Vibrazione "spiraliforme" in tornitura

Lavorazioni al tornio tradizionale, problematiche, consigli, soluzioni ed accorgimenti.
killergab
Junior
Junior
Messaggi: 117
Iscritto il: sabato 1 dicembre 2007, 18:35
Località: Sassari

Vibrazione "spiraliforme" in tornitura

Messaggioda killergab » venerdì 11 dicembre 2009, 22:30

Ciao a tutti, la prima esperienza con il tornio non è stata incoraggiante, il pezzo viene completamente vibrato con una sorta di spirale, il materiale che ho tornito è un semiasse di camion diametro 40 lungo 650 tenuto tra mandrino e contropunta, l'utensile è un sclcr 20 20 con inserto ccmt 09t308....i parametri di taglio che ho usato sono: 1200 giri, avanzamento 04 ma ho provato anche 02, profondità  di passata >1mm.
Ritenendo che cio fosse dovuto al troppo gioco del mandrino l'ho misurato con il metodo della foto e segna 0,05mm di scostamento, l'ottimale da manuale sarebbe 0,03 \ 0,04 , mi potete aiutare per riuscire a fare qualcosa di decente?

eBay

eBay annunci

da eBay » martedì 27 settembre 2016, 1:07


killergab
Junior
Junior
Messaggi: 117
Iscritto il: sabato 1 dicembre 2007, 18:35
Località: Sassari

Re: Vibrazione "spiraliforme" in tornitura

Messaggioda killergab » venerdì 11 dicembre 2009, 22:32

foto...
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
ultimo80
Member
Member
Messaggi: 397
Iscritto il: martedì 21 luglio 2009, 22:32
Località: Salerno

Re: Vibrazione "spiraliforme" in tornitura

Messaggioda ultimo80 » sabato 12 dicembre 2009, 1:28

I giri sono alti, imposta 600 giri.
Usa un DCMT, il CCMT è negativo e ha una superficie di contatto elevata per una finitura,crea troppo attrito aumentando le vibrazioni.
La passata da 1mm va bene, usa un avanzamento di 0,15, raggio di punta di 0,4.
In genere se diminuisci i giri,aumenti un pochino la passata, aumenti l'avanzamento, le vibrazioni dovrebbero sparire.
Per eseguire un diametro in tolleranza, sgrossa fino a 2mm dal diametro finale, fai due passate di finitura da 1mm, misurando dopo la prima passata col micrometro, aggiusti la seconda passata di conseguenza per ottenere una data tolleranza.
Le due passate devono essere simili come profondità , altrimenti la flessione è diversa e non mantieni la stessa tolleranza tra le due passate.
Esempio, se fai una prima passata da 1,5mm, misuri e fai la seconda da 0,5, non otterrai la tolleranza voluta perchè cambia la flessione di pezzo e utensile.
Puoi appoggiare il comparatore al carrello trasversale, per dare una passata precisa.
SALUTI

tenk-70
Senior
Senior
Messaggi: 844
Iscritto il: domenica 30 dicembre 2007, 22:22
Località: ancona

Re: Vibrazione "spiraliforme" in tornitura

Messaggioda tenk-70 » sabato 12 dicembre 2009, 2:20

Killergab , il semiasse , specialmente vicino alla parte con le scanalature e' temprato ( difatti vicino a quel punto le vibrazioni aumentano ) prova ad usare gli stessi parametri al centro del semiasse .
se anche li il risultato non cambia , potresti provare degli inserti x temprato , ma non so quanto costano e vedi te' cosa fare .

Blanko70
Senior
Senior
Messaggi: 1013
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2009, 11:57
Località: Ameglia (La Spezia)

Re: Vibrazione "spiraliforme" in tornitura

Messaggioda Blanko70 » sabato 12 dicembre 2009, 3:14

Per Ultimo: il CCMT è positivo come il DCMT, è il CNMG il negativo (come il DNMG).

Per Killer:

Bisogna vedere la velocità  di taglio, la qualità  dell'inserto ed il materiale. Inoltre regola l'altezza dell'utensile 1 o 2 decimi sopra il centro del pezzo. Se vibra potresti anche avere i lardoni laschi, controlla.

Per la velocità  di taglio: a 1200giri/min stai andando a 150m/sec. Se il materiale è temprato la velocità  è al limite superiore e puoi provre a scendere a 100m/s ovvero a 800giri/min. Se invece il materiale non è temprato allora puoi salire a 200-250m/sec (1600 -2000g/min)

Per vedere se è temprato prova ad attaccarlo con la lima.

Dato il raggio di punta da 0.8 la profondità  di passata di 1mm va bene, l'avanzamento tra 0.2 e 0.4mm anche (vedo che hai seguito i corsi di Carlo, bravo).

La qualità  dell'iserto invece secondo lo standard ISO è indicata da una lettera (PMKNSH)seguita da un numero (da 0 a 50) e dice per cosa è fatto l'inserto.

P=ferro acciaio
M=inox
K=ghisa
N=non ferrosi: alluminio, ottone...
S=leghe resistenti al calore
H=temprati

Il numero indica la tenacia (più alto è il numero e più alta è la tenacia e minore sono la durezza e la resistenza all'usura). In pratica numeri bassi sono per finitura, quelli alti per sgrossatura e taglio interrotto.

Molti produttori usano una loro codifica e poi riportano le corrispondenze con l'ISO nei cataloghi. Comunque se hai sbagliato qualità  rispetto al materiale da lavorare ti puoi tranquillamente aspettare che il risultato sia mediocre.

Avatar utente
AvioP
Member
Member
Messaggi: 255
Iscritto il: lunedì 15 dicembre 2008, 17:23
Località: Udine

Re: Vibrazione "spiraliforme" in tornitura

Messaggioda AvioP » sabato 12 dicembre 2009, 7:01

concordo pienamente con ultimo80. Poi anche stare sotto i 600giri io userei 480 o giù di li.
la creatività è la materializzazione dell'intelligenza umana

Avatar utente
gio_46
Senior
Senior
Messaggi: 1162
Iscritto il: domenica 29 marzo 2009, 18:45
Località: SIENA

Re: Vibrazione "spiraliforme" in tornitura

Messaggioda gio_46 » sabato 12 dicembre 2009, 10:01

killergab ha scritto: il materiale che ho tornito è un semiasse di camion diametro 40 lungo 650 tenuto tra mandrino e contropunta,


Se devi ridurlo di molto di diametro, potresti per la sgrossatura farlo in due volte, tenendolo
piu dentro al mandrino ti dovrebbe vibrare meno.
Poi guardando il tornio della foto, mi pare che sia pittosto grosso e robusto e non dipende sicuramente da lui.
Prova per la finitura con un inserto ceramico.
Ciao

Avatar utente
enrico04239
God
God
Messaggi: 4526
Iscritto il: martedì 26 giugno 2007, 16:47
Località: Genova Isoverde
Contatta:

Re: Vibrazione "spiraliforme" in tornitura

Messaggioda enrico04239 » sabato 12 dicembre 2009, 11:39

Montare la lunetta sul carrello, in questo caso, con una longhezza di 650 mm, può servire ad evitare vibrazioni eccessive o no?
Ciao Enrico
Il sapere e la ragione parlano il torto e l'ignoranza urlano.

Avatar utente
zeffiro62
God
God
Messaggi: 6004
Iscritto il: sabato 15 dicembre 2007, 15:53
Località: Fiorentino D.O.C.G.
Contatta:

Re: Vibrazione "spiraliforme" in tornitura

Messaggioda zeffiro62 » sabato 12 dicembre 2009, 11:58

Ma come fate a dire di stare sotto di VT lì non è velocità  elevata quelle sono vibrazioni dovute alla stabilità  il pezzo è troppo fuori e tende ad ingozzare o hai grossi giuochi sul carro, controlla altezza utensile, al limite alza leggeremente l'utensile lascia i giri a 1200 e avanza a 0,2 e fai passata da 1,5mm se continua diminuisci la passata, vai a secco più facile che diminiusca la rallatura.

il CCMT è positivo
Il bene si fa, ma non si dice. E certe medaglie si appendono all'anima, non alla giacca. (G. Bartali)

tenk-70
Senior
Senior
Messaggi: 844
Iscritto il: domenica 30 dicembre 2007, 22:22
Località: ancona

Re: Vibrazione "spiraliforme" in tornitura

Messaggioda tenk-70 » sabato 12 dicembre 2009, 14:50

secondo me Killergab ha solo voluto fare una tornitura di prova x vedere il risultato che otteneva .
sia attraverso l'uso dell'utensile ad inserti , sia su come si comportava il tornio e le vibrazioni ora lo mettono in confusione .
non sa bene cosa non va' .

-la prima cosa e' il materiale troppo duro , e' sicuramente temprato .
-anche se il diametro e' da 40mm e' lungo 650mm , meglio tornirlo non vicino alla contropunta , ma vicino al mandrino ( e' il lato del pezzo staffato meglio ) vibrera' di meno .
-le vibrazioni possono derivare anche dai cuscinetti o bronzine testa ( dalla foto che hai messo , hai controllato il gioco radiale dell'albero mandrino . vuol dire che stai facendo delle prove ) oppure dal carro , controlla .

comunque , se ho ben inteso la tua prova di tornitura , lavorare un temprato mette molto in difficolta' un tornio parallelo e gli tira fuori anche i piccoli giochi o problemi .
prova a rifare la prova con un materiale non temprato , c40 , ferro , ma niente temprato o acciaio inox .

Avatar utente
ultimo80
Member
Member
Messaggi: 397
Iscritto il: martedì 21 luglio 2009, 22:32
Località: Salerno

Re: Vibrazione "spiraliforme" in tornitura

Messaggioda ultimo80 » sabato 12 dicembre 2009, 15:45

sì scusate, il ccmt è positivo, mi confondevo con le sigle col cnmg.
le vibrazioni sono certamente dovute alla stabilità  del pezzo, ma diminuendo i giri e aumentando l'avanzamento insieme anche alla passata, si ottiene un effetto anti-vibrazione.
Di semi-asse del genere ne ho ricaricati e torniti tanti sul tornio manuale, perciò penso di averne una certa esperienza.
Se non sbaglio subito dopo la parte dentata, ci va un cuscinetto, quindi bisogna eseguire una buona finitura in tolleranza.

Per enrico,
se è un semi-asse come li conosco io, la lunetta non hai dove appoggiarla, in quanto subito dopo il tratto tornito l'albero è ricavato o da fusione, oppure anche se tornito non gira in centro con dentatura, sede cuscinetto anteriore e posteriore.
Quindi non puoi appoggiare la lunetta dove devi tornire in sintesi.
SALUTI

Avatar utente
enrico04239
God
God
Messaggi: 4526
Iscritto il: martedì 26 giugno 2007, 16:47
Località: Genova Isoverde
Contatta:

Re: Vibrazione "spiraliforme" in tornitura

Messaggioda enrico04239 » sabato 12 dicembre 2009, 15:54

Cosa ci devi fare con il semiasse?
In genere vicino al mille righe non ci sono ciscinetti, dal lato mille righe, il semiasse viene tenuto in posozione dai planetari, mentre dall'altro lato o c'è la flangia che va sul mozzo o un'altro millerighe che va sulla cascata d'ingranaggi ma quello dipende dal tipo di ponte.
Sicuramente se ne hai già  fatto molti, saprai tu cosa ci devi fare ma sono curioso. :roll:
Ciao Enrico
Il sapere e la ragione parlano il torto e l'ignoranza urlano.

killergab
Junior
Junior
Messaggi: 117
Iscritto il: sabato 1 dicembre 2007, 18:35
Località: Sassari

Re: Vibrazione "spiraliforme" in tornitura

Messaggioda killergab » sabato 12 dicembre 2009, 19:28

Quindi... spero di riuscire a rendere piu chiara la situazione, è una tornitura di prova , il semiasse non è assolutamente temprato anzi la lima aggrappa che è un piacere , i parametri di taglio li ho ricavati dalle video lezioni (bravo tenk70 =D> ) , ora che ci penso provo a regolare meglio i lardoni dei carri, ma su questo sono incerto: il carro principale non ha regolazioni e il trasversale ed il carrino hanno gioco assiale sulle chiocciole di almeno 1mm, non so se il gioco assiale possa influire :? . Il tornio è un Grazioli Dania che ha lavorato pochissimo e lo si deduce con i metodi indicati da Carlo nelle sue bellissime lezioni.
Per quanto riguarda l'inserto non sono sicuro della sua marca quindi viste le velocita' di taglio di inserti simili 250 m\min mi sono tenuto volutamente e forzatamente basso (150) visto che il tornio fa al massimo 1200 giri per la regolazione dell'altezza sono andato on po' ad occhiometro anche se dovrei essere in linea con la contropunta quasi perfettamente.

Blanko70
Senior
Senior
Messaggi: 1013
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2009, 11:57
Località: Ameglia (La Spezia)

Re: Vibrazione "spiraliforme" in tornitura

Messaggioda Blanko70 » sabato 12 dicembre 2009, 21:48

Il gioco sulle chiocciole non influisce anche se 1mm mi sembra un po' alto e non vorrei che fosse sintomo di qualche ghiera allentata sui volantini.

Comunque secondo me hai l'utensile basso ed il pezzo tende a montare sopra. Prova a metterlo 1 decimo o due più alto rispetto alla linea centrale del pezzo.

L'inserto è nuovo? Sai la marca. E' rivestito? Puoi mettere una foto di utensile ed inserto?

Avatar utente
zeffiro62
God
God
Messaggi: 6004
Iscritto il: sabato 15 dicembre 2007, 15:53
Località: Fiorentino D.O.C.G.
Contatta:

Re: Vibrazione "spiraliforme" in tornitura

Messaggioda zeffiro62 » sabato 12 dicembre 2009, 21:53

secondo me hai ragione tu
Il bene si fa, ma non si dice. E certe medaglie si appendono all'anima, non alla giacca. (G. Bartali)


Torna a “Lavorazioni al Tornio”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite