Suggerimenti pre-progetto CNC (work in progress)

Sezione dedicata alla tua CNC: Costruzione, descrizione, foto, accorgimenti ed errori di progettazione.
FIREF00X
Member
Member
Messaggi: 340
Iscritto il: sabato 25 aprile 2009, 15:25
Località: salerno

Re: Vademecum pre-progetto CNC

Messaggio da FIREF00X » sabato 29 giugno 2019, 18:57

i cuscinetti tipo Bf/bk sono montati come la configurazione "A" gusto?
Per ottenere una configurazione di tipo "B ", mi fai un esempio?
ciao e grazie anticipatamente.
" non si smette mai di imparare qualcosa ".

FIREF00X
Member
Member
Messaggi: 340
Iscritto il: sabato 25 aprile 2009, 15:25
Località: salerno

Re: Vademecum pre-progetto CNC

Messaggio da FIREF00X » sabato 29 giugno 2019, 18:57

grazie

evita di postare due messaggi consecutivi se tra il primo e il secondo non sono ancora trascorsi venti minuti potendo editare e modificare o integrare il primo, vedi viewtopic.php?f=60&t=20015
Ultima modifica di Mangusta il sabato 29 giugno 2019, 20:48, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: AVVISO

Avatar utente
hellfire39
Member
Member
Messaggi: 400
Iscritto il: domenica 16 dicembre 2012, 9:04
Località: AN

Re: Vademecum pre-progetto CNC

Messaggio da hellfire39 » sabato 29 giugno 2019, 19:09

Il BF contiene un cuscinetto radiale singolo
Il BK contiene due cuscinetti obliqui contrapposti.

Il caso B è quello in cui si monta un BK ed un BF. Tipicamente il BK dal lato motore.

FIREF00X
Member
Member
Messaggi: 340
Iscritto il: sabato 25 aprile 2009, 15:25
Località: salerno

Re: Vademecum pre-progetto CNC

Messaggio da FIREF00X » domenica 30 giugno 2019, 11:38

scusate per il secondo messaggio , non so come si cancella, se potete farlo voi per me.
grazie
Hellfire39 mentre per per fk/ff è tipo A o tipo B?
Altra domanda : supporto di tipo B , diametro vite 20 mm, lunghezza 1,3 metri. Dal grafico sulle ascisse corrisponde un carico di 400 daN che trasformato in KN = 4 , se trasformiamo i 4 KN in kg dovrebbero essere 407.89 kg giusto? Domanda: il tutto significa che riesce a spostare un carico fino a 407 kg? ovvio senza considerare attriti , forze contrapposte ecc

Avatar utente
hellfire39
Member
Member
Messaggi: 400
Iscritto il: domenica 16 dicembre 2012, 9:04
Località: AN

Re: Vademecum pre-progetto CNC

Messaggio da hellfire39 » domenica 30 giugno 2019, 12:25

Per i cuscinetti Fk/FF, vale lo stesso principio.
Il FK è un cuscinetto doppio mentre il FF è un cuscinetto singolo. Cambia solo la forma dell'alloggiamento esterno.

Grossomodo si, significa che la vite sopporta un carico a compressione massimo (la somma di tutte le forze che agiscono sulla chiocciola pari a quanto rilevato).

Da tenere conto che anche le accelerazioni generano forze che si sommano alle altre. Maggiore sarà la massa di ciò che movimenti, maggiore sarà l'accelerazione con cui sposti tale massa, minore sarà la forza residua applicabile.

Avatar utente
Mangusta
Administrator
Administrator
Messaggi: 21066
Iscritto il: lunedì 29 ottobre 2007, 20:15
Località: Prov. Latina

Re: Vademecum pre-progetto CNC

Messaggio da Mangusta » martedì 2 luglio 2019, 11:21

Topic moderato in osservanza dell'Art. 13 del Regolamento

FIREF00X
Member
Member
Messaggi: 340
Iscritto il: sabato 25 aprile 2009, 15:25
Località: salerno

Re: Vademecum pre-progetto CNC

Messaggio da FIREF00X » giovedì 11 luglio 2019, 0:33

Altra domanda : per calcolare ad esempio lo spessore delle lastre per la costruzione del ponte ci sono vari parametri da tenere in considerazione , tra cui : ponte fisso, ponte mobile, tipo di materiale da lavorare , potenza del mandrino ecc. giusto?
Altro parametro importante da sapere secondo me, è che forza puntiforme ( espressa in kg ) che si ha sull'utensile quando scava ad esempio 0.5 mm l' alluminio ( o altro materiale ) per ogni passata. Tutto questo perchè al di la del tipo di struttura del ponte ( ovviamente importante ), si deve tener conto anche della rigidezza della base , in quanto potrebbe flettere sotto l'azione dell'utensile , vanificando la rigidezza o meno del ponte, o sbaglio?
Come si può semplificare questo calcolo, anche se si avrà un risultato approssimativo ?
saluti e grazie anticipatamente.
ps non mi aggredite se ho scritto cavolate

Avatar utente
hellfire39
Member
Member
Messaggi: 400
Iscritto il: domenica 16 dicembre 2012, 9:04
Località: AN

Re: Vademecum pre-progetto CNC

Messaggio da hellfire39 » giovedì 11 luglio 2019, 3:03

Le caratteristiche della struttura sono importanti. Sia per le eventuali deformazioni a cui è sottoposta durante la lavorazione, sia per il dimensionamento dei motori. Più pesa la struttura, maggiore sarà la sua inerzia e quindi lo sforzo dei motori per accelerarla.

Una buona progettazione dovrebbe tenere conto di questi parametri. Probabilmente si tratta di un percorso iterativo, vincolato anche al costo del progetto: parto "aggressivo" --> vedo che la struttura pesa/costa troppo --> ridimensiono le mie aspettative --> riprogetto la macchina.

Per la forza richiesta dalla fresatura, puoi cercare nei siti che producono frese, a volte hanno dei calcolatori online come questo:

https://www.kennametal.com/en/resources ... power.html

Io ho fatto una prova, ma non sono per niente sicuro di aver inserito i valori corretti, quindi mi astengo da considerazioni in merito.

Personalmente, essendo assai pigro, non ho fatto una prova con il FEM per verificare quanto si fletta la mia struttura sotto sforzo. Ho già dato per scontato che non sarà un macchina con precisioni centesimali!
Per lo spessore(15 mm) mi sono solamente basato sull'osservazione della macchine che facciamo in azienda, e non è detto che non abbia sopravvalutato/sottovalutato tale valore.

billielliot
Senior
Senior
Messaggi: 1748
Iscritto il: martedì 16 ottobre 2007, 23:23
Località: Trezzo sull'Adda

Re: Vademecum pre-progetto CNC

Messaggio da billielliot » giovedì 11 luglio 2019, 9:18

Ciao,

io NON ho simili competenze , quindi mi limito a osservare e cercare di capire quanto fatto da chi ne sa di piu'. In questa discussione Zebrauno aveva esposto le scelte del suo progetto per un ponte mobile con dimensioni importanti. Linko un messaggio e invito a proseguire per i successivi 8. Come sempre, leggere tutta la discussione non sara' tempo perso. Peccato che non si possa ammirare l'opera completata.

Per i ponti fissi c'e' il solito progetto del bisontino.

Da quanto ho potuto leggere fino ad ora nel forum, una simulazione FEM non e' proprio come usare una calcolatrice. Non basta mettere i numeri e attendere che calcoli il risultato. Ci vuole anche esperienza diretta (con prove pratiche) per confermare i risultati e acquisire quella sensibilita', che ogni persona considerata esperta di settore possiede. Le cantonate sono sempre in agguato.

Ciao :-)

Mauro

P.S. magari e' dato per scontato ma tra i parametri metterei il materiale con cui verranno costruite le spalle.
Amat victoria curam

Avatar utente
hellfire39
Member
Member
Messaggi: 400
Iscritto il: domenica 16 dicembre 2012, 9:04
Località: AN

Re: Vademecum pre-progetto CNC

Messaggio da hellfire39 » giovedì 11 luglio 2019, 9:29

Hai ragione. Su una struttura complessa, il FEM potrebbe non essere semplice da fare.
Io lo farei sulla singola spalla per capire che tipo di flessione mi potrei aspettare. Quantomeno avere un'idea dell'ordine di grandezza atteso.

Il materiale è senz'altro importante, perché ogni materiale ha caratteristiche specifiche.
Ma, probabilmente, per una macchina amatoriale, stiamo davvero esagerando con le elucubrazioni mentali.

Non vedo l'ora di completare la mia (quando :?: :cry: #-o )? per poter valutare di prima persona le caratteristiche.

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2523
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Vademecum pre-progetto CNC

Messaggio da Junior73 » giovedì 11 luglio 2019, 9:52

Calcolare le forze in gioco al variare del tipo d fresa/materiale non è semplice . Di solito tendiamo a sovradimensionare le strutture anche in maniera eccessiva. Nei ponti mobili in generale ho visto che possono entrare molto velocemente in risonanza/vibrazioni quando si inizia ad asportare seriamente su materiali più duri. Mancano di massa non intesa in senso di peso complessivo della macchina ma di capacità nello smaltire le vibrazioni.
Il ponte in particolare soffre molto per le sue caratteristiche di costruzione questo aspetto.Molto meglio i ponti fissi dove si può costruire un ponte molto rigido.
La scelta dei materiali per costruire la cnc a livello hobbistico sono influenzati purtroppo da budget limitati di spesa. Alluminio (anche sotto forma di profilati) e ferro (anche tubolari) rimangono i più usati. Altri materiali alternativi sono scarsamente utilizzati come mix di resine epossodiche ed inerti o più semplicemente cementi più o meno particolari . Nel mio caso ho ottenuto buoni risultati con i vari Mapefill della Mapei e Kimia Betonfix Al tanto che sto per partire con la terza cnc a ponte mobile (dopo due ponti fissi) in cemento (tutto tranne lo Z). Sono curioso di capire come si comporterà il cemento quando il peso complessivo della macchina si avvicina agli standard abituali di circa 2 quintali e gli spessori quindi si riucono.

Saluti

Avatar utente
hellfire39
Member
Member
Messaggi: 400
Iscritto il: domenica 16 dicembre 2012, 9:04
Località: AN

Re: Vademecum pre-progetto CNC

Messaggio da hellfire39 » giovedì 11 luglio 2019, 10:16

Ilponte mobile soffre maggiormente del fenomeno della risonanza, proprio per via della sua struttura.
Pero io penso che la scelta tra ponte mobile e ponte fisso, in qualche modo sia collegata anche all'uso che viene fatto dello strumento.

Ditemi se sbaglio, ma mi sono fatto l'idea che il ponte mobile tenda a coprire un'area maggiore e che vada bene più che altro per lavori più "leggeri" ma che abbiano bisogno di più spazio (per esempio il taglio di pezzi sagomati da una tavola di legno) mentre il ponte fisso sia più adatto a lavorazioni più pesanti, ma anche più contenute nello spazio.

FIREF00X
Member
Member
Messaggi: 340
Iscritto il: sabato 25 aprile 2009, 15:25
Località: salerno

Re: Vademecum pre-progetto CNC

Messaggio da FIREF00X » domenica 14 luglio 2019, 19:11

Che ne pensate invece dell'uso di vari materiali, noto in giro che alcune macchine molto costose usano spesso il piano in granito rettificato alto 10-15 cm, è una buona soluzione per contenere le flessioni del piano sotto lo sforzo durante il taglio?

Avatar utente
hellfire39
Member
Member
Messaggi: 400
Iscritto il: domenica 16 dicembre 2012, 9:04
Località: AN

Re: Vademecum pre-progetto CNC

Messaggio da hellfire39 » domenica 14 luglio 2019, 19:55

Che precisioni vorresti ottenere?

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2523
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Vademecum pre-progetto CNC

Messaggio da Junior73 » lunedì 15 luglio 2019, 11:09

Ho visto usare granito con i piani di riscontro in particolare. Poche macchine invece con questo materiale e solo a livello professionale. Credo che la sua caratteristica principale sia il contenimento delle vibrazioni e mantenimento dimensionale in condizioni diverse come temperature etc. Parliamo di precisioni comunque anche oltre il centesimo... E' un materiale troppo costoso per uso hobbistico quando si parla di cnc con dimensioni e pesi considerevoli. Il cemento normale 4,25 o meglio ancora speciali come il Mapefill della Mapei o il Kimia Betonfix Al ne richiama alcune caratteristiche.
Ad oggi se dovessi costruire una cnc verticale (tipo Bf20 per rintenderci ma sui 10-15 quintali) non avrei dubbi sul materiale da usare. Resta il fatto che si trovano macchine in ghisa piuttosto datate a prezzi veramente bassi. Non conviene pensarla in cemento malgrado il suo costo davvero basso.

Saluti

Rispondi

Torna a “La mia CNC”