inverter per tornio

Sezione dedicata all'elettronica in generale.

Moderatore: Pedro

Rispondi
ema_72
Member
Member
Messaggi: 382
Iscritto il: venerdì 11 febbraio 2011, 18:08
Località: perugia

inverter per tornio

Messaggio da ema_72 » martedì 18 luglio 2017, 16:24

inverter.jpg
Ciao a tutti
volevo se possibile un aiuto per capire dove collegare e cosa.
L'inverter serve per un motore trifase di un tornio.
Se non ho capito male collego i motore diretto all'uscita dell'inverter , poi il teleruttore delle sicurezze allo stop dell'inverter ( e non ho capito quale porta è), la direzione del motore e ho visto dove.
Per finire il tecnico dell'inverter mi ha detto che l'inverter è dotato di un relè che segnala al frenomotore quando il motore è in funzione e quando no.
La prima domanda è se ho detto delle castronerie.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

SoldatoSemplice
Junior
Junior
Messaggi: 194
Iscritto il: giovedì 10 luglio 2008, 10:46
Località: Roma

Re: inverter per tornio

Messaggio da SoldatoSemplice » martedì 1 agosto 2017, 13:22

Hai postato un'immagine ridimensionata. E' tutto troppo piccolo, non riesco a leggere nulla.

Sarei tentato di dirti che potrebbe essere quella che lo schema indica come "Uscita di attivazione funzione di protezione", dove FLC è il comune e poi puoi scegliere tra un contatto normalmente aperto (FLA) oppure normalmente chiuso (FLB).

Comunque se posti lo stesso schema dove si capiscano bene le scritte sarebbe meglio.
Credendo Vites

Avatar utente
leomonti
Senior
Senior
Messaggi: 1676
Iscritto il: mercoledì 20 dicembre 2006, 19:04
Località: Bologna

Re: inverter per tornio

Messaggio da leomonti » martedì 1 agosto 2017, 13:30

L'emergenza non deve comandare lo stop della marcia, ma togliere tensione in ingresso. Almeno io la vedo così, ed è così che sono collegati tutti i miei inverter.
Il cervello è l'organo più sopravvalutato...(W.Allen)

SoldatoSemplice
Junior
Junior
Messaggi: 194
Iscritto il: giovedì 10 luglio 2008, 10:46
Località: Roma

Re: inverter per tornio

Messaggio da SoldatoSemplice » martedì 1 agosto 2017, 13:46

Non credi che rimuovere brutalmente l'alimentazione ad un inverter possa creargli qualche problema?

Se l'inverter è a norma allora dovrebbe prevedere qualche forma di ingresso di emergenza creata appositamente, solo che io da quell'immagine non riesco a distinguere nulla.
Credendo Vites

Avatar utente
leomonti
Senior
Senior
Messaggi: 1676
Iscritto il: mercoledì 20 dicembre 2006, 19:04
Località: Bologna

Re: inverter per tornio

Messaggio da leomonti » martedì 1 agosto 2017, 16:36

Non gli crea alcun problema. Tutti gli inverter buoni hanno un condensatore a scarica lenta, che lascia terminare alla ventola il suo lavoro di raffreddamento, ed al sistema di chiudersi correttamente. In uno dei miei quadri, progettato e realizzato da un professionista, nonostante la presenza di un modulo Pilz, il fungo agisce sulla bobina del teleruttore principale, e stacca l'alimentazione a tutto il quadro. Sull'inverter, l'arresto d'emergenza, agirebbe sempre e solo alla stregua del segnale di stop marcia (da tastierino o da morsettiera).
Il cervello è l'organo più sopravvalutato...(W.Allen)

Avatar utente
vdeste
Senior
Senior
Messaggi: 2686
Iscritto il: mercoledì 17 febbraio 2010, 14:41
Località: Torre del Greco NA

Re: inverter per tornio

Messaggio da vdeste » martedì 1 agosto 2017, 17:18

Io da hobbista autodidatta mi regolo come Leomonti, per me l'emergenza deve essere quanto di più diretto ed ingorante possa esistere, proprio perchè va usata solo in caso di emergenza. Poi che in tanti la usino al posto dello stop perchè il fungo è più comodo da premere è un altro discorso.
Detesto quello che tu dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo.
Adoro discutere, odio litigare

ema_72
Member
Member
Messaggi: 382
Iscritto il: venerdì 11 febbraio 2011, 18:08
Località: perugia

Re: inverter per tornio

Messaggio da ema_72 » mercoledì 2 agosto 2017, 8:40

nel frattempo ho approfondito la cosa, ovvero l'emergenza non deve togliere corrente ma deve frenare nel piu breve tempo possibile il tornio ! nel tornio che ho preso c'è il freno direttamente nel motore per questo.

detto questo aggiungo altre informazioni.
il punto è questo, alla fine ho lasciato inalterato l'impianto del tornio che aveva già tutte le sicurezze funghetti e quant'altro , ho solo "riconvertito" il tutto a 220 trifase invece che 380 trifase.
Se vi interessa posso postare tutti gli schemi per far chiarezza

Rispondi

Torna a “Elettronica”