Misure con tavola a croce

Spazio dedicato a tutte le discussioni di carattere tecnico-informativo vario, che per loro natura non hanno corrispondenza specifica con le altre Sezioni del Forum.
chipxx
Member
Member
Messaggi: 313
Iscritto il: lunedì 20 febbraio 2017, 21:51
Località: Roma-Milano

Re: Misure con tavola a croce

Messaggioda chipxx » martedì 20 giugno 2017, 19:10

Ostregheta!
Cosa mi tocca sentire. A orecchio...
Io detesto l'approssimazione. Se poi non riesco ad ottenere la precisione voluta pazienza. Forse lo conosci questo sito: http://www.sorotec.de , e hanno le frese con tutta la documentazione con tanto di formule e parametri.. Fatti un giro.
Le frese adesso le compro da loro. Del post che ho scritto sopra,riguardo al torque sottodimensionati degli stepper cosa dici? Possibile concausa? Adesso sono a Milano sabato torno a Roma e la smonto tutta per trovare il problema. Intanto riprogetto i supporti,questa volta in alluminio. L'ultimo link ci sono i pdf con i feed velocità di taglio.
https://www.sorotec.de/shop/Cutting-Too ... ng-cutter/
https://www.sorotec.de/shop/END-Mill-Z2 ... 0-UNI.html

eBay

eBay annunci

da eBay » lunedì 11 dicembre 2017, 18:20


SWL
Senior
Senior
Messaggi: 690
Iscritto il: sabato 20 dicembre 2014, 10:00
Località: Treviso

Re: Misure con tavola a croce

Messaggioda SWL » martedì 20 giugno 2017, 22:06

Tutti i produttori di utensili professionali forniscono i dati per i calcoli. Forniscono anche dei programmi che sono a volte utili, a volte solo "marketing". Queste informazioni, sono importanti (fondamentali) per utensili speciali, con trattamenti superficiali proprietari del singolo produttore. Per gli utensili standard (HSS, MD) sono informazioni che un machinist conosce a memoria. In entrambi i casi, però, non sopperiscono all'orecchio di chi aziona la macchina.

Nessuno può dirti se lavorando quel particolare materiale in quelle particolari condizioni, con quel fluido in quella quantità e angolazione, con quello stato di usura dei taglienti, ecc, ecc, il taglio sarà pulito o la macchina inizierà a vibrare. Pensa solo alle due variabili lunghezza esposta dell'utensile e lunghezza impegnata sul pezzo. Puoi avere tutte le tabelle e tutti i programmi di questo mondo, ma ciò che fa la differenza è l'orecchio al momento in cui inizia il taglio e la sensazione sulla mano appoggiata alla struttura della macchina (o magari sul pezzo, con le dovute cautele).

Succede spesso di fresare un pezzo con le impostazioni standard che si sono sempre adoperate in quelle condizioni, si fa partire la macchina e... GRRRRRRRRRR: ferma tutto. Magari era solo il pezzo che sporgeva dalla morsa più delle altre volte. Allora cambi le ganasce, ma prima provi con un affondo leggermente inferiore o con una velocità un po' più bassa (o magari appena più alta, per evitare la risonanza). Nessun programma e nessuno strumento te lo possono dire, solo il tuo orecchio.

Non è approssimazione, è che la quantità di variabili è troppo grande per essere affrontata in modo analitico. Credi che un pilota di F1 non si affidi all'orecchio per capire se la macchina sta andando come dovrebbe? O che non si affidi al "culo" (quello fisico, non quello metaforico) per sentire se ci sono risonanze in un'accelerata da zero al massimo? Eppure la F1 non è più artigianale e quella gente usa i computer anche per andare al cesso.

Per nostra fortuna, l'uomo con i suoi sensi, così limitati e così imperfetti, serve ancora... :wink:

SWL
Senior
Senior
Messaggi: 690
Iscritto il: sabato 20 dicembre 2014, 10:00
Località: Treviso

Re: Misure con tavola a croce

Messaggioda SWL » martedì 20 giugno 2017, 22:08

chipxx ha scritto:riguardo al torque sottodimensionati degli stepper cosa dici? Possibile concausa?

Non ho capito il problema: intendi dire che perdi passi in foratura? Dal video non si capisce bene.

chipxx
Member
Member
Messaggi: 313
Iscritto il: lunedì 20 febbraio 2017, 21:51
Località: Roma-Milano

Re: Misure con tavola a croce

Messaggioda chipxx » mercoledì 21 giugno 2017, 6:28

In effetti hai ragione. La tua competenza ed esperienza sono nettamente superiori alla mia. Praticamente un 10^5
tu e un 10^-2 io. Dopo posto foto statica della lavorazione video. Noterai che le distanze in X non sono precise per via di quella perdita, non credo passi, ma al moto semi elicoidale e lo sforzo dello stepper.La corrente è al massimo.Forse non è perfettamente in asse stepper-chiocciola. Con lo stesso gcode inverti e provo in Y. Poi,come dici tu, farò tutta una serie di prove, dalla velocità avanz. a quella di taglio etc. 8)

chipxx
Member
Member
Messaggi: 313
Iscritto il: lunedì 20 febbraio 2017, 21:51
Località: Roma-Milano

Re: Misure con tavola a croce

Messaggioda chipxx » mercoledì 21 giugno 2017, 6:56

E creerò un bel cimitero di frese... :cry:

SWL
Senior
Senior
Messaggi: 690
Iscritto il: sabato 20 dicembre 2014, 10:00
Località: Treviso

Re: Misure con tavola a croce

Messaggioda SWL » mercoledì 21 giugno 2017, 8:41

Non ti preoccupare, se l'esperienza si misura in chili di trucioli tagliati, credo di essere in buona compagnia agli ultimi posti della graduatoria. Ciò che sto cercando di fare (al contrario dei "facebook-isti" di cui si parla in altro thread), è di sperimentare ogni singolo aspetto di questo meraviglioso lavoro, cercando di capire invece di fare. E' l'opposto di vorrebbe avere una stampante 3D alla quale passi un .jpg e ti da fuori il pezzo finito: non riesco a trattenere un'avversione viscerale per questo atteggiamento.

Adesso ho capito il problema di cui parli, ho riguardato il video e l'errore è evidente.

Bisogna analizzare il sistema e trovare l'origine dell'errore. Io farei una prima prova che chiamerei "test di linearità":

- rimuovi il motore X e sostituiscilo con una manopola dotata di un indice (basta un filo di ferro piegato...);
- stampati una scala circolare (tipo goniometro) e attaccacela attorno in modo da poter utilizzare l'indice in modo opportuno;
- fissa un secondo indice (come quello precedente) al mandrino e fallo scorrere il più possibile vicino al piano senza toccarlo;
- appoggia al piano una scala graduata in corrispondenza alla linea di scorrimento dell'indice.

Adesso creati una tabella che leghi lo spostamento angolare della vite a quello lineare del mandrino. Errori così evidenti come quelli visibili nel video vengono fuori senza problemi anche da una prova così semplice. Se il movimento dovesse essere lineare, allora il problema è a monte (motore, azionamento, ecc.); se il movimento non dovesse essere lineare, allora il problema è a valle (vite, chiocciola, meccanica in generale).

Buon lavoro!

chipxx
Member
Member
Messaggi: 313
Iscritto il: lunedì 20 febbraio 2017, 21:51
Località: Roma-Milano

Re: Misure con tavola a croce

Messaggioda chipxx » mercoledì 21 giugno 2017, 17:40

Una procedura troppo complicata per me SWL. Credo di aver capito dove sta il primo problema. Il supporto,stsmpato anche lui,della chiocciola. In ogni modo verificherò. Però adesso ti devo rompere le palle di nuovo con un problemino di elettronica. Voglio cambiare gli stepper con queste caratteristiche: 3.1V 2.5A.
Io ho un alim. 12V 15A. Ma dove trovo un alim. con queste caratteristiche? Quindi 3.1V 10A ,almeno. Oppure come posso abbassare i 12V e sfruttare quello che ho.
Avevo pensato di costruirmelo con il classico LM317,
ma arriva al massimo a 1.5A. Grazie

SWL
Senior
Senior
Messaggi: 690
Iscritto il: sabato 20 dicembre 2014, 10:00
Località: Treviso

Re: Misure con tavola a croce

Messaggioda SWL » mercoledì 21 giugno 2017, 22:47

Ciò che ti ho descritto non è complicato, forse l'ho reso tale descrivendolo, ma è un lavoro di un paio d'ore.
E' una cosa da fare perché ti permette di verificare la qualità del lavoro che hai fatto: non puoi dire che la macchina va bene perché un circuito stampato funziona o una statuina è bella a vedersi.; un lavoro è fatto bene quando la tolleranza è entro i limiti che ti sei posto.
Questo non per spingerti, ma pe stimolarti, poi, ovvio, devi decidere tu.

Elettronica: non devi fare nulla, quell'alimentatore va bene così com'è. Devi impostare la corrente massima nel driver che poi si arrangerà a dare al motore ciò che serve. Tieni a mente che tu alimenti il driver, mentre è il driver che alimenta il motore.

chipxx
Member
Member
Messaggi: 313
Iscritto il: lunedì 20 febbraio 2017, 21:51
Località: Roma-Milano

Re: Misure con tavola a croce

Messaggioda chipxx » giovedì 22 giugno 2017, 17:13

Figata. Bella SWL così mi sono tolto dalle palle il problema alimentazione che mi torturava.Ho visto dei nema 17 con 6.5 N.cm. contro i miei attuali 2.3 N.cm.
SWL ma tu usi Mach3?

SWL
Senior
Senior
Messaggi: 690
Iscritto il: sabato 20 dicembre 2014, 10:00
Località: Treviso

Re: Misure con tavola a croce

Messaggioda SWL » giovedì 22 giugno 2017, 17:44

Purtroppo sì.
Lo odio, ma per ora devo sopportarlo.

chipxx
Member
Member
Messaggi: 313
Iscritto il: lunedì 20 febbraio 2017, 21:51
Località: Roma-Milano

Re: Misure con tavola a croce

Messaggioda chipxx » giovedì 22 giugno 2017, 18:31

Siamo in 2. Io sto guardando altrove. UCCNC non mi dispiace.

chipxx
Member
Member
Messaggi: 313
Iscritto il: lunedì 20 febbraio 2017, 21:51
Località: Roma-Milano

Re: Misure con tavola a croce

Messaggioda chipxx » domenica 25 giugno 2017, 16:21

Ciclo 6 fori fatto con il wizard di Mach3 con fresa da 5 mm.Dopo un pò di tentativi sembra proprio che vada bene.Nel video che ho postato, sto aggiungendo 0.5 mm di profondità ai 0.5 mm che la cnc aveva forato prima.Ho dovuto scegliere giri spindle ottimali e feed. Già, a occhiometro..., visto che le formule servono a poco. Non ho ancora messo mano alla meccanica. Oggi comincio. :D


https://youtu.be/LkLhcFJ4s_I

SWL
Senior
Senior
Messaggi: 690
Iscritto il: sabato 20 dicembre 2014, 10:00
Località: Treviso

Re: Misure con tavola a croce

Messaggioda SWL » domenica 25 giugno 2017, 18:15

Ma è una fresa o una punta elicoidale?

chipxx
Member
Member
Messaggi: 313
Iscritto il: lunedì 20 febbraio 2017, 21:51
Località: Roma-Milano

Re: Misure con tavola a croce

Messaggioda chipxx » domenica 25 giugno 2017, 18:27

Mi sa che ho fatto casino... Aspetta adesso posto. Credo elicoidale della Alpen, confusion.Avevo anche tentato di fare una tasca, adesso ho capito perchè è venuta male. La elicoidale taglia solo in punta. #-o
Ho usato quella a sinistra. La fresa è a destra. Mannaggia la capa mia. Cmq, più che i fori mi interessava calibrare i giri mandrino e la stabilità.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

SWL
Senior
Senior
Messaggi: 690
Iscritto il: sabato 20 dicembre 2014, 10:00
Località: Treviso

Re: Misure con tavola a croce

Messaggioda SWL » domenica 25 giugno 2017, 19:09

Sembra una punta elicoidale. Di sicuro ha due taglienti.

Nel video e anche nelle foto si vede un particolare importante: uno dei fori è... pentagonale! Non è facile farli in quel modo, di solito vengono con tre lati, non cinque. I fori "triangolari" (in realtà "trilobati") sono comuni e si ottengono quando una punta a due taglienti vibra all'interno del foro. Le vibrazioni portano ad aver un lato in più del numero di taglienti (2 + 1 = 3).

Nel tuo caso sei riuscito a far vibrare la punta in seconda armonica! In questo modo hai ottenuto cinque (2 x 2 + 1 = 5) lati... Andare a capire il perché a distanza è dura, ma il rumore e il risultato indicano che non va bene. Molte vibrazioni e risultato insoddisfacente. A naso direi che potrebbe essere il numero di giri eccessivo, la punta non affilata, gli angoli non adatti al materiale, la rigidità della macchina insufficiente, ecc. ecc.

Qualche machinist con molti più trucioli alle spalle potrà commentare certo meglio di me.

Ad ogni modo, a sensazione quella punta non mi piace: per forare l'alluminio, prendi punte per alluminio! Hanno un angolo di taglio molto più acuto e sono più affilate di quelle per materiali ferrosi. Ti assicuro che cambia tutto.

Altro commento: io per fare fori da 5 mm sull'alluminio (senza fretta...) uso una fresa da 3.175 e scendo elicoidalmente nel pezzo. Non serve interrompere il foro, l'evacuazione dei trucioli è ottima e l'entrata nel pezzo è dolce. Non ultimo, è un metodo per fare i fori tondi e non poligonali.

P.S. Riguardando le ultime foto ti faccio notare un'altra cosa: vedi che il fondo del foro ha una serie di segni radiali? Questa è un'altra indicazione che la punta vibra in modo terribile. In pratica la punta avanza a scatti, marcando il fondo del foro per compressione dove avviene il contatto successivo dopo il distaccamento precedente. Direi che proprio non va...


Torna a “Miscellaneous”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite