CNC X Taglio metallo (Argento - Ottone - Rame)

Piccole cnc hobbystiche non autocostruite

Moderatore: kalytom

Avatar utente
Fiveaxis
Senior
Senior
Messaggi: 1074
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Desio (Monza e Brianza)

Re: CNC X Taglio metallo (Argento - Ottone - Rame)

Messaggioda Fiveaxis » giovedì 13 luglio 2017, 13:23

OT
@ Junior73
la qualità di una macchina viene determinata dalla qualità dei componenti, dall'assemblaggio degli stessi nonchè dalla finezza delle scelte tecniche.
Ciò si traduce in costi più o meno alti, precisione più o meno accurata e...Attenzione a cosa sto per dire: DURATA nel tempo! Ovvero la capacità di un "amenicolo meccanico" di usurarsi il meno possibile a seguito dell'utilizzo nel tempo mantendo il più costanti possibili le sue caratteristiche/prestazioni.

Io non conosco il mondo della chimica, ma se tu vuoi una vite a ricircolo della Schneeberger, avrai una vite da 1 metro che sta nel centesimo precaricata etc etc...magari la paghi (senza chiocciola €1000,00)
Tu davvero credi che ti stiano "rubando" i soldi perchè una vite cinese rullata con un gioco di 1 centesimo con la chiocciola costa 100€?
Bhè permettimi un esempio: fare un foro D10 profondo 40 mm in un pezzetto di acciaio a casaccio con una punta ed un trapano ti può costare €2.00, se invece vuoi un foro D10 in H1 con rugosità 0,2, con 0,005 mm di perpendicolarità e 0,003 mm di tolleranza di posizionamento bhè, sono abbastanza convinto che spenderesti almeno 100€...Non ti stanno rubando i soldi, semplicemente il processo produttivo per raggiungere quel risultato tecnologico è MOOOLTO diverso da quello utilizzato per fare un foro a casaccio con un trapanaccio. NON so se mi spiego?
Che poi a te il foro a casaccio ti vada bene OK, non lo sto a sindacare, ma ribadisco: la precisione costa perchè implica abilità, strategie, tempi ed attrezzature adeguate al risultato che si vuole ottenere e ti assicuro che l'andamento dei costi è esponenziale...
FINE OT

Per quanto concerne l'errore di eccentricità di un mandrino, al di là di creare macchie o faccine, crea un limite di dimensione minima dell'utensile.
Mi spiego meglio: se volessi usare una fresetta da 0,5mm e pretendessi di farlo con la stessa che ruota eccentrica di 2 centesimi NON potrei utilizzarla perchè si romperebbe nel giro di pochissimi millimetri di lavorazione. Perchè?

Partiamo dal fatto che l'asportazione (fz) ammessa sui materiali menzionati, si aggirerebbe tra i 0,002 e 0,006 mm al dente. Ora considerando che, all'eccentricità del mandrino (0,02mm), devo sommare quella del portautensile o della pinza ER (0,02-0,03 con pinze di discreta qualità) capite che con 0,05 mm (nel pegiore dei casi) di eccentricità la mia fresetta D0,5, oltre a "vivere" poco, creerà un "solco" di lavorazione D0,6...Il 20% più largo...Se la fresa fosse una D5 sarebbe 2%...Capite la differenza?

Per fare i dettagli su pezzettini piccoli piccoli, devi usare utensili piccoli...Per lavorare con utensili inferiori al D1, non devi superare 0.01 massssimo 0.015 di eccentrictà sull'utensile. Altrimenti KAPUT!

Mi sbaglierò ma non credo che sui siti di ciarpame cinese si possa trovare qualcosa di "utilizzabile" per incidere e traforare medagliette e ciondolini in argento con risultati apprezzabili...
Credo che si debba stare su pantografi tipo Biemmepi, Pear, Datron...Anche usati ma sicuramente con costi decisamente da macchina utensile e non da giocattolo cinese. (con buona pace di Junior73).
Poi è pur vero che, se si vuole paticciare per diletto bhè, in questo caso va benissimo tutto purchè costi il meno possibile!. :)

PS: con le macchine menzionate si incide anche AISI 316 con buoni risultati!
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

Martello e olio costituiscono il 90% della meccanica (Cit. Nonno Carlo)

eBay

eBay annunci

da eBay » venerdì 21 luglio 2017, 1:41


Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 1379
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 9:36
Località: Perugia

Re: CNC X Taglio metallo (Argento - Ottone - Rame)

Messaggioda Junior73 » giovedì 13 luglio 2017, 21:36

@Five

OT
I settori chimico ma soprattutto farmaceutico sono tra i più "terribili" nel lucrare sull'"ignoranza" della gente. D'altra parte se comprano la soluzione salinacredendo che sia acqua benedetta e sale divino come non continuare a farlo!!!Se dici ad un italiano che mangia tutti i giorni prodotti cinesi ti riderà in faccia ...perchè non sa che gran parte delle molecole chimiche del settore aromatico negli alimenti sono prodotti di fatto in Cina, India etc...e che noi siamo solo semplici "mescolatori".
Il farmaceutico ha sempre tenuto fuori i cinesi dalla vendita diretta (più lucrosa) e come provano a scavalcare i canali ufficiali dell'Aifa ( anche con le famose pasticchette blu on line) subito vengono demonizzati dai media come roba pericolosa , non controllata...etc salvo poi farci affari per le materie prime. Nell'immaginario collettivo il cinese rimane sempre brutto
sporco e cattivo e noi europei belli candidi e colmi di amore per il prossimo.......che se ci tagliano fuori manco una tromxata decente facciamo più!!! :mrgreen:


Schneeberger, avrai una vite da 1 metro che sta nel centesimo precaricata etc etc...magari la paghi (senza chiocciola €1000,00)


Sei veramente convinto che la Schneeberger sostenga un costo così alto nel produrla o che influiscano pesantemente altri fattori come il basso numero di pezzi venduti,gli alti costi del personale specializzato come pure i macchinari usati, il marchio, tenere alto il prezzo come pure il margine di guadagno ....fino all'amante del capo in vacanza spesata dalla ditta?!! :)
E se un'azienda cinese la vendesse a 200-300 euro garantendo la stessa precisione sarebbe "ciarpame"? Quanto influisce sul prezzo di un prodotto il tenore di vita generale che noi europei vogliamo gelosamente mantenerci?

Fine Ot


Credo che si debba stare su pantografi tipo Biemmepi, Pear, Datron.


Di che prezzi stiamo parlando? pianetagame parla di un budget di 2000mila--- Al limite prima di consigliare una macchina costosa possiamo provare a fare una prova su di una cnc amatoriale...nel forum ce ne sono di tutti i tipi basta inviare un file test...il problema può essere l'argento ma per l'ottone ed il rame...che ne dite?

Saluti

salvatore993
Senior
Senior
Messaggi: 1580
Iscritto il: giovedì 23 novembre 2006, 8:04
Località: Napoli-Tenerife
Contatta:

Re: CNC X Taglio metallo (Argento - Ottone - Rame)

Messaggioda salvatore993 » venerdì 14 luglio 2017, 7:46

evidentemente lo stare all'estero da tempo, mi fa esprime male in italiano, cerco di spiegarmi.
ti dici:"Riguardo alle macchine da 300 Euro, non è di questo che stiamo parlando. Volendo fare i confronti, che sono quelli che mi fanno usare il mio tempo per precisare in pubblico questi particolari, sono quelli tra le macchine (povere) cinesi da 1000 Euro e le brutte copie italiane, fatte con gli stessi materiali, con magari qualche carenza in più e che vengono vendute a 4000 Euro perché sono MADE IN ITALY.

Questo mi fa imbestialire, e non perché voglio difendere i cinesi, ma perché loro sono onesti nel venderti una macchina da quattro soldi a QUATTRO SOLDI, mentre molte (troppe) aziende italiane, ti vendo macchine da tre soldi, neanche quattro, ma te le fanno pagare come prodotti professionali."

sono totalmente d'accordo con te, e ti dirò di più, in questo caso non è un problema italiano, ma anche di furbi tedeschi ecc, che fanno un rebranding di monnezza cinese, non in quanto cinese, ma in quanto monnezza.

io attualmente tra la sala giochi a Napoli, la sede Canaria e la Nuova sede Messicana ho una decina di cnc, sette autocostruite, due LVL e un centrino di lavoro che sto retrofittando con un controllo nuovo. le LVL le conosco, e le uso, so la filosofia con la quale Tiziano lavora, e so il tempo e lavoro che ci vuole per fare una cnc di discreta qualità. il problema principale da valutare quando si compra una cnc per Lavoro, è la ripetibilità nel tempo, e questo lo garantiscono componenti con un determinato standard di qualità, che per conseguenza costano anche in cina. se prendi un pezzo di alluminio come quello isel, lo fresi e lo rettifichi come quello isel, tra tempo lavoro e materiali, se non li produci in massa, ti accorgi che può essere conveniente comprarlo già fatto, con la garanzia del risultato certo.

dove non sono d'accordo con te, è che per il paragone hai usato una cinese da meno di 800 euro, e una LVL appunto, che per quanto sia la più piccola mantiene i canoni costruttivi, ed i componenti delle sorelle maggiori, quindi costa perché costano già i componenti. a riprova di questo prova a farti quotare la fresatura dei pezzi necessari per farti la gemella della LVL, o anche della cinese che hai postato, vedrai che se chiedi delle tolleranze che ti garantiscano ripetibilità nel tempo, ti renderai conto che i costi vanno ben al di là di ciò che "ALMENO QUEL CINESE" ti chiede.

un esempio sono le elettroniche cinesi, una scheda per interfaccia parallela classica, neanche il cinese la potrebbe vendere a 5 euro, allora com'è che alcuni lo fanno.
semplice le elettroniche economiche sono fatte con componenti scartati da le case produttrici perché non dentro gli standard rhos e vari, quindi con lo scarto si assemblano prodotti per un mercato meno esigente, (esempio palese i driver ledshine) ciò non significa che devono essere per forza scadenti, (da qui la mia affermazione "dipende da quale ti tocca") però se la compri ti assumi il rischio, e se è per lavoro non so fino a che punto ti conviene.

quindi precisando che non c'è l'ho con te (non mi permetterei mai) e neanche con i cinesi, voglio precisare che se compri un buon prodotto cinese, il prezzo non si discosta moltissimo, o almeno non tanto (considerando anche un eventuale servizio post vendita, o reperibilità di ricambi) da farti scegliere il cinese ad occhi chiusi. poi i ladri sono molti, in italia e in europa, ma bisogna saper scegliere, ma questa è un altra storia.

Avatar utente
Fiveaxis
Senior
Senior
Messaggi: 1074
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Desio (Monza e Brianza)

Re: CNC X Taglio metallo (Argento - Ottone - Rame)

Messaggioda Fiveaxis » venerdì 14 luglio 2017, 8:16

@ junior 73
OT

ho diversi clienti che acquistano prodotti di alto livello qualitativo in Cina risparmiando tra il 15 ed il 30%...Molto direi, ma non si parla di costi 1/3 o 1/4 :mrgreen:
Quindi la tua bella vite da un metro con certe caratteristiche la puoi tranquillamente fare/trovare in Cina ma provabilmente la pagherai 700-800€ Un bel risparmio se consideri 3 viti (quasi ti salta fuori una vite ogni 3!).

Il problema dei cinesi, l'ho già detto in molte occasioni, è la "mentalità" non sono le capacità. Il cinese per mentalità cerca di vincere la competizione commerciale abbassando il prezzo -a tutti i costi- è chiaro che fino ad un certo punto il giochino funziona (15 -30%...?) con il fatto del costo della manodopera...Costi ambientali..Stile di vita morigerato (degli operai/contadini..Sì' perchè il padrone va a trxxe come i suoi colleghi occidentali anzi!!!). Purtroppo certi livelli di costo si ottengono abbassando DRASTICAMENTE la qualità...I miracoli non li fanno neanche i cinesi!
Ma davvero possiamo pensare che i cinesi NON sappiano come vengono considerate le loro produzioni? Se tutto continua così significa che NON gliene frega nulla...Gli va bene così perchè sanno che, pur lamentandosi, la gente compra il ciarpame allettata dal prezzo -di fatto hanno vinto loro!-...quindi è fuori dubbio che tutto questo "cinema" faccia comodo a molti!

Io non demonizzo i mercati o la mentalità asiatico/cinese (ho la moglie thai!!!), critico il ciarpame che viene venduto sui siti asiatici stile Amazon...Materiale che spesso finisce in discarica dopo pochi utilizzi...Con tutto quello che ne consegue in termini di costi ambientali!
Che poi a te faccia comodo comprarti le scarpe di plastica spacciate per pelle a 5 € il paio va benissimo, capisco anche il tuo discorso: "fanno tutti così!", Io però cerco, dove posso, di fare acquisti ragionati, ovvio, ci sono settori nei quali le produzioni sono sparite dall'occidente e pazienza (o forse meglio peccato!). Dove posso cerco un buon rapporto qualità/prezzo in base all'utilizzo che ne devo fare.

FINE OT

Tornando alle macchine CNC hobstico-cinesi, uno pseudo elettro-mandrino che costa 200€ (anzichè 5000€ di quello svizzero -'sti ladri!-) ed ha una eccentricità di 2 centesimi NON può eseguire lavorazioni di gioielli con dettagli molti piccoli, è una questione tecnica. Eseguo lavorazioni di piccole dimensioni e quello che ti dico lo affermo per esperienza diretta. So che sei una persona che chiede consiglio ma poi va per la sua strada...Prova a traforare ed incidere una scritta 3 x 6 mm in argento sp 1.5...(Va bene anche il rame!) Con spigoli raggio minimo 0,25mm oppure a forare da 0,75 e e filettare M1 con fresa filettare ...Prova con il tuo bel mandrino cinese montato su un trabiccolo che , se va male, ha flessioni di decimi e una rigidità dinamica di un materasso...Io ho spiegato perchè non si riesce, tu dimostrami il contrario. No chiacchere: DIMOSTRAMI. Argomenta. Documenta!

Caro Junior, se l'amico Pianetagame volesse andare a scalare il Monte Bianco in calzoncini e maglietta senza allenamento e strumenti inadeguati, bisgona avere il coraggio di dirgli "In queste condizioni NON lo puoi fare!...Per questo e quest'altro motivo"...Con quell'abbigliamento, al massimo, ti puoi andare a fare un giretto qui sulle prealpi lecchesi (in estate)! PUNTO!

Viceversa, il rischio è indurre l'amico a buttare 2000€ su uno scaffale della cantina prima ed in discarica poi!...Qui bisogna dare consigli che abbiano un fondamento tecnologico -accettabile-.

@Pianetagame
Quindi: scartare i pantografi, passare a fresatrici (anche hobbistiche ma con una discreta robustezza) sistemare il mandrino (magari sostituirlo con elettromandrino -decente-) e retrofittarla a CNC...Oppure, armarsi di pazienza, ed aspettare una buona occasione di una macchina professionale di quelle che ho elencato (aggiungo Cortini M300 con elettromandrino). 2.000,00€ mi sa che sono pochini, temo che dovresti almeno raddoppiare il budget.
Buon lavoro
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

Martello e olio costituiscono il 90% della meccanica (Cit. Nonno Carlo)

SWL
Member
Member
Messaggi: 520
Iscritto il: sabato 20 dicembre 2014, 10:00
Località: Treviso

Re: CNC X Taglio metallo (Argento - Ottone - Rame)

Messaggioda SWL » venerdì 14 luglio 2017, 9:01

Mi spiace Salvatore, ma continui a scrivere luoghi comuni e rivangare leggende metropolitane.

salvatore993 ha scritto:un esempio sono le elettroniche cinesi, una scheda per interfaccia parallela classica, neanche il cinese la potrebbe vendere a 5 euro, allora com'è che alcuni lo fanno.
semplice le elettroniche economiche sono fatte con componenti scartati da le case produttrici perché non dentro gli standard rhos e vari, quindi con lo scarto si assemblano prodotti per un mercato meno esigente


Queste affermazioni sono semplicemente BALLE, non c'è altro modo di definirle.
Questo lo posso asserire perché lavoro per un'azienda che produce elettronica in Cina e i fatti li conosco in prima persona.

Come fa un'azienda cinese a vendere una scheda elettronica a 5 Euro?
Perché la produce a 4.17 Euro e guadagna il 20%.
Come fanno i componenti elettronici a costare quella cifra?
Perche i componenti elettronici HANNO QUEL COSTO, non quello dei rivenditori sulla rete che ricaricano il 1000 % (non 100 %, ho scritto 1000 %).
Se prendi come riferimento i loro prezzi, quelli cinesi sembrano impossibili, mentre invece sono quelli reali.

Apro il nostro database:
P/N 35633 Dual Full Bridge Motor Driver 10SSOP. Costo norma 0.2754 Euro.
Questo è un prodotto di un costruttore AMERICANO, acquistato in Cina dalla sede locale del produttore (quindi non un famigerato, e inesistente, prodotto "scarto").
E' un driver completo per motore stepper da 2 A.
Costa a noi in produzione meno di trenta centesimi.
Hai capito? Meno di trenta centesimi saldato e testato sulla scheda!

Perché non la finiamo di tirare fuori ancora la storia dei prodotti scarti rivenduti?
C'è ancora chi crede alla bufala del marchio "China Export" (mai esistito eppure citato da tutti i sedicenti esperti di "affari cinesi").
Direi che un minimo di onestà intellettuale farebbe bene a tutti noi civilizzati occidentali.

Che nel mercato Cinese ci sia rivendita di materiale scarto è vero, ma guarda caso è proprio quello che finisce su ebay, importato dai delinquenti locali che sfruttano la situazione sapendo bene cosa comprano e cosa vendono.
Chi fa una scheda di interfaccia parallela e la vende a 5 Euro, guadagna il minimo e non si rovina certo il mercato montando componenti che sa essere difettosi.
Magari la scheda è uno schifo di progetto, magari è installata nelle macchine in modo inappropriato, ma queste sono altre faccende, non riguardano la produzione cinese.

Sulle meraviglie dei prodotti isel, dei loro piatti di alluminio da 5 mm che non si flettono di un micron solo perché costano più degli altri, mi sono già espresso: NUMERI!
Se un'azienda non pubblica i numeri e non si impegna a rispettarli vale ZERO. Può essere cinese, tedesca, italiana o avere la sede su Alfa Centauri, frega nulla: solo i numeri contano.

Quanto flette in micron un piano isel da 300 x 300 mm supportato agli estremi e caricato al centro con 100 N? BOH? Loro non lo scrivono.
Quanto flette in micron un piano ChinChuHai da 300 x 300 mm supportato agli estremi e caricato al centro con 100 N? BOH? Loro non lo scrivono.
Valgono uguale.

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 1379
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 9:36
Località: Perugia

Re: CNC X Taglio metallo (Argento - Ottone - Rame)

Messaggioda Junior73 » venerdì 14 luglio 2017, 9:41

Ot

Io non demonizzo i mercati o la mentalità asiatico/cinese (ho la moglie thai!!!), critico il ciarpame che viene venduto sui siti asiatici stile Amazon...Materiale che spesso finisce in discarica dopo pochi utilizzi...Con tutto quello che ne consegue in termini di costi ambientali!
Che poi a te faccia comodo comprarti le scarpe di plastica spacciate per pelle a 5 € il paio va benissimo, capisco anche il tuo discorso: "fanno tutti così!", Io però cerco, dove posso, di fare acquisti ragionati, ovvio, ci sono settori nei quali le produzioni sono sparite dall'occidente e pazienza (o forse meglio peccato!). Dove posso cerco un buon rapporto qualità/prezzo in base all'utilizzo che ne devo fare.


Oddio Five ma senza quelle scarpe rivendute a 20 euro mezza Italia andrebbe scalza come dopo la guerra. Quando abbiamo perso il calzaturiero ed il tessile(vivo a ridosso delle marche ed ho un parente che produce scarpe di buona qualità da 40 anni) abbiamo perso la possibilità di , come dice un mio amico , "vestire il popolo". L'italiano medio non ha più i soldi per comprarsi scarpe da 100 e più euro come pure i vestiti etc.....sono rimasti rimarchiatori di prefessione di marchi noti che per un 10% di qualità in più riescon ( ed un po di pubblicità) a ricarci il 100-200% seguiti da un pubblico che si sente diverso perchè a questo o quell'altro simbolo appiccicato. Le produzioni di lusso sono numericamente irrilevanti.....

Credimi lasciali produrre ...meglio scarpe da 5 euro che scalzi .... :mrgreen:

Fine Ot

Aspetta Five , pianetagame parla di tagliare lamiere di rame ottone argento spessori fino ad 1,5mm . Prima di abbandonare se nessuno ci vuole provare lo faccio io con la mia cnc ....mi manca la fresa molto fine e chiaramente l'argento. Ho tutto cinese solo che non so quanto il test possa essere veritiero in quanto comunque la macchina è molto pesante a ponte fisso ....ma se il mandrino non ce la fa la punta si spezza penso lo stesso.
Dimmi che parametri devo usare in termini di velocità d taglio , diametro fresa, etc secondo la tua esperienza....

Saluti

Avatar utente
Fiveaxis
Senior
Senior
Messaggi: 1074
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Desio (Monza e Brianza)

Re: CNC X Taglio metallo (Argento - Ottone - Rame)

Messaggioda Fiveaxis » venerdì 14 luglio 2017, 11:35

Visto che tu sai come "non farti fregare", usi frese cinesi: chiedi i parametri ai cinesi...Che ne so io di come si usano!

Io mi "faccio fregare" dgli svizzeri...Le compro lì!

Buona giornata
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

Martello e olio costituiscono il 90% della meccanica (Cit. Nonno Carlo)

mimoletti
Senior
Senior
Messaggi: 858
Iscritto il: giovedì 4 dicembre 2008, 17:56
Località: Torre del Greco (NA)

Re: CNC X Taglio metallo (Argento - Ottone - Rame)

Messaggioda mimoletti » venerdì 14 luglio 2017, 11:36

Non credo che si possa generalizzare, ci sono buoni prodotti asiatici come pessimi prodotti europei e viceversa.
Quando mi sono affacciato al mondo della micro meccanica, l'ho fatto con il classico BV20 cinese (pagato 800 euro) che successivamente ho cambiato con un D6000 (pagato 3250 euro), della Wabeco prodotto in Germania.
E posso pacificamente testimoniare che sono due prodotti completamente diversi.
Ovviamente il rapporto tra qualità e prezzo del made in Cina non ha euguali.
Il Wabeco per quanto migliore non è 4 volte migliore.

Ma tutti sappiamo cosa c'è dietro il made in Cina, in primis lo sfruttamento della manodopera.

Quindi per me resta valido entro certi limiti, il detto chi più spende meno spende.
Tornio Wabeco D6000; Fresa Wabeco F1210; Segatrice Nebes TM125 Inverter; Tavola a dividere Vertex HV-6,Morsa meccnica Allen MAP/78-N

https://www.youtube.com/watch?v=cobEZI8KvOk

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 1379
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 9:36
Località: Perugia

Re: CNC X Taglio metallo (Argento - Ottone - Rame)

Messaggioda Junior73 » venerdì 14 luglio 2017, 15:59

Visto che tu sai come "non farti fregare", usi frese cinesi: chiedi i parametri ai cinesi...Che ne so io di come si usano!

Io mi "faccio fregare" dgli svizzeri...Le compro lì!


Aspetta Five mi hai frainteso quando dicevo che ho tutto cinese riguardava la parte elettronica /motori (tranne la scheda della RDlab ed inverter toshiba) e delle guide/viti/mandrino. Per le frese ho certamente cinesi ma anche di marca tipo "fraida" ed altre che non ricordo che un mio amico mi porta dall'azienda in cui lavora (le scartano subito) in quanto devono mantenere precisioni molto elevate di lavorazione. Sono tutte frese per alluminio , acciaio etc che dovebbero costare molto sul mercato. Sinceramente non conosco i prezzi..
In pratica cambia solamente la struttura a ponte fisso che ho molto pesante che non so fino a che punto influirà rispetto al mandrino. Ho usato profilare lamiere di alluminio poco spesse (max 3mm) con frese da 2mm diverse volte ma non sono mai sceso sotto quel diametro . Di solito uso il classico 3,175mm
Nel week end vedo se ho qualcosa altrimenti l'acquisto .....come si chiama l'azienda svizzera di cui parli ? Ha prezzi esposti e si può comprare anche come privati?
Ti ho chiesto info sui settaggi perchè da come parlavi mi sembrava che già hai fatto esperienze di taglio del genere. Frese di diametro inferiore le ho usare solo per i rilievi/incisioni su legno ma sono ad U e non credo siano adatte al rame ottone etc

Saluti

salvatore993
Senior
Senior
Messaggi: 1580
Iscritto il: giovedì 23 novembre 2006, 8:04
Località: Napoli-Tenerife
Contatta:

Re: CNC X Taglio metallo (Argento - Ottone - Rame)

Messaggioda salvatore993 » domenica 16 luglio 2017, 8:32

se rispondo anche sulle frese non ne usciamo più, ultimo appunto sull'elettronica, chi mi conosce sa il mio lavoro qual è, eventualmente per chi non lo sa faccio ricerca e sviluppo, spesso dopo aver consegnato un progetto aiuto a valutare dove e come produrre.
senza scomodare la cina basta guardare cataloghi tipo mouser, lo stesso componente ha varie versioni e prezzi, a parità di sigla la differenza di prezzo sta nella classe del componente, ma quando dico scartato non dico difettoso.
lo stesso lo si può vedere già a partire dalle basette ramate 70 x 100 ramata monofaccia, 10 versioni 10 prezzi, voglio dire:
se un prodotto costa 100 in europa con la stessa qualità e canone di produzione in cina costerà sicuramente meno, 70 o al massimo 60, ma quello apparentemente uguale che costa 15, o anche 30 è sicuramente "monnezza".
poi il consiglio che uno da di evitare il cinese quando l'uso è il lavoro, viene dal fatto di valutare un eventuale costo di un fermo macchina in attesa di ricambio, ovvero per quanto perdi il cinese ti invia il ricambio, e quanto perdi in meno se il ricambio arriva dal paese dove risiedi. questo è uno dei parametri principali da mettere sul piatto della bilancia, a comparazione del 30% in meno.
ovviamente i ladri, i disonesti e gli approfittatori fanno caso a parte.
ultima precisazione giusto per, il top dei settori più disparati come audio, medicali, misura e similari dove la qualità è primaria importanza, e le quantità non sono alte, la cina non viene nemmeno considerata, ed in cina ho dei ponti diretti. ho anche amici stretti che producono, quando si è valutato di produrre in cina si è aspettato che il prodotto raggiungesse una quota di mercato per compensare l'investimento, e comunque necessita una presenza fissa li sul posto.
ultimissima vi chiedo per favore di non citare gli americani come esempio, non abbiamo nulla da imparare da loro.

SWL
Member
Member
Messaggi: 520
Iscritto il: sabato 20 dicembre 2014, 10:00
Località: Treviso

Re: CNC X Taglio metallo (Argento - Ottone - Rame)

Messaggioda SWL » domenica 16 luglio 2017, 8:50

salvatore993 ha scritto:... lo stesso componente ha varie versioni e prezzi, a parità di sigla la differenza di prezzo sta nella classe del componente...

Siamo arrivati all'apologia delle sciocchezze.

salvatore993 ha scritto:...ultimissima vi chiedo per favore di non citare gli americani come esempio, non abbiamo nulla da imparare da loro.

E delle amenità.

Thread diventato inutile, io passo.

salvatore993
Senior
Senior
Messaggi: 1580
Iscritto il: giovedì 23 novembre 2006, 8:04
Località: Napoli-Tenerife
Contatta:

Re: CNC X Taglio metallo (Argento - Ottone - Rame)

Messaggioda salvatore993 » lunedì 17 luglio 2017, 6:59

cerca in rete:
la classificazione di qualità dei componenti elettronici
in effetti a parità di sigla (quindi del componente) i test ne definiscono la classe di utilizzo, sto facendo dei controlli temperature per delle mie macchine che andranno su piattaforme petrolifere della "PEMEX" i componenti certificati per quell'uso anche se identici per caratteristiche sono differenti per i risultati ottenuti in una serie di test.
potete cercare anche Metodi statistici per il controllo qualità (MSpCQ): vi renderete conto cosa c'è dietro a differenze di prezzo spesso apparentemente ingiustificate di un componente apparentemente uguale.
potete cercare su digikey un banale comparatore lm 393
https://www.digikey.it/products/it/inte ... ageSize=25
si parte da 4 centesimi, a 1,29 euro stesso fornitore, stesso produttore, stesso componente, evidentemente il più caro arriva nella scatola con Arsenio Lupen, o Diabolik.
io credo che il forum sia un luogo dove ognuno dice la sua cercando di aiutare gli altri, lo si fa in buona fede, ed in base alle proprie esperienze, e non sempre è detto che siano corrette, ma in questo caso ci si confronta.
almeno secondo me (ed avrei ricorsi documentati per giocare a chi c'è l'ha più lungo) non bisognerebbe mai (infatti non l'ho mai fatto) dire che uno afferma amenità, o cose assurde, neanche se uno conoscesse di persona con chi ha a che fare, evitando così qualche piccola gaffe.
non tutti possono sapere tutto, ma quando ci si convince del contrario diventa complicato.


Torna a “Fresatrici CNC da banco”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite