Delucidazioni su plexyglass

Foto e materiale dei nostri lavori.
Subforum:
Wooden Clocks
Rispondi
Jocman
Junior
Junior
Messaggi: 97
Iscritto il: lunedì 7 marzo 2011, 16:14
Località: Italia-Parma

Delucidazioni su plexyglass

Messaggio da Jocman » mercoledì 22 maggio 2019, 14:49

Ciao a tutti
Ormai circa un annetto fa (dovendo finalmente fare un lavoretto che avevo in programma, ma che è slittato alla settimana scorsa....) approfittando di un mio parente che poteva acquistarlo all'ingrosso, ho acquistato del PMMA da 5 mm (circa 7 pannelli 600*800).
Vorrei realizzare dei pannelli con delle scritte, e la scelta era ricaduta su quel materiale a seguito lettura forum (questo compreso) e siti vari.
Orbene....Anche se quasi un anno dopo, ho iniziato a fare il primo pannello, che, in soldoni, è venuto un vero schifo.
Da principiante previdente, ho acquistato online presso plexishop (spesso citato anche qui) dello sfrido per effettuare test (e non buttare così materiale invano). I test mi sono sempre venuti bene (a parte gli ovvi errori che via via correggevo, motivo per cui facevo i test).
Non senza....stizza (per non usare altri termini), ho iniziato a rifare altre prove per capire il perché e il percome, e alla fine sono giunto ad una conclusione: il materiale che stavo usando era volgare polistirolo, mentre quello dei test era (credo) policarbonato.
A parte avere un bel po di polistirolo che (a questo punto) non so a che diamine mi potrà servire, visto che come lo guardi si fonde (con tutto ciò che ne consegue), devo, mio malgrado, investire altri euri e approvvigionarmi del materiale; a questo giro lo ordinerò da plexishop e via.
Però: evidentemente devo aver capito male io a suo tempo, quando ritenni di dover usare il PMMA e non il volgare plexiglass da brico center (ovvero il polistirolo), perché a quanto pare sono la stessa cosa (l'alternativa è che chi me lo ha fornito sul catalogo indica PMMA e poi ti vende ben altro....)
Ma su plexishop hanno sia il PMMA che il policarbonato, ed il dubbio mi è venuto: ma per i test, lo sfrido che ho usato che cavolo era? PMMA o policarbonato?
Nella foto allegata (qualità non eccelsa ma le differenze sono evidenti), usando la stessa punta (una 2 taglienti) da una parte fonde (polistirolo) dall'altra taglia pulito pulito generando delle scagliette.
Ecco, questo qui è PMMA o policarbonato?
Tralasciando il prezzo (anche se ci sono 50 € di differenza, ma mi interessa il risultato) quale dei due dovrei prendere?

Grazie in anticipo dei consigli

Andrea
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

lelef
Senior
Senior
Messaggi: 806
Iscritto il: domenica 9 settembre 2007, 19:14
Località: Frejus

Re: Delucidazioni su plexyglass

Messaggio da lelef » mercoledì 22 maggio 2019, 17:14

a scagliette e' plexi ma potrebbe essere anche lexan
Vero che di materie pastiche ci son di varie qualita'e scifezze! io conscevo Abiplast in provincia di Milano ha buoni prodotti anche perche' il suo lavoro principale e' il pezzo tagliato a macchina o laser quindi se dopo qualche tempo si altera ci farebbe una pessima figura.
Non so se spedisce e se vende solo lastre intere o su misura io ho sempre fatto fare lavori che coprivano un'intera lastra o comprato lastre intere
Se ti serve un certo quantitativo il prezzo e la qualita' potrebbero valere i km, nel cassone dello scarto ,per far prove, trovi di tutto anche sfridi belli grossi e aggratis
Tornio Grazioli Dania retrofittato, Fresatrice Grazioli 1.5 retrofittata, cnc autocostruita nel 1998 ,rettifica piana Glia, Trapano Titex Milano
Pressa ,Troncatrici a disco e alternativa e piano di riscontro di marchio sconosciuto
Gioco con macchine e moto di modellismo e non da 1,5cc agli 8000cc

Avatar utente
Fiveaxis
Moderator
Moderator
Messaggi: 3970
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Monza e Brianza

Re: Delucidazioni su plexyglass

Messaggio da Fiveaxis » mercoledì 22 maggio 2019, 17:33

Come lavorabilità sono simili anche se il Policarbonato ha un comportamento più simile all'alluminio, si può addirittura piegare a freddo con la piegatrice come una normalissima lamiera metallica. Inoltre il policarbonato resiste meglio ai raggi UV ed alle rigature.
Come ho già detto, all'utensile, hanno un comportamento molto simile e si lavorano bene entrambi. Il PMMA, tuttavia, tende ad essere più fragile ed è facile che si scheggi, il policarbonato no.

Ora, secondo me, per fare dei pannelli va benissimo il PMMA: spendi meno, si lavora bene e il risultato lo ottieni. Detto questo è palese che il policarbonato è un materiale nettamente superiore.
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

Jocman
Junior
Junior
Messaggi: 97
Iscritto il: lunedì 7 marzo 2011, 16:14
Località: Italia-Parma

Re: Delucidazioni su plexyglass

Messaggio da Jocman » mercoledì 22 maggio 2019, 20:26

Fino all'abiplast sono circa 160 km. Non è proprio dietro l'angolo; tuttavia se lo sfrido è gratis (sul serio?) magari ogni tanto potrebbe valerne la pena.....

Riguardo Fiveaxis: facendo i conti,sono poco piu di 100€ per il pmma e circa 140€ per il policarbonato (preventivo online da plexishop,spedizione compresa).
Francamente,io userei anche il pmma come suggerisci,ma se considero che è pmma anche quello che stavo usando adesso (e che fonde come una candela),come faccio a sapere che da plexishop mi arriverà pmma serio e non la schifezza che gia ho? Dopo aver buttato quasi 300€ per quella schifezza,rischiare di buttarne via altri 100 mi stizza un po.....
Se il policarbonato (di partenza) mi garantisce che non fonde,opterei per quello adesso,anche se mi costa un po in piu.

Andrea

pela73
Senior
Senior
Messaggi: 1584
Iscritto il: domenica 7 ottobre 2007, 23:25
Località: MB monza e brianza

Re: Delucidazioni su plexyglass

Messaggio da pela73 » mercoledì 22 maggio 2019, 20:27

Il plexiglass bello da lavorare è quello colato, di solito nei brico si trova quello estruso che è più ostico da lavorare.
ciao Mirko

Alphacam 2016 R1 Ultimate ,Routech Chronos 37-22 ( 5 assi ) SCM Record 120 ( 3 assi )
Morbidelli Author 502 ( 3 assi )

Avatar utente
Fiveaxis
Moderator
Moderator
Messaggi: 3970
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Monza e Brianza

Re: Delucidazioni su plexyglass

Messaggio da Fiveaxis » mercoledì 22 maggio 2019, 20:31

Jocman ha scritto:
mercoledì 22 maggio 2019, 20:26

Se il policarbonato (di partenza) mi garantisce che non fonde,opterei per quello adesso,anche se mi costa un po in piu.

Andrea
Bhè, il policarbonato è un materiale più "nobile", quindi di base la qualità, in teoria, è generalmente più garantita/garantibile.

PS: lo spessore delle lastre di policarbonato è più preciso..Il PMMA invece, a cavallo di uno spessore 3 mm, puoi avere anche 6-7 decimi di variazione
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

Jocman
Junior
Junior
Messaggi: 97
Iscritto il: lunedì 7 marzo 2011, 16:14
Località: Italia-Parma

Re: Delucidazioni su plexyglass

Messaggio da Jocman » giovedì 23 maggio 2019, 9:14

Penso che "rischierò" col policarbonato direttamente. Magari proverò a chiedergli se mi "regalano" un pezzo di Acrydite (il pmma che vendono loro), anche piccolo (10x10cm...) giusto per fare una fresata di prova; o alla peggio gli compro un pezzo di acrydite....

Vi farò sapere, e speriamo bene

Andrea

Avatar utente
Fiveaxis
Moderator
Moderator
Messaggi: 3970
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Monza e Brianza

Re: Delucidazioni su plexyglass

Messaggio da Fiveaxis » giovedì 23 maggio 2019, 9:37

Come ha detto giustamente Pela73, il PMMA che si lavora meglio è il colato percui, se devi farti dare una campionatura, scegli quello. :wink:
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

Jocman
Junior
Junior
Messaggi: 97
Iscritto il: lunedì 7 marzo 2011, 16:14
Località: Italia-Parma

Re: Delucidazioni su plexyglass

Messaggio da Jocman » giovedì 23 maggio 2019, 12:52

Beh, dovendo chiedere (se mi fanno la cortesia) chiederò quello. Sperando che sia quello che poi mi manderebbero.

Andrea

Stm
Newbie
Newbie
Messaggi: 39
Iscritto il: sabato 15 marzo 2014, 7:42
Località: Prov. Forlì Cesena

Re: Delucidazioni su plexyglass

Messaggio da Stm » giovedì 23 maggio 2019, 13:51

Ciao. Quello del brico é quasi certamente polistirene alias polistirolo.. e non ha nulla a che fare con policarbonato e plexiglass. Ti rimando ad un topic pubblicato tempo fa..magari ti torna utile. Ciao.
viewtopic.php?f=62&t=74222

Ps. In fresatura ho quasi sempre sentito parlare di plexiglass ..un motivo ci sarà. . :roll:

Jocman
Junior
Junior
Messaggi: 97
Iscritto il: lunedì 7 marzo 2011, 16:14
Località: Italia-Parma

Re: Delucidazioni su plexyglass

Messaggio da Jocman » venerdì 24 maggio 2019, 9:15

Quello del brico so che è una fetenzia e che va evitato.
Il plexiglass (e sottolineo plexiglass PMMA, almeno come descritto nel catalogo) che avevo preso da un fornitore di materie prime si è rivelato essere polistirolo fetente lo stesso. aIn ogni caso, dopo aver rifatto per bene i calcoli, visto che la differenza pmma/policarbonato era del doppio del prezzo, ho scritto alla plexishop (specificando la problematica "fusione") la quale mi ha assicurato che lo sfrido che forniscono è esclusivamente PMMA (colato); e quindi diciamo che mi sono arrischiato a ordinare del PMMA.
Adesso vediamo quando arriva come va......

Avatar utente
Fiveaxis
Moderator
Moderator
Messaggi: 3970
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Monza e Brianza

Re: Delucidazioni su plexyglass

Messaggio da Fiveaxis » venerdì 24 maggio 2019, 10:40

Generalmente io acquisto da 3 aziende -serie- che vendono materiali plastici:

https://www.plasting.biz/
http://plasticindustriali.it/
http://www.ficed.it/

Ce ne sono moltisssime altre...Se però acquisti da "privato" il numero si sfoltisce un po'.
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

pela73
Senior
Senior
Messaggi: 1584
Iscritto il: domenica 7 ottobre 2007, 23:25
Località: MB monza e brianza

Re: Delucidazioni su plexyglass

Messaggio da pela73 » venerdì 24 maggio 2019, 20:24

Conviene andare da qualcuno che lo lavora così è probabile che ti da qualche sfrido,
Tanto per farti un esempio un mio cliente che fa espositori ne taglia parecchio di plexiglass e di pezzi ne ha sempre in giro.
ciao Mirko

Alphacam 2016 R1 Ultimate ,Routech Chronos 37-22 ( 5 assi ) SCM Record 120 ( 3 assi )
Morbidelli Author 502 ( 3 assi )

Jocman
Junior
Junior
Messaggi: 97
Iscritto il: lunedì 7 marzo 2011, 16:14
Località: Italia-Parma

Re: Delucidazioni su plexyglass

Messaggio da Jocman » martedì 28 maggio 2019, 13:00

Ieri mi è arrivato il plexiglass da plexishop.
adesso mi organizzo e ci riprovo, vi farò sapere.

Riguardo le aziende suggerite da Fiveaxis, il problema è ke io sono "privato". A parte che vendono solo a chi fattura, ma poi non necessito di quantitativi enormi (vedi l'ultima volta come è andata: mi ritrovo con 7 lastre di "polistirolo" che a sto punto non so a che mi possono servire....)

Riguardo lo sfrido, certo mi farebbe comodo avere degli scarti, visto che lavoro solo per le mie cazzatelle, ma non saprei né dove andare a prederlo né se me lo darebbero (del resto, chi sono io?)
Al momento l'unico sfrido che ho l'ho comprato da plexishop (e a come capita, tipo pacco sorpresa)

Attenzione: le abbreviazioni stile SMS non sono ammesse. (Ke invece di CHE)
Ultima modifica di Fiveaxis il martedì 28 maggio 2019, 13:28, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Abbreviazioni SMS (Avviso)

Diego
Member
Member
Messaggi: 387
Iscritto il: domenica 13 gennaio 2008, 15:18
Località: Vicenza

Re: Delucidazioni su plexyglass

Messaggio da Diego » martedì 28 maggio 2019, 13:18

Ciao, io da plexishop ho preso molto plexiglass sia di vari colori che spessori... è tutto fresabile molto bene "a secco" con monotaglienti (io lavoro fino al 0.8 mm di diametro... una volta ho fresato pure un pezzo con una 0.5 mm) e fanno un truciolo molto "definito" e pulito. Gli unici difficili da fresare erano quelli "effetto specchio". Un paio di volte ho preso alcuni fridi per completare l'ordine e ho avuto "sorprese" alcuni erano fresabili altri erano "effetto briko" puzzavano e si impastava la fresa. Ma al 90% è plexi fresabile, carteggiabile e lucidabile vai tranqui... se trovi la temperatura giusta riesci pure a curvarlo e ottenere forme "particolari" senza rovinarlo.. ottimo prodotto attento a maneggiarlo sul bordo, taglia come un rasoio. Quello del briko proprio non va bene.
Ciao

Rispondi

Torna a “Lavori”