Due stepper od uno stepper e collegamento meccanico

Tecnologia, meccanica, materiali, utilizzo.

Moderatore: kalytom

Avatar utente
tornitore2
Senior
Senior
Messaggi: 725
Iscritto il: giovedì 28 dicembre 2006, 0:26
Località: Benevento

Due stepper od uno stepper e collegamento meccanico

Messaggioda tornitore2 » martedì 17 gennaio 2017, 11:07

Salve, sto dando qualche consiglio a due amcici che provano a costruire una stampante 3D ad alta precisione.
Devono movimentare un ponte, una sorta di gantry ed hanno fissato due guide con pattini parallele, due viti a ricircolo sempre parallele.
A questo punto si domandano:
- colleghiamo un motore stepper a ciascuna vite? (ma non sanno se e come sincronizzare ed azzerare i due motori)
- colleghiamo entrambe le viti ad un solo motore con una qualche trasmissione meccanica? (ma non sanno se esistono dei rinvii angolari a gioco zero accessibili economicamente)

Che strada intraprendere

Metto una foto dell'accrocchio che hanno prodotto fino ad ora.
Foto per il forum.jpg


(Ps, cercano di non usare cinghie per mantenere alta la precisione del sistema)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

eBay

eBay annunci

da eBay » venerdì 19 gennaio 2018, 6:33


pinko12007
Member
Member
Messaggi: 360
Iscritto il: giovedì 1 novembre 2007, 12:38
Località: san felice sul panaro

Re: Due stepper od uno stepper e collegamento meccanico

Messaggioda pinko12007 » martedì 17 gennaio 2017, 12:32

Accoppia i motori meccanicamente con cinghia dentata e monti due motori

Avatar utente
tornitore2
Senior
Senior
Messaggi: 725
Iscritto il: giovedì 28 dicembre 2006, 0:26
Località: Benevento

Re: Due stepper od uno stepper e collegamento meccanico

Messaggioda tornitore2 » martedì 17 gennaio 2017, 17:16

Grazie per la risposta. Perché si fa così? Così hanno la congruenza tra destra e sinistra anche a macchina spenta ed in ripartenza? Mi consigli un driver o due driver?

billielliot
Senior
Senior
Messaggi: 1451
Iscritto il: martedì 16 ottobre 2007, 22:23
Località: Trezzo sull'Adda

Re: Due stepper od uno stepper e collegamento meccanico

Messaggioda billielliot » martedì 17 gennaio 2017, 18:20

Ciao tornitore2,

aggiungo I miei due centesimi: quella che vedi nella foto seguente e' stata portata alla Mini Maker Faire di Trieste (non da me). Non era l'unica stampante 3D ma era l'unica con sistema di movimentazione con viti e carrellini a ricircolo di sfere.

Direttamente dal sito della Mini Maker Faire, una foto in alta risoluzione del "prodotto" e qui una seconda foto (scelte dagli organizzatori). Questa e' la foto della "hostess" quando ha visto il risultato della stampa (anche questa scelta dagli organizzatori: chissa' perche' :-) )

Purtroppo non c'e' una scala di confronto ma le dimensioni sono nell'ordine di pochi centimetri.

Stampa con notevole precisione e usa viti e carrellini THK di recupero (se ben ricordo da 15mm). I motori sono piccoli.

Secondo me non vi serve tutta quella forza per spostare una testina che deposita filo fuso. Mi concentrerei sullo squadro e rigidezza della struttura, senza disdegnare una messa a punto di fino dei parametri di stampa per sfruttare al meglio le nuove possibilita'.

Ciao :-)

Mauro

3D.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Amat victoria curam

Avatar utente
tornitore2
Senior
Senior
Messaggi: 725
Iscritto il: giovedì 28 dicembre 2006, 0:26
Località: Benevento

Re: Due stepper od uno stepper e collegamento meccanico

Messaggioda tornitore2 » martedì 17 gennaio 2017, 18:57

Hai ragione, anche secondo me c'è potenza sprecata... però hanno fatto così e, per ora, cerchiamo di farli completare.
La tua stampante (veramente eccezionale tutto... anche l'hostes ;-) ) usa una viete per ogni asse. Tu consiglieresti di portare ad un motore ed una sola vite la movimentazione di tutti gli assi?

Solo che per z hanno un piano enorme e vorrebbero replicare lo schema di movimentazione che si vede in foto, cioè due motori, due pattini e due viti.
Il sistema con la cinghia di sincronizzazione tra i due motori funziona?

salvatore993
Senior
Senior
Messaggi: 1693
Iscritto il: giovedì 23 novembre 2006, 8:04
Località: Napoli-Tenerife
Contatta:

Re: Due stepper od uno stepper e collegamento meccanico

Messaggioda salvatore993 » mercoledì 18 gennaio 2017, 10:09

"sto dando qualche consiglio a due amcici che provano a costruire una stampante 3D ad alta precisione."
quando si parla di alta precisione, le strade sono solo due o si tiene un feedback con relativo inseguimento, pari alla precisione richiesta, o si mette un solo motore, non credo ce ne siano altre.
poi come lo si realizza è da vedere li subentrano anche le scuole di pensiero, ed ognuno ha la sua. se ti serve fai un fischio.

Avatar utente
tornitore2
Senior
Senior
Messaggi: 725
Iscritto il: giovedì 28 dicembre 2006, 0:26
Località: Benevento

Re: Due stepper od uno stepper e collegamento meccanico

Messaggioda tornitore2 » mercoledì 18 gennaio 2017, 19:54

Grazie Salvatore, il tuo apporto è prezioso. Loro avrebbero anche in mente di usare degli stepper con encoder. Io non sono esperto e non so guidarli, sinceramente. Ma degli stepper con Encoder risolverebbero il problema anche a macchina spenta, cioè alla riaccensione i due motori si troverebbero allineati?

salvatore993
Senior
Senior
Messaggi: 1693
Iscritto il: giovedì 23 novembre 2006, 8:04
Località: Napoli-Tenerife
Contatta:

Re: Due stepper od uno stepper e collegamento meccanico

Messaggioda salvatore993 » giovedì 19 gennaio 2017, 9:11

dipende, molti stepper che definiscono ad anello chiuso, lo sono di fatto, ma non lo si sfrutta. mi spiego, il driver controlla con l'encoder che il motore si sia mosso di un numero di passi uguale a quello inviato dal controllo, poi sorgono due problemi:
il primo (per alcuni) è che quando c'è un incongruenza tra passi richiesti e passi fatti, ti viene restituito un segnale su un uscita del driver, che se non è connessa ad un sistema di recupero diventa inutile.
il secondo che vale per tutti, è che qualora il driver sia ad inseguimento è quasi inutile lo stesso, e ti spiego perché. l'anello chiuso reale servirebbe per controllare che l'asse si sia mosso effettivamente di quanto richiesto dal programma, quindi l'encoder al culo del motore è una stronzata enorme se il riscontro ti serve per il posizionamento, perché al 90% la perdita dei passi dei sistemi fai da te, sta nelle cinghie, giunti, viti ecc. un buon risultato l'ho ottenuto staccando l'encoder dal retro del motore, e mettendolo all'altra estremità della vite, ma così facendo mi devo comunque fidare della chiocciola. la soluzione è il feedback rilevato da una riga che si muova insieme all'asse.
detto questo ti dico che nelle stampanti 3d a filamento tutto questo è inutile, poiché i collassi dei materiali (la fusione della plastica) ha delle problematiche che sono spesso (quasi sempre) superiori al margine di errore che una stampante fatta con criterio possa generare.
se ti va fammi un fischio o passa per casa, già è passato Benedetto, ti illustro e ti spiego pezzi alla mano, anche questo delle stampanti è un ramo che ho e sto approfondendo in modo radicale. ne ho già comprate 5 o 6 e vivisezionate quasi tutte, tranne una wasp 4070 e la mia replicator2x che non cambierei con nessuna se non per le dimensioni. ne sto progettando e costruendo una e ti assicuro che i problemi sono altri.


Torna a “Stampanti 3D”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite