RosettaCNC 1.6

Sezione dedicata a RosettaCNC

Moderatore: kalytom

Rispondi
rosettacnc
Newbie
Newbie
Messaggi: 26
Iscritto il: venerdì 6 settembre 2019, 8:18

RosettaCNC 1.6

Messaggio da rosettacnc » sabato 7 settembre 2019, 15:03

Sul sito RosettaCNC è disponibile la nuova versione di RosettaCNC 1.6.7 Download Page

Il team di sviluppo e' lieto di annunciare la versione 1.6 del software RosettaCNC.

Segue una lista PARZIALE delle nuove funzionalità implementate:
  • Potenziato il linguaggio GCode:
    • Aggiunto G10 L1 : Set Tool Table Entry
    • Aggiunto G10 L10 : Set Tool Table, Calculated, Workpiece
    • Aggiunto G10 L20 : Coordinate Origin Setting Calculated
    • Aggiunto G10 L100 : Set the value of some special parameters
    • Aggiunto G38.2/G38.3/G38.4/G38.5 : Probing
    • Aggiunto G43.4 : Enable RTCP feature
    • Aggiunto G43.7: Enable RTCP feature and override tool offsets using user defined arguments
    • Aggiunto G66 : Macro modal call
    • Aggiunto G67 : Macro modal call cancel
    • Aggiunto G73 : Drilling Cycle with Chip Breaking
    • Aggiunto M17 : Turn On Torch Height Control (THC)
    • Aggiunto M18 : Turn Off Torch Height Control (THC)
    • Aggiunto M47 : Restart program execution
    • Aggiunto M102 : End Program without reset
    • Aggiunto M107 : Tool change procedure started
    • Aggiunto M108 : Tool change procedure ended
  • Abilitate varie cinematiche le quali si condividono i 6 assi disponibili. Le principali sono:
    • 3 assi lineari e 3 assi tra liberi e rotativi
    • 3 assi lineari + 1 rotativo (testa tiltante A) e resto liberi - con RTCP
    • 3 assi lineari + 2 rotativi (testa tiltante A/C) e resto liberi - con RTCP
    • 3 assi lineari + 2 rotativi (roto-basculante A/C) e resto liberi - con RTCP
    • 3 assi lineari + 2 rotativi (roto-basculante B/C) e resto liberi - con RTCP

      PS: Nella 1.6 la funzionalità RTCP (G43.4 & G43.7) è abilita in base all'opzione di ordinazione della board.
  • Potenziato il linguaggio di costruzione delle VM (Virtual Machine).
    Ora è possibile realizzare VM sia per ponte fisso che mobile e supportare tutti i tipi di cinematica realizzabili dalla scheda.
  • Aggiunta la funzionalità Dynamic Offsets
    Tramite il pannello Dynamic Offsets è possibile, durante l'esecuzione di un programma, modificare dinamicamente la posizione XYZ aggiungendo un offset. Questo permette di aggiungere o togliere al volo l'extra-metallo, senza dover modificare il programma G o fermare la lavorazione. Funzione utile sopratutto in caso di CNC per incisoria.
  • Modificata la gestione JOG da UI/tastiera per essere immediata e supportare i pannelli touch screen.
  • Aggiunti nuovi menu per l'accesso ai canali di supporto e supporto remoto.
  • Esecuzione macro utente da UI e ingressi digitali.
    E' possibile associare fino a 4 macro eseguibili con pulsanti sulla toolbar e 8 macro eseguibili su comando da ingresso digitale. Le macro da toolbar possono avere un'icona e un testo descrittivo personalizzabile.
  • Nuovi codici ordinazione con espansioni I/O e funzionalità aggiuntive.
    Sono state create nuovi codici ordinazioni con la possibilità di espandere gli I/O, aggiungere ingressi analogici, etc.
  • Riorganizzati ingressi ed uscite per aumentarne il numero a disposizione.
  • Abilitato e completato il supporto gestione taglio al Plasma
  • Riorganizzato il pannello di setup dei parametri scheda aggiungendo nuove funzionalità:
    • Withdraw at Stop Settings : definisce come muovere il mandrino in casto di mancata connessione con la scheda.
    • Ristrutturata completamente la cartella Axes con l'aggiunta dei nuovi parametri:
      • Contangecy Threshold
      • Cornering Minimum Speed
      • Cornering Acceleration Override
      • Blending Acceleration Override
      • Extra Override on Fast with Kinematics
      • Allow Immediate Direction Change
      • Enable Rotary Feed Handling
    • Aggiunti nuove funzionalità e parametri di gestione dello spindle e dell'ingresso tachimetrica.
    • Riorganizzate le funzioni di gestione del tipo controllore in : Handwheel, Single Joystick e Multiple Joystick.
    • Possibilità di usare I/O generici per gestire un joystick per ogni asse.
    • Aggiunte nuove funzionalità ingressi (come ad esempio ingressi per eseguire macro utente).
    • Aggiunte nuove funzionalità uscite (come ad esempio l'accesso a tutte le uscite AUX, e stati CNC).
    • Riorganizzata la gestione cambio utensile che ora avverrà tramite macro utente e non più con procedure fisse e interne alla CNC.
    • Aggiunta la gestione digitalizzazione tramite sonda laser.
    • Abilitata e potenziata la gestione Plasma.
    • Aggiunta la possibilità di associare Alarms e Warnings custom ad ingressi digitali.
    • Aggiunta la cartella PLC per la definizione di parametri custom.
  • Aggiunta una completa gestione di sensori di precisione laser con cui fare scansioni dei modelli (file STL/TXT) o catturare la planarità materiali o piano di lavoro (file STL/TXT).
  • Il cambio utensile sia manuale che automatico viene ora realizzato direttamente in codice G posto in file macro sfruttando le funzionalità del probing e le istruzioni dinamiche del linguaggio G per l'acquisizione di stati logici degli ingressi ed interfacciamento con l'utente tramite le istruzioni M109 (messaggi), M120 (immagini).
Nel pacchetto sono state introdotte tre MACHINE demo richiamabili tramite icona presente sul Desktop:
  • RosettaCNC-1 : macchina 4 assi normale senza VM.
  • Mill-4-Axis Demo : macchina 4 assi con asse tornio con VM.
  • Table-AC Demo : macchina 5 assi tavola roto-basculante (A/C) con VM:
    Senza nome.png
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Avatar utente
danieleee
Senior
Senior
Messaggi: 2536
Iscritto il: lunedì 8 marzo 2010, 22:38
Località: Borgo Vercelli

Re: RosettaCNC 1.6

Messaggio da danieleee » sabato 7 settembre 2019, 20:39

Sono un felice possessore di Rosetta B! Che purtoppo non ha ancora una CNC da gestire.. :(
Ho scaricato la nuova versione, che dire...tanta roba! :D
Quando inserirete MDI ??

rosettacnc
Newbie
Newbie
Messaggi: 26
Iscritto il: venerdì 6 settembre 2019, 8:18

Re: RosettaCNC 1.6

Messaggio da rosettacnc » lunedì 9 settembre 2019, 12:31

Una implementazione MDI base è già disponibile e funzionante.
Basta usare la finestra di edit del programma G per impartire i comandi che si vogliono eseguire e terminare il programma con M102.

M102 significa "fine programma" senza RESET degli stati.
E' stata creata per le macro ma usata anche dal sistema MDI.

Quindi per attivare il mandrino a 1000 giri:

Codice: Seleziona tutto

M3 S100
M102
Compila (F9) e Start (CTRL + F5)

Per spostare X a 100 in G1 con F1000 con mandrino precedentemente acceso:

Codice: Seleziona tutto

G1 X100 F1000
M102
Compila (F9) e Start (CTRL + F5)

e via cosi...

Nei prossimi rilasci ci sarà una finestra di EDIT apposita dove inserire i comandi MDI multi-linea dove il bottone OK eseguirà in automatico il compila/start senza la necessità di includere M102 nel codice.

Con questo sistema è quindi possibile costruire comandi MDI multi-linea come nelle CNC professionali.

Avatar utente
danieleee
Senior
Senior
Messaggi: 2536
Iscritto il: lunedì 8 marzo 2010, 22:38
Località: Borgo Vercelli

Re: RosettaCNC 1.6

Messaggio da danieleee » lunedì 9 settembre 2019, 17:19

Questo implica:
Uscire dal programma attivo caricando un gcode vuoto.
Fare le varie operazioni necessarie che hai elencato.
Ricaricare nuovamente il gcode...
Io lo trovo eccessivamente macchinoso e scomodo.
Altra cosa...ma qui sarà più causa mia..
Al termine di un gcode devo fare nuovamente F9 prima di poter eseguire lo stesso percorso, si può evitare questo passaggio di ricarica??
Un manuale in Italiano sulla programmazione è chiedete troppo?

rosettacnc
Newbie
Newbie
Messaggi: 26
Iscritto il: venerdì 6 settembre 2019, 8:18

Re: RosettaCNC 1.6

Messaggio da rosettacnc » martedì 10 settembre 2019, 8:24

Come descritto nel precedente post inviare comandi MDI dal pannello di EDIT principale è solo un'escamotage temporanea fin tanto che non verrà abilitato un apposito pannello di edit.

La modalità con cui RosettaCNC lavora con i file/progetti G è differente da altri sistemi a cui siete abituati come Mach/USBCNC etc.

Quando si carica un programma questo viene caricato in memoria e nell'editor, dove può essere modificato al volo senza problemi.
Le modifiche, a meno che non si salvino, restano quindi temporanee ma subito operative, previa compilazione.

Questo significa che si deve abbandonare il concetto di programma aperto o chiuso.
Una volta caricato un programma ne viene visualizzato lo stato di modifica rispetto al file originale e il nome del file da cui è partito, ma nulla impedisce di modificarne radicalmente il contenuto senza dover salvarlo prima di avviarlo in CNC.

In questa chiave è possibile, una volta caricato il programma, inserire le linee di codice MDI che eventualmente si vogliono eseguire in testa allo stesso evitando di salvare su file quanto scritto.

Quando il compilatore analizza il codice si ferma al primo comando di fine programma che incontra e nel caso dei comandi MDI al M102.

Quindi:

- Carico il file di lavoro che mi interessa in memoria.
- Mi accorgo che voglio fare dei comandi in MDI e li metto in testa al programma tramite l'editor integrato.
- Compilo e do Start
- A fine comandi elimino la parte MDI inserita in testa e compilo e do start al programma

Queste azioni se non si salva il file nell'editor non toccano in alcun modo il file originale.

Esempio:

Codice: Seleziona tutto

G0 Z0
S15000 M3
Z-150
G1 X100 F1000
G0 Z0
M102

( ==                             == )
( ==    Created for RosettaCNC   == )
( ==      by BobCAD-CAM v31      == )
( ==                             == )
( ==       5 Axis Mill - v1      == )
( == Table-Table AxCz - RTCP ON  == )

O0100
; === PROGRAM INFO ===
; NAME: IMPELLER-DOUBLE.NC
; POST: Quaser
; MACH: MF630
; DATE: MON. 07/29/2019
; TIME: 04:34PM

; === TOOLS INFO ===
(MTOOL T8 S1 D8. C0. A0. H92.03)
(MTOOL T4 S2 D6. C3. A0. H89.)


; FIRST MACHINE SETUP - FINITURE

G00 G17 G21 G40 G49 G80 G90
G54

(FIRST CUT - FIRST TOOL)
(FINITURE WINGS-TOP-MULTIAXIS)
(TOP)

; TOOL #46.DIA 6 - HSS
T4 M06
G54 G17
M211
M213
C-154.877
A-84.14
G00 G90 X32.423 Y-94.683
S12000 M03
G43.4 H4 Z83.489 M08
G00 X26.882 Y-82.868 Z82.15
X22.659 Y-73.861 Z81.129
...
Quando compilo la parte iniziale viene eseguita lasciando il mandrino acceso e l'esecuzione si ferma al M102 indifferente a quanto scritto sotto.
A fine esecuzione basta rimuovere il codice scritto per le operazioni immediate e ridare Compila/Start.
Il sistema MDI di RosettaCNC permette di eseguire il 99% dei comandi G/M compresa la chiamata di macro esterne.

Già dalle prossime versioni verrà attivato un pannello a parte per i comandi MDI quindi non mi soffermerei troppo su questa feature.

Per la questione Compila/Start già dal prossimo rilascio sarà un comando unico e convergerà nel comando Start.
In pratica dando Start avverrà in automatico la ricompilazione e l'avvio.
Rimarrà comunque il pulsante Compila da usarsi per analizzare il percorso o eseguire il programma con il simulatore e per partenze da linee diverse dalla prima.

La documentazione del software è in fase realizzazione, appena disponibile sarà sbloccata e visibile a tutti gli utenti.
La documentazione hardware e codice G con relativi esempi è già disponibile nel sito o nel forum della CNC.

Avatar utente
danieleee
Senior
Senior
Messaggi: 2536
Iscritto il: lunedì 8 marzo 2010, 22:38
Località: Borgo Vercelli

Re: RosettaCNC 1.6

Messaggio da danieleee » mercoledì 11 settembre 2019, 12:30

Ok grazie! Per ora non ho altre domande.
Aspetto anche una versione tornio per Rosetta!

Avatar utente
danieleee
Senior
Senior
Messaggi: 2536
Iscritto il: lunedì 8 marzo 2010, 22:38
Località: Borgo Vercelli

Re: RosettaCNC 1.6

Messaggio da danieleee » sabato 5 ottobre 2019, 13:23

Che Rosetta sia un hardware e software già di un certo livello, su questo non ci sono dubbi..
Quello che manca però è la praticità in sè del programma.

Dico questo perchè non si può pensare solo ad una cosa del tipo, carico su una lastra di marmo e per tutto il giorno se la lavora senza problemi.
Rosetta può finire in mano anche ad hobbysti e artigiani, dove si creano singoli pezzi dalla durata di pochi minuti e spesso con gcode scritti a bordo macchina.
Di conseguenza espongo il mio parere a riguardo elencando qualche funzione/opzione nel software.

1-la gestione della percentuale dello spindle è poco efficiente, bisognerebbe almeno portarta tipo la F con il suo 300%
2-quell' utensile sempre visto con la semil matitina..che sia una tazza da 200mm o una fresetta da 1mm.
Sono dell' idea che per aver un dato sbagliato o non veritiero meglio non averlo...quindi o si può inserire reale dimensioni dell' utensile oppure optare per le crocette tipo Mach3/4, simcnc ed altri...
3-la mancanza della funzione Single Block è una cosa che lo penalizza parecchio.
Qualsiasi operatore di cnc quando prova un gcode và a cercare tale funzione, compresa in tutti i controlli cnc.
La simulazione và bene fino ad un certo punto..
4-in gcode lunghi non riesci a capire a vista d'occhio a che punto è arrivato della lavorazione, sarebbe ottimo cambiasse la riga già passata con un altro colore tipo Mach3 per capirci..

Di tutti questi la meno importante è la 4.
Diciamo che è una comodità aggiunta ma non indispensabile.
Quella che sono più importanti sono la 3 e la 1.
Ringrazio per attenzione.

rosettacnc
Newbie
Newbie
Messaggi: 26
Iscritto il: venerdì 6 settembre 2019, 8:18

Re: RosettaCNC 1.6

Messaggio da rosettacnc » sabato 5 ottobre 2019, 15:45

Egr.Sig.danieleee
alcune impressioni ai suoi punti
1-la gestione della percentuale dello spindle è poco efficiente, bisognerebbe almeno portarta tipo la F con il suo 300%

Attualmente lo spindle l'OVR va da 0 a 100% ma se vuole avere il pieno controllo dei rpm spindle tramite potenziometro/MPG/PC OVR è sempre possibile mettere su post-processor o CAM il valore S massimo e poi lavorare di OVR per trovare il numero di giri giusti per la lavorazione.
Il potenziometro OVR spindle ha una precisione a 16 bit (65535 bit per scala) più che sufficienti per regolare in modo fluido gli RPM.
2-quell' utensile sempre visto con la semil matitina..che sia una tazza da 200mm o una fresetta da 1mm.
Nella libreria utensile è possibile specificare i parametri tipici di ogni utensile quale: tipo, diametro, lunghezza, etc.
Per poter usare le caratteristiche utensile nella scena 3D è ovviamente necessario attivare l'utensile con M61 Q<n-utensile>,
di solito inserito nella macro di cambio utensile ma utilizzabile anche nel caso in cui non si abbia nessun tipo di cambio utensile
inserendo la chiamata direttamente nel programma G.
Senza la chiamata al M61 Q<n> il sistema di fatto non è a conoscenza della geometria dello stesso e in quel caso applica
il default per utensile T0 che è la pennina da lei menzionata. In alcuni sistemi molto semplici, come le lavorazioni di fresatura
su marmo non viene mai impostato alcun utensile e ci si limita ad usare il T0 con la geometria di default.

Es: Ball End Mill diametro 10 lunghezza 100:
001.png
002.png
Es: Plasma tool lunghezza 90, etc:
004.png
3-la mancanza della funzione Single Block è una cosa che lo penalizza parecchio.
Finora nessun costruttore ci ha chiesto questa caratteristica sebbene sia possibile implementarla ma a danno di alcune funzionalità.
Un CAM genera di solito un'infinità di punti per ottenere una lavorazione e per ogni punto avere il single block sarebbe estenuante.
Inoltre tutti i pianificatori di percorso hanno bisogno di "continuità" affinchè il look-ahead possa ottimizzare i percorsi, gestire le
cotangenze, eliminare i punti (blocchi) inutili poichè privi di un reale movimento dovuto alla quantizzazione dell'interpolazione,
raccordi, etc.
Eseguendo blocco per blocco nessun look-ahead può funzionare e non si avrebbe mai lo stesso risultato di movimento che si ha
con l'esecuzione continua, sia in termini di velocità che di percorso.
A tale scopo abbiamo investito molto sul simulatore dove è comunque possibile valutare ogni singolo blocco senza dover fare
questa procedura a macchina.

A breve uscirà la versione 1.6.8 con alcune nuove funzionalità e migliorie:
  • Added /scaled command line option to enable DPI scaling (ONLY W10).
  • Fixed G/M user macro arguments check management.
  • Improved toolpath preview with awareness of saw radius.
  • Improved Homing management for axes with Disabled/No Movement Homing Mode.
  • Added new firmwares for RosettaCNC-A & RosettaCNC-B 1.29:
    • Improved OVR management with JOG and Go To Position panel.
    • Changes of spindle OVR now immediately show the new target speed.
    • Removed spindle start check time when values are unchanged.
    • Added management of Spindle CW/CCW/STOP with user inputs.
    • Improved Handwheel management.
    • Changed RosettaCNC-A/B OS to version 1.12.3:
      • Fixed Points Removal Threshold management.
      • Improved Jog along tool direction management.
E molte altre funzionalità che andranno ad aggiungersi alla lista, come il pieno supporto del sistema a lavorazioni a disco via RTCP con G43.7:
rtcp_saw_tool_1.jpg
rtcp_saw_tool_2.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Avatar utente
danieleee
Senior
Senior
Messaggi: 2536
Iscritto il: lunedì 8 marzo 2010, 22:38
Località: Borgo Vercelli

Re: RosettaCNC 1.6

Messaggio da danieleee » sabato 5 ottobre 2019, 17:27

Peccato per OVR% personalmente non mi piace molto usata in questo modo, ma pazienza...
Per il resto ottimo lavoro! =D>

Avatar utente
danieleee
Senior
Senior
Messaggi: 2536
Iscritto il: lunedì 8 marzo 2010, 22:38
Località: Borgo Vercelli

Re: RosettaCNC 1.6

Messaggio da danieleee » giovedì 10 ottobre 2019, 9:06

Un controller evoluto come Rosetta, però si merita anche uscite analogiche per i motori....e ciliegina sulla torta feedback con encoder su viti..sarebbe il TOP!

Rispondi

Torna a “RosettaCNC”