[OT] Saldatrice a filo MIG-MAG

Descrizione, problemi, tecniche, macchine, accessori e tutto ciò che riguarda le varie tipologie di saldatura, quali: MMA-TIG-MIG/MAG, etc.
Avatar utente
FunFly
Member
Member
Messaggi: 219
Iscritto il: sabato 17 febbraio 2007, 12:32
Località: Pisa (provincia)
Contatta:

[OT] Saldatrice a filo MIG-MAG

Messaggioda FunFly » venerdì 16 marzo 2007, 23:06

Ciao,

so che siamo un filino off-topicche, ma siccome so che qualcuno di voi ha la saldatrice a filo (l'ho vista nelle foto delle vostre officine :P :P :P ) vorrei sapere verso quale modello mi consigliereste di andare anche usato. Marca e amperaggio massimo per lavori di carpenteria piccola e media.

Ciao e grazie... Gian...

eBay

eBay annunci

da eBay » sabato 18 novembre 2017, 5:20


Avatar utente
Grighin
Senior
Senior
Messaggi: 2156
Iscritto il: lunedì 13 novembre 2006, 11:16
Località: RIMINI
Contatta:

Messaggioda Grighin » sabato 17 marzo 2007, 11:21

DECA credo sia la migliore, per lo meno cosi mi dicono i miei amici saldatori.

Io ho una mig mag gas no gas, si usa molto bene anche senza gas con il filo animato, molto comodo.

Senza gas la saldatura viene un po sporca di una patina marrone, ma con un panno imbevuto in petroilio o diluente si pulisce benissimo.
Scoprendo saldature praticamente perfette.

Con il gas viene un capolavoro.. attento a non prenderla troppo poco potente, la differenza di costo non è tanta quindi rivolgiti verso un modello abbastanza potente, sopratutto nel caso non la prendi marcata.

http://www.decaweld.com/default.asp?idA ... searchProd
Esistono diversi tipi di stato, ma nessuno è peggio dello stato cui siamo arrivati. (da "Capitani d'Aprile")

Avatar utente
tornitore2
Senior
Senior
Messaggi: 725
Iscritto il: giovedì 28 dicembre 2006, 0:26
Località: Benevento

Messaggioda tornitore2 » sabato 17 marzo 2007, 12:39

Ciao Grighin, :D . Anche io mi stavo orientando verso un'acquisto analogo. La tua di quale intensità  massima dispone? é in corrente continua con inverter o in alternata (quelle che si vedono comunemente nei negozi)? Soprattutto mi interesserebbe sapre se si possono saldare lamiere più sottili e particolari più minuti che con la saldatrice a elttrodi. Se ti va, potresti fare una foto di una saldatura tipo con la saldatrice a filo, così , per capire quale sarebbe il miglioramento rispetto ad una saldatrice ad elettrodi discontinui? Grazie e ciao. :)

Avatar utente
Grighin
Senior
Senior
Messaggi: 2156
Iscritto il: lunedì 13 novembre 2006, 11:16
Località: RIMINI
Contatta:

Messaggioda Grighin » sabato 17 marzo 2007, 14:25

certo, oggi faccio una foto.. si la trovi nei negozi di forniture industriali, un po ovunque, parecchi anche in rete, io nella mia non avevo speso molto, dopo vado di sotto faccio una foto e vi passo anche il modello..

è tutta un'altra vita, non ha niente a che vedere con l'elettrodo, sopratutto per chi non è esperto, è facilissimo saldare a filo..

Non fa scorie. le saldature sopratutto se si usa il gas sono lucide e lisce, tipo quelle che si vedono nei telai delle moto..
inoltre se si mette la lancia con il filo adatto e la bombola si può saldare anche l'alluminio, pena qualche piccolo accorgimento di pulizia (un ossido che si crea in 5 minuti quindi prima di saldare si deve pulire)
Certo per l'alluminio i risultati non sono troppo eclatanti, ma per il ferro è un capolavoro, è un attrezzo che non deve mancare in casa di nessuno!

Anche con una saldatrice a 220V. si possono saldare dei grossissimi pezzi di ferro, il filo si trova di varie misure..

si puo saldare anche lamiera sottile, facendo attenzione a regolare la corrente bassa e usando filo sottile, magari con il gas parlo di lamiera da 0,5/ 0,8 per spessori piu alti va benissimo il filo normale.. anche senza gas..

Il gas solitamente usato è l'argon, le bombole si affittano come per il cannello..

Ma per noi obbisti non è necessario andare a spendere soldi in bombola e manometri, si usa il filo animato, funziona con lo stesso principio dello stagno, è un filo di ferro con dentro un'anima di pasta disossidante che in fase di saldatura disossida e sostituisce il gas.

se la saldatrice è buona con il filo animato si ottiene quasi lo stesso risultato che con con la bombola, niente pallini.
La differenza sta nella opacità  (con il filo animato la sald. è un po piu opaca) e qualche insignifgicante pallino..

che dire compratela compratela.. piu tardi metto le foto.
Esistono diversi tipi di stato, ma nessuno è peggio dello stato cui siamo arrivati. (da "Capitani d'Aprile")

Carlo_5
Member
Member
Messaggi: 549
Iscritto il: giovedì 15 febbraio 2007, 3:59
Località: Pr. Messina
Contatta:

Messaggioda Carlo_5 » sabato 17 marzo 2007, 14:48

Puoi postarci il modello che hai tu sto facendo delle ricerche in altri forum e dicono di non prenderla troppo potente,
quanto segue:
Ciao
Attenti alla potenza! Sopratutto le macchine a filo + vecchie od economiche sono praticamente dei trasformatori di potenza; quando si avviano (Isteresi Magnetica) tendono ad avere dei picchi istantanei di assorbimento mostruosi, capaci di far saltare qualsiasi contatore domestico da 3 KW; non vi fate invogliare qundi dalle macchine + grosse, anche se convenienti a meno che non abbiate un contatore da 6 Kili o + a disposizione, cercate di restare sui 130/160 A, pena l'impossibilità  di riuscire ad adoperare il pezzo!

Avatar utente
FunFly
Member
Member
Messaggi: 219
Iscritto il: sabato 17 febbraio 2007, 12:32
Località: Pisa (provincia)
Contatta:

Messaggioda FunFly » sabato 17 marzo 2007, 16:30

Ciao

I modelli Telwin li conoscete?

ne ho una ad elettrodo vinta 20 anni fa dal babbo con la vecchia rivista del fai da te... salda bene, ma non ho altri riferimenti per l'elettrodo.

in ogni modo preferisco un modello gas/no gas tanto la bombola con una 20ina di euro la prendo (il bombolone intendo) e se in officina dura 2 mesi dove saldano quais continuamente a casa mi durerà  due anni...

Ciao e grazie..Gian...

Avatar utente
tornitore2
Senior
Senior
Messaggi: 725
Iscritto il: giovedì 28 dicembre 2006, 0:26
Località: Benevento

Messaggioda tornitore2 » sabato 17 marzo 2007, 18:34

certo, oggi faccio una foto..che dire compratela compratela.. piu tardi metto le foto

Grazie, proprio il genere di consiglio pratico che mi ci voleva! :thumbright:
Avevo sempre chiesto in giro e avevo sempre trovato i soliti fanatici della perfezione tutti a dire che se non è quella con tecnologia tig da 2000 e passa euro non serve a niente. Ma insomma, queste saldatrici a filo sono o non sono un vantaggio concreto rispetto alle saldatrici base, per un uso amatoriale? avrei voluto dirgli. Ora mi hai risposto esaurientemente tu. :D Aspetto qualche foto delle saldature per decidermi definitivamente. Ciao e ancora grazie.

Avatar utente
Arge
Member
Member
Messaggi: 253
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 23:48
Località: MILANO
Contatta:

Messaggioda Arge » sabato 17 marzo 2007, 20:49

tornitore2 ha scritto:
certo, oggi faccio una foto..che dire compratela compratela.. piu tardi metto le foto

Grazie, proprio il genere di consiglio pratico che mi ci voleva! :thumbright:


Avevo sempre chiesto in giro e avevo sempre trovato i soliti fanatici della perfezione tutti a dire che se non è quella con tecnologia tig da 2000 e passa euro non serve a niente. .



Bhe, dipende sempre che risultati si vuole ottenere.....anche se in linea di massima i "fanatici" hanno ragione.

Le filo continuo,ho si prendono buone o non si prendono, a meno che ti servano solo per puntare.
Comunque se vuoi spendere poco e avere una buona saldatrice, io ti consiglio una inverter da 170 A a TIG.
E' molto più versatile e offre una saldatura più raffinata anche se è più difficile saldare,ma per come ogni cosa, SI IMPARA !!! :D

Ovviamente il mio è un parere di una persona che salda professionalmente con macchine professionali, quindi abituato a un certo "Targhet" .

Se Vi interessa, potrei elencarvi pregi e difetti delle Filo economiche ( senza Gas....ORRIBILE :roll: :roll: )
Ciao !!

Carlo_5
Member
Member
Messaggi: 549
Iscritto il: giovedì 15 febbraio 2007, 3:59
Località: Pr. Messina
Contatta:

Messaggioda Carlo_5 » sabato 17 marzo 2007, 21:18

Arge ha scritto:Se Vi interessa, potrei elencarvi pregi e difetti delle Filo economiche ( senza Gas....ORRIBILE :roll: :roll: )

:thumbup: Ci interessa eccome se ci interessa
Sarebbe cosa gradita almeno per me.
Possibilmente di quelle che saldano sia con gas che senza gas.
Grazie
Ciao

Avatar utente
FunFly
Member
Member
Messaggi: 219
Iscritto il: sabato 17 febbraio 2007, 12:32
Località: Pisa (provincia)
Contatta:

Messaggioda FunFly » sabato 17 marzo 2007, 21:20

Ciao Arge

visto che sei esperto potresti rannovevare qualche marca professiona che prendendola usata si riuscirebbe ad ottenere un rapporto qualità  prezzo vantaggioso?

Ciao Grazie...

Avatar utente
FunFly
Member
Member
Messaggi: 219
Iscritto il: sabato 17 febbraio 2007, 12:32
Località: Pisa (provincia)
Contatta:

Messaggioda FunFly » sabato 17 marzo 2007, 21:31

Cetas, Cebora, Telwin, ElettroCF, Awelco, IWM, Kemppi.... vi dicono niente?

ciao Gian...

Avatar utente
Arge
Member
Member
Messaggi: 253
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 23:48
Località: MILANO
Contatta:

Messaggioda Arge » sabato 17 marzo 2007, 22:27

Vediamo un po ....
Il gas serve per "proteggere" la saldatura e creare un ambiente ottimale per la fusione ( l' aria brucia il gas no...), senza che questa diventi una Brasatura nel vero senso della parola.
Inolttre il Gas offre un primo sistema di raffreddamento del "beccuccio" e del diffusore del filo.
Quindi il fatto di che esistano saldatrici a filo senza gas, trovano il loro motivo nell' estrema semplicità  di realizzazione e la relativa economicità  del prodotto e della saldatura stessa, quindi non un tipo di saldatura a filo particolare,ma estremamente risparmiosa sotto tutti i punti di vista,nulla di più.

Le saldatrici a filo per essere valide, DEVONO avere un buon sistema di trascinamento del filo,Il GAS !! :D , una torcia valida, meglio se dotata di raffreddamento ad acqua.

Il trascinamento del filo,deve essere ottimale per evitare che il filo esca dalla sede e vada ad incastrarsi, inoltre il motore deve essere di adeguata potenza per far si che mandi il filo ad una velocità  costante, senza strapponi e che non si blocchi al primo sintomo di incollatura del filo sul diffusore.
La torcia deve essere adeguata al tipo di filo e di saldatura,per non andare incontro a continui incollamenti del filo e per non andare a creare troppi di quei classici residui di saldatura che si formano all interno del beccuccio ( è consigliato anche lo spryte)

Il filo deve essere ramato per rendere scorrevole l'uscita dello stesso.

Quindi necessariamente tra un filo NO GAS e un filo inverter differenze ci saranno , o no ?

Le filo solitamente si usano per lavori di carpenteria grossi ( spessori da 10 mm in su ) o per puntature, ma sopratutto dove serva una saldatura relativamente economica e quando si devono saldare metri e metri.

Se ti necessita di una saldatrice per fare due lavori di carpenteria "leggeri", la scelta migliore è la Tig inverter da 170 A che con 1650 € riesci a portarla a casa completa ( l' ultima che ho preso ) che ti fa anche da elettrodo.

Di marche c'è ne sono a bizzeffe, dato che spesso le rimarchiano, tipo la mia ad elettrodo che è una Miller rimarchiata SIO, ora diventata FRO.

Discorso diverso meriterebbe parlare delle caratteristiche di ogni tipo di saldatura per un abbinamento ottimale al loro utilizzo specifico.

Scusate se vi ho annoiato :D
Ciao !!

Avatar utente
massimo54
Junior
Junior
Messaggi: 112
Iscritto il: sabato 17 marzo 2007, 10:08
Località: Torgiano

Messaggioda massimo54 » sabato 17 marzo 2007, 22:49

Carlo_5 ha scritto:Puoi postarci il modello che hai tu sto facendo delle ricerche in altri forum e dicono di non prenderla troppo potente,
quanto segue:
Ciao
Attenti alla potenza! ....cut..... pena l'impossibilità  di riuscire ad adoperare il pezzo!


Bhè a questo si può rimediare con una semplice resistenze di zavorra in serie all'alimentazione ed un semplice interruttore che la cortocicuiterà  una volta che non serve più.

Una volta si avviavano i grossi motori elettrici in questo modo.

ciao max

Avatar utente
Grighin
Senior
Senior
Messaggi: 2156
Iscritto il: lunedì 13 novembre 2006, 11:16
Località: RIMINI
Contatta:

Messaggioda Grighin » sabato 17 marzo 2007, 23:34

1600 uero...?? :roll: ma stiamo parlando di roba professionale...
cerchiamo di rapportare le cose per quello che è umanamente possibile nel nostro obby, credo che si parli di una saldatrice che costi poco, non di una saldatrice trifase con iverter al plutonio e atmosfera protettta dalla mafia :lol: :lol: sto scherzando...

Allora per la storia della saldatrice non gas, almeno per quelle della fascia consumer, non c'è nessuna differenza costruttiva, la saldatrice è progettata per andare con il gas, poi come nel mio caso che non ho voglia di andare ad affittare 200 euro di bombola, la uso con il filo animato.

Un'altra cosa è quella del costo.. è piu economico saldare con il gas, il filo animato costa di piu..

La differenza fra usare il gas o no è ovvio che c'è, ma nel nostro caso (sempre nel contesto dei nostri lavoretti o ancor meglio se la paragoniamo all'elettrodo) è irrilevante, almeno per me.. l'unica differenza sta nella saldatura meno lucida, e qualche leggero pallino..

Questo certo se la saldatrice è buona, altrimenti fra gas e senza c'è un'abisso...

Io ho fatto il saldatore due anni tanti anni fa, filo con gas e devo dire in tutta onesta che una saldatrice come quella che ho preso, non ha poi tanto da invidiare (sempre rapprtando costi e contesto a qeulle che usavo)

per quanto riguarda la torcia se si usa lo sprauy al rame, dura parecchio anche se non si usa il gas.. dipende dalla cura delle cose...

Io ci saldo da 3anni un 5 ore al mese.. è ancora nuova.

Domani vi faccio vedere qualche saldatura..

La mia se non ricordo male è 140 amper, è abbastanza piccola ma buona è buona, ci sono rimasto di stucco quando l'ho provata..

Adesso pero mi hai fatto venire la voglia del gas...

Ho delle foto della salda. le allego, domani metto le foto delle saldature, se mi ricordo oggi mi sono dimenticato..

Premetto che non sono un gran espertone, e che sto parlando di saldatrici per fare qualche banchetto, un basamento per la nostra cnc in ferro, ecc non di 12 ore continue in carpenteria pesante con 250 A. di corrente.

se non ricordo male avevo speso 280 euro.

Comunque ognuno dovrebbe averne una in casa, quelle gas/no gas se poi ci si aggiunge il gas tanto meglio,
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Esistono diversi tipi di stato, ma nessuno è peggio dello stato cui siamo arrivati. (da "Capitani d'Aprile")

Avatar utente
Grighin
Senior
Senior
Messaggi: 2156
Iscritto il: lunedì 13 novembre 2006, 11:16
Località: RIMINI
Contatta:

Messaggioda Grighin » sabato 17 marzo 2007, 23:39

piuttosto, a parte gli scherzi, tu che sei esperto, sai dirmi se è vero che la deca è la migliore..?

Poi volevo chiederti un'altra cosa.. è davvero possibile la saldatura dell'alluminio con queste saldatrici, io ne vidi una già  fatta, non mi aveva entusiasmato, ma il tipo mi disse che era perchè aveva lasciato ossidare per un quarto d'ora il pezzo..
Esistono diversi tipi di stato, ma nessuno è peggio dello stato cui siamo arrivati. (da "Capitani d'Aprile")


Torna a “La Saldatura e sue tecniche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite