windows è convinta che passare a linux significa imparare qualcosa come l'arabo senza alcun aiuto. Ma non è così. Oggi linux è abbastanza stabile e per certi versi è molto più facile di windows.


Ovviamente il discorso potrebbe essere, anzi lo è, soggettivo. Io la penso così.
Sono passato da Windows a Linux nel 2003... continuando ad usarlo per il cad. Poi ho trovato BricsCAD che come cad non è affatto male... anzi... Ora però devo tornare su windows per poter lavorare. E la cosa mi scoccia... e neanche poco!
Ma è così. devo mettermi l'anima in pace... scegliere un cad/cam facile, completo almeno per i 3 assi (il 4° asse lo uso poco al momento) e che abbia un postprocessor per LinuxCNC... perché non posso permettermi di cambiare anche il PC delle CNC... visto che ne uso uno solo per 3 macchine e con la stessa elettronica di controllo (tanto lavorano una per volta... mai tutte e 3 insieme).
La mia piccolina....

eBay

eBay annunci

da eBay » mercoledì 28 giugno 2017, 8:10


Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 1321
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 9:36
Località: Perugia

Re: Quali CAM esistono sul mercato?

Messaggioda Junior73 » giovedì 16 marzo 2017, 20:14

Chi usa windows sa di dover affrontare qualche problema , fare backup dei dati e sistemi, configurare sistemi operativi multipli con lo stesso pc , avere a che fare con qualche virusetto....ma accetta queste "rogne" in cambio di una vasta disponibilità di programmi in tutti i settori . Smetterà di essere così usato il giorno in cui tutti i programmi saranno veramente a pagamento. Allora Linux prenderà il posto che si merita di diritto ...comunque ripeto oggigiorno avere pc con più sistemi operativi è una cosa normale . Personalmente non vedo nessun problema ad avviare l'una o l'altra piattaforma e sfruttare le migliori potenzialità di ciascuna. Sono solo grandi programmi che devo raggiungere uno scopo in maniera più semplice possibile.
Venendo anch'io dal commodore 64 un tempo programmavo in Visual basic poi net , poi C e i linguaggi web .... poi mi son stancato e sono diventato un normale utilizzatore come tanti del pc. Rinnegare windows con tutto quello che mi ha portato in termini di conoscenze sarebbe da "vigliacchi". L'utente di oggi, abituato con le app da qualche click, vuole immediatezza e semplicità possibilmente gratis.

Saluti

kylotron
Senior
Senior
Messaggi: 664
Iscritto il: mercoledì 17 ottobre 2012, 16:06
Località: Sora

Re: Quali CAM esistono sul mercato?

Messaggioda kylotron » giovedì 16 marzo 2017, 20:52

comunque ho passato una giornata a guarda EdgeCAM e non c'ho capito molto.... però ci riproverò!
VisualMILL lo scarto a priori... ArtCAM non ho capito ancora cos'è... perché a me pare un programmino per disegnare in classico stile DRAW!
OneCNC è talmente semplice che mi fa quasi pena...

Ma per tutti, ad eccezione di Edgecam per il quale forse ho risolto, devo capire se c'è il postprocessore per LinuxCNC!
La mia piccolina....

TIRZAN
Senior
Senior
Messaggi: 1556
Iscritto il: sabato 27 luglio 2013, 15:54
Località: AQ

Re: Quali CAM esistono sul mercato?

Messaggioda TIRZAN » lunedì 20 marzo 2017, 9:47

ho quasi 36 anni..uso il pc da quando ne ho 8 (era il mitico commodore 64 :mrgreen: )

da 10 anni dove lavoro utilizzo pc con windows per software CAD (ProEngineer,Autocad) CAM dal 2013 (HyperMill) più tutto il resto quindi office ed anche internet.......problemi ZERO....mai un crash,una perdita di dati,ecc

per carità capisco poi che ci sono sistemi più stabili e migliori....ma non vedo in windows tutto questo "male"....anche perchè se no tutti quelli che ci lavorano non dovrebbero riuscire a fare nulla.


il tuo è un punto di vista da informatico e riesci ad apprezzare le differenze.....il mio (e quello della maggioranza) è solo da utente finale e per me se funziona bene mi basta ed avanza.

per farti un paragone è come se ora ti dicessi che LinuxCAM e gli altri software che hai menzionato sono piuttosto mediocri per lavori di CAM ma ti vanno bene lo stesso.....quello che stò usando dove lavoro (che gira su windows) è tutto un'altro pianeta ed è considerato il top specie per le lavorazioni a 5 assi continui...ma ha un costo non indifferente!!

kylotron
Senior
Senior
Messaggi: 664
Iscritto il: mercoledì 17 ottobre 2012, 16:06
Località: Sora

Re: Quali CAM esistono sul mercato?

Messaggioda kylotron » lunedì 20 marzo 2017, 10:25

Facendo 2 calcoli hai iniziato sui computer nel 1988, giusto?
Bene... non so se può farti piacere o meno, ma all'epoca già programmavo da 6 anni e facevo grafica 3D "fotorealistica" da 3 (1 rendering, 1024x768 = 4-5 giorni di lavoro continuato, costo poco meno di uno stipendio medio... bei tempi!).

Quando ricevetti in regalo il primo pc, un 8086 con coprocessore matematico, ero già programmatore in vari linguaggi e imparai l'assembler nel giro di 2 anni. Poi iniziai a smanettare con le BBS e pochi mesi dopo ne mettemmo online una nostra, qui in zona. Passarono gli anni e passai su ogni tipo di pc o presunto tale, compresi mostri come l'Onyx della Silicon Graphics o il CRAY. Poi passai alle SPARCstation della SUN per tornare poi sui computer più tradizionali!

Windows lo conoscevo come le mie tasche.... e forse è per quello che non mi è mai piaciuto.
Negli ambienti di lavoro professionali, però, l'utente medio è difficile che possa incorrere in problemi gravi... anche perché spesso i pc vengono sostituiti periodicamente e viene fatta anche una certa manutenzione. I dati, specie nelle aziende più gradi ed organizzate, vengono archiviati in server centralizzati e la rete è quasi sempre provvista di firewall e antivirus di una certa capacità.

Il discorso è completamente differente quando si parla di lavoro a casa.... dove il costo del pc è ripartito al 70% sulla scheda grafica... E dove, di sicuro, non si ha la sicurezza di cui sopra. Windows, in questo caso, è un chiodo... una palla al piede... un pachiderma che contiene un buon 60-65% di codice che non serve praticamente a nulla e questo perché è programmato con i piedi... dove ogni software si porta dietro le proprie librerie... che poi al 90% sono identiche o simili a quelle di tanti altri software già installati e/o a quelle del sistema operativo. E questo è uno dei grossi limiti di windows... perché ognuna di queste librerie è una potenziale "porta aperta" per i virus.

Poi devo ancora trovare qualcuno che mi spieghi il perché 2 HD identici lavorano in modo totalmente differente a seconda di quale sistema operativo ci sta installato sopra. Uno degli HD mi si ruppe, qualche anno fa, perché con Windows continuava a "macinare" per ore e ore... senza alcuna spiegazione e con un sistema installato poche settimane prima. Con Linux se non ci fosse il led, neanche lo senti l'HD!

Comunque si... sono forse anche "gusti"!
La mia piccolina....

TIRZAN
Senior
Senior
Messaggi: 1556
Iscritto il: sabato 27 luglio 2013, 15:54
Località: AQ

Re: Quali CAM esistono sul mercato?

Messaggioda TIRZAN » lunedì 20 marzo 2017, 16:58

sono punti di vista... nel caso dei sistemi operativi tu la vedi da esperto nel settore....io da comune utente.
però sinceramente dire che funzioni male a prescindere boh........l'ho sempre vista come una cosa da "alternativi".

nel caso specifico del CAM cmq se ti contenti e ti funzionano bene ok.......se fossi nella mia situazione non avresti altra scelta che passare al "nemico" :wink:

Avatar utente
gino
Senior
Senior
Messaggi: 1175
Iscritto il: domenica 11 ottobre 2009, 17:12
Località: Termoli 41°58.682 / 14°59.899

Re: Quali CAM esistono sul mercato?

Messaggioda gino » lunedì 20 marzo 2017, 17:59

...ma chi e` il nemico ?
quello che ti complica le cose ? il linux non aiuta un niente come vattel a pesca...e cerca
ce per giallo rosso e verde e altri ,in alcuni tread linux cnc (nordici) leggo e basta , ma Dio me ne liberi..da grattacapi come quelli
..o e` amico chi ti aiuta a lavorare senza intoppi ; installo e incomincio a lavorare.
se non mi salvo cosa ho fatto e colpa mia , non del sistema.
ho lavorazioni Cam del 1994 con Catia e sono ancora li dove devono essere.
il Catia aveva anche una versione Linux , ma non so se e stata mai divulgata per mancanza di interessati ( grandi Ditte )
un ordine sul Pc bisogna anche saperlo tenere.

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 1321
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 9:36
Località: Perugia

Re: Quali CAM esistono sul mercato?

Messaggioda Junior73 » lunedì 20 marzo 2017, 19:10

Quoto Gino bisogna prendere qualche precauzione in più per i backup dei dati importanti. Ormai i sistemi operativi partono agevolmente da USb e con l'Usb3 si raggiungono discrete prestazioni. Sono molti anni che dedico un sistema operativo per lavorare , uno per navigare e fare nuove installazioni di programmi test ... periodicamente li ripristino ed in pochi minuti si è di nuovo operativi se qualcosa non va .
Niente "smanettamenti" come un tempo per vedere di risolvere (con gli anni la pazienza ed il tempo diminuisce :? ....ho dedicato un sistema Win10 anche per il disegno e i cam cnc.....
Ci sono stati veri e propri fallimenti come Vista ed altri sistemi operativi meno riusciti ma nel complesso non rinuncerei a windows.
Linux è un ottimo sistema ma è mancato e manca il pieno supporto delle aziende sviluppatrici di software che ragionano inevitabilmente a numeri..altrimenti non saresti costretto a tornare "indietro " .

Saluti

kylotron
Senior
Senior
Messaggi: 664
Iscritto il: mercoledì 17 ottobre 2012, 16:06
Località: Sora

Re: Quali CAM esistono sul mercato?

Messaggioda kylotron » lunedì 20 marzo 2017, 23:17

Si... certo.. Avete ragione... ci vuole ordine ed un periodico backup. Ma ci vuole anche la "disponibilità" di un pc per ogni lavoro.
Io uso un desktop (questo dal quale vi scrivo) con 2 linux e win7. La macchina non è piccola.... ma con windows, nonostante giri su SSD (mentre linux no), è meno reattiva. E questo perché, semplicemente, Windows richiede maggiore potenza di calcolo. Potrei forse ottimizzarlo un minimo... ma non mi va neanche di pensare a come fare. Anche perché in settimana lo formatto e lo reinstallo da capo e riparto da zero con un cad, un cam e la speranza di riuscire a fare qualcosa in tempi utili.
La mia piccolina....

kylotron
Senior
Senior
Messaggi: 664
Iscritto il: mercoledì 17 ottobre 2012, 16:06
Località: Sora

Re: Quali CAM esistono sul mercato?

Messaggioda kylotron » venerdì 31 marzo 2017, 8:22

Qualcuno che usa EdgeCAM 2016 R1 ????
La mia piccolina....


Torna a “Cad/Cam”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: pela73 e 1 ospite