Motorizzazione 4°Asse

Sezione dedicata alla tua CNC: Costruzione, descrizione, foto, accorgimenti ed errori di progettazione.
Rispondi
Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2569
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Motorizzazione 4°Asse

Messaggio da Junior73 » lunedì 15 ottobre 2018, 9:56

Proprio quel tipo di lavorazioni vorrei arrivare a fare Gino. Per ora sono fermo ad Aspire e la sostituzione dell'asse x o y con A ma vorrei arrivare a gestire i 4 assi reali con Rhinocam 2018 e Rhino 6 . Non so se sia possibile invece l'incisione con laser su tondi o più facce data la lentezza dei movimenti del 4 asse e il fatto che uso proprio la permanenza sul materiale per regolare l'intensità del risultato.

Con una cnc come la tua con l'ottima idea di posizionare il 4 asse , un mandrino etc in posti fissi come fai con le altre lavorazioni? Hai un'altra macchina?

Per la contropunta pensavo di iniziare con qualcosa di semplice

https://www.banggood.com/it/Double-Bear ... s=category

magari irrobustendola un po e poi vedere come costruire o prendere qualcosa di più consono a lavorazioni con legno plastiche etc. ma anche con piccoli tondini con il tornietto.

Per il mandrino credo che la sostituzione al volo non sia cosa facile in quanto ci sono di mezzo le pulegge.

Saluti
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Avatar utente
Fiveaxis
Moderator
Moderator
Messaggi: 3922
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Monza e Brianza

Re: Motorizzazione 4°Asse

Messaggio da Fiveaxis » martedì 16 ottobre 2018, 11:04

E' meglio un mandrino a 3 griffe o uno a 4?

Credo che in questo forum si sia dibattuto centinaia di volte su questo quesito...
Un mandrino a 4 griffe è sicuramente meno preciso di uno a 3 di pari dimensioni/costruttore/fascia di prodotto. Questo è un dato di fatto, va poi capito cosa ci devi fare: se devi lavorare un quadro il 4 è la soluzione più semplice, se devi lavorare un esagono o un tondo il 3 griffe è la scelta migliore...In entrambi i casi comunque io li preferirei autocentranti.

Quoto Gino: l'deale è averli entrambi! :D
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2569
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Motorizzazione 4°Asse

Messaggio da Junior73 » martedì 16 ottobre 2018, 11:33

Ciao Five,
penso di prendere il 4 griffe autocentrante . Credo di dare la priorità alle lavorazioni da 4 asse su materiali teneri e mettere in secondo piano la sperimentazione come tornietto su tondi e relative precisioni di lavorazione.
Devo solo capire come meglio lavorare i materiali irregolari tondeggianti tipo ulivo , faggio , noce etc che ho messo da parte. Come diceva Lelef forse sarebbe il caso (non potendo sostituire il mandrino al volo) di montare proprio sul 4 griffe una sorta di plateau con 4 griffe indipendenti che di solito si usano sui torni per legno. Certo in questo caso potrebbe andare anche il 3 griffe autocentrante ma i plateau non hanno di solito il passaggio barra e questo mi può limitare.
Sto aspettando solo che Banggood mi confermi l'indisponibilità futura di quello da 125mm a circa 52 euro qui in Eu per muovermi verso altri siti. Peccato perchè stavo facendo un ordine totale su questo sito....

Saluti

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2569
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Motorizzazione 4°Asse

Messaggio da Junior73 » mercoledì 31 ottobre 2018, 9:35

Rieccomi ....aspettando che il taglio laser si liberi un po dal lavoro (sono sempre pieni!!!) e volendo realizzare qualcosa in questi giorni di ponte avevo pensato di farla in alluminio. Poi mi è tornata la "cementite" :D malattia ormai acclarata per quanto mi riguarda.
Così nel giro di un oretta ho modificato un po il disegno per fare un cassero da colare con cemento mapefill/kimia. E' quasi da ricovero fare un quarto asse con un mozzo di un auto e con cemento :lol:

Fermatemi!!! :mrgreen:

Saluti
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2569
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Motorizzazione 4°Asse

Messaggio da Junior73 » martedì 6 novembre 2018, 21:19

Sono riuscito a realizzare il cassero per la colata con pezzi recuperati (ne ho tantissimi). Ho messo della rete 10x10mm lungo il "perimetro" poichè alcune parti hanno uno spessore di 30m .Pensavo di riempire da sopra attraverso il foro praticato appositamente. IL cemento è piuttosto fluido e dovrebbe arrivare ovunque. Qualche dubbio sulla facilità di "sfilare" il rettangolo che dovrebbe creare il posto per il motore stepper (nema 23/34). Non so se olio di vasellina o similari basteranno a non fare aderire il cemento per questa parte.

Saluti
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Avatar utente
MauPre75
Member
Member
Messaggi: 529
Iscritto il: venerdì 1 dicembre 2017, 14:43
Località: Castelbuono (Pa)

Re: Motorizzazione 4°Asse

Messaggio da MauPre75 » martedì 6 novembre 2018, 21:47

Un bagno di cera forse darebbe più garanzia , ma a cemento asciutto alla peggio si può rompere il legno , mi chiedo , ma non sono lunghi i tempi di essiccazione ?

Per parti del genere ha mai pensato di fare la forma in argilla e sabbia ricoperta di cera una volta asciutta per evitate che l'umidità del cemento la faccia rinvenire, potendo creare anche forme particolari o addirittura solo cera ?

Altra domanda , non ho seguito tutto ma solo a scaglioni il treed , il motore incassato nel cemento ha aria per il calore ?

Avatar utente
MauPre75
Member
Member
Messaggi: 529
Iscritto il: venerdì 1 dicembre 2017, 14:43
Località: Castelbuono (Pa)

Re: Motorizzazione 4°Asse

Messaggio da MauPre75 » martedì 6 novembre 2018, 23:38

Perdonate un'ultima domanda , un quarto asse estraneo al software di controllo qualora fosse perfettamente gestibile potrebbe essere giustificato senza la pretesa di fare ciò che un vero quarto asse visto dal software farebbe ?
Tipo con un gcode fare la prima faccia di una fresata , poi rotazione 180° e partire con la seconda faccia , oppure tipo rotazione costante per un tornio in manuale .

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2569
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Motorizzazione 4°Asse

Messaggio da Junior73 » mercoledì 7 novembre 2018, 9:18

Ciao MAnuPre,
dunque il cemento Kimia BEtonfix Cr (come anche il mapefill della Mapei) inizia ad indurirsi già dopo un 30 minuti sviluppando un notevole calore.
Bisogna calcolare bene la quantità nel versarlo per colarlo tutto in una volta. Una volta colato il giorno dopo aprirò il sopra ed il sotto del piccolo cassero allo scopo di accellerare l'essiccazione.
Per i materiali da colata fino a questo momento ho usato tavole gialle da muratura per le due cnc e qualche pezzo in abete. Per piccoli stampi (come in questo caso) si potrebbe usare la plastica ma ciò presuppone il fatto di farne più pezzi.
All'argilla o alla cera sinceramente non ho mai pensato :shock: che vantaggi ci sarebbero?

Per il 4 asse si si può comandare a parte sia usando comandi Gcode dalla stessa scheda di controllo oppure collegando arduino + driver etc
Lo stepper non può fare da tornio normale poichè perde subito la coppia salendo con i giri (di solito dopo i 300rpm scendono in picchiata) Infatti come dicevo in questo Thread bisogna collegarci un altro motore normale per farlo lavorare da tornietto sganciando lo stepper

IL mozzo dell'auto potrebbe essere adatto anche alla creazione di un mandrino (bello grande) da foratura/fresatura a bassi giri (tipo fino a 2000) poichè i cuscinetti dovrebbero reggere carichi notevoli sia assiali che radiali. Si potrebbe motorizzare tramite l'uso del suo semiasse(un pezzo) oppure con puleggia come sto facendo nel mio caso. Il problema è trovare un motore compatto da collegarci....

Saluti

Avatar utente
MauPre75
Member
Member
Messaggi: 529
Iscritto il: venerdì 1 dicembre 2017, 14:43
Località: Castelbuono (Pa)

Re: Motorizzazione 4°Asse

Messaggio da MauPre75 » mercoledì 7 novembre 2018, 13:26

Il vantaggio dell'argilla e sabbia è quello che con la cnc ti crei lo stampo negativo della forma anche in polistirene che una volta asciutta puoi bruciare per non rischiare di rovinare il pezzo in fase di estrazione, con sabbia e argilla ricrei il pezzo che anche con vernice spray vai a spruzzare per isolarlo dell'umidità , potrai fare forme che altrimenti non potresti sformare , e a cemento essiccato basta bagnarlo per farlo sciogliere , questo solo per forme interne , per l'esterno il legno non lo batte nessuno .

Hai pensato ai motori delle ventole di radiatore auto ? Piccoli compatti e potenti

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2569
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Motorizzazione 4°Asse

Messaggio da Junior73 » mercoledì 7 novembre 2018, 14:13

Quindi prima devo preparare uno stampo per l'argilla che servirà da stampo con il cemento. Piuttosto laborioso... :) Al momento non so dove possano arrivare questi cementi diciamo particolari. Con spessori grandi (100-150mm)chiaramente non manifestano crepe etc sotto vibrazioni di una cnc. Scendendo con gli spessori non saprei . IN passato avevo pensato di farci un piano d lavoro per cnc scendendo fino a 30mm di spessore con una rete 10x10mm interna. L'idea era di prendere due tavole gialle da muratura (500x1000mm) , spianarle togliendo un paio di decimi , riverniciarle a spray e poi fare la colata. Su entrambi i lati del piano di lavoro passare uno strato di resina epossidica ( a pennello) per poi rettificare di nuovo con cnc.
Sono curioso non solo della planarità ma anche dal comportamento sotto vibrazioni di lavoro. I tavoli da ping pong esterni in cemento vibrato non sembrano spaccarsi ma sono più spessi.

Per i motori no ma penso che siano da 200-300 watt. Per potenti intendo un paio di kw ad induzione. Si potrebbe anche usare un mandrino cinese con coppia massima già intorno ai 12000 riducendo con la puleggia di almeno 6 volte con cinghie Htd8m per realizzare più facilmente le pulegge che potrebbero essere anche lisce

Saluti

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2569
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Motorizzazione 4°Asse

Messaggio da Junior73 » mercoledì 7 novembre 2018, 21:18

Sono riuscito a fare la colata. Ho usato 9kg di Mapefill e 1,35kg di acqua in un secchio con trapano e miscelatore ....ne è avanzato pochissimo ad un certo punto temevo di aver sbagliato i calcoli :? . Avevo fatto un tappo in legno adatto per chiudere a filo il foro di entrata del cemento che ho messo dopo circa 10 minuti. Ho versato lentamente in modo da non formare bolle di aria e dato qualche "colpo" leggero .
Domani spero di riuscire a togliere una parte del cassero in modo da far essiccare il cemento.

Saluti
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Avatar utente
MauPre75
Member
Member
Messaggi: 529
Iscritto il: venerdì 1 dicembre 2017, 14:43
Località: Castelbuono (Pa)

Re: Motorizzazione 4°Asse

Messaggio da MauPre75 » mercoledì 7 novembre 2018, 21:25

La tecnica dello stampaggio con argilla e sabbia è affidabile e sicuro se ben fatto , pensa che è usato in fonderia per lo stampaggio dei metalli , qualche prova l'ho fatta anche io con alluminio .

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2569
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Motorizzazione 4°Asse

Messaggio da Junior73 » giovedì 8 novembre 2018, 11:07

E' senza dubbio interessante.....potrei fare dei test con piccole forme solo per vedere fin dove ci si può spingere. DI preciso come dovrei fare?

Un altro test che purtroppo non ho potuto fare, come dicevo in altro Thread , è l'aggiunta al mapefill di un 30%(l'idea era arrivare fino al 50%) in peso di trucioli di ferro/acciaio provenienti da fresatura, taglio ferro etc di piccola pezzatura. Avevo visto la presenza di trucioli nei contrappesi delle lavatrici.
Il Mapefill come anche il Kimia legano molto con materiali ferrosi . La struttura dovrebbe irrobustirsi anche usando pezzature da 1.2.3mm che non inficiano forme particolari. Non so se tendano a depositarsi verso il basso quanto più fluido è il mapefill. Ci potrebbero essere infatti dei manufatti piccoli dove non è possibile "armare" il cemento con reti etc In sostanza spingere questi cementi verso quello che si fa con le resine ma a costi molto inferiori.

Saluti

Avatar utente
MauPre75
Member
Member
Messaggi: 529
Iscritto il: venerdì 1 dicembre 2017, 14:43
Località: Castelbuono (Pa)

Re: Motorizzazione 4°Asse

Messaggio da MauPre75 » giovedì 8 novembre 2018, 12:29

Il metodo è una miscela di sabbia preferibilmente di fiume più fine possibile e argilla ( terra argillosa se ne trova tanta in natura ma la trovi anche in commercio ) , in rapporto approssimativo 90% sabbia 10% argilla , meno argilla metti meglio è quindi puoi anche ridurre , usa pochissima acqua giusto l'indispensabile per ottenere un impasto duro che puoi pressare , se lo fai troppo umido in essiccazione spacca , preferibilmente farlo asciugare a temperatura ambiente non oltre i 40° perché spacca .
Allego foto di una ingessatura da provare in fusione .
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2569
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Motorizzazione 4°Asse

Messaggio da Junior73 » venerdì 9 novembre 2018, 17:52

A distanza di circa un paio di giorni ho iniziato ad aprire il cassero. Il cemento non è ancora ben asciutto. Vado ad evidenziare le problematiche che immaginavo si sarebbero presentate:


- Si sono formate delle bolle di aria sulla pare superiore (vicino al tappo) e nel mezzo nella parte orizzontale. In un punto in alto a destra il cemento non è proprio arrivato.

- Far uscire le viti ha dei vantaggi rispetto all'uso che facevo con i manicotti a filo con vite esterna ,ma presenta qualche problema quando i vanno a togliere i pezzi. Il legno infatti con l'umidità tende a
stringere le filettature costringendo a forzare con cacciavite. Questo cemento tiene perfettamente il filo sugli spigoli ...i segni che vedete sono appunto fatti da me con cacciaviti .
Bisogna adottare un sistema di estrazione dall'esterno con bussole sparse ad hoc che con l'uso di viti facciano appunto da estrattori per ogni pezzo in maniera equilibrata.

-Come supponevo il tondo in legno che dovrebbe servire per formare l'incasso da 85mm del mozzo non si toglie facilmente. Dovevo farlo leggermente conico (sono come San Tommaso!!!) .
Ho provato ad estrarlo ma nel cemento si è formata una piccola frattura superficiale. Aspetto qualche giorno che il cemento si indurisca e il legno si sgonfi dall'umidità.

- Per il parallelepipedo che serviva per creare lo spazio per il motore stepper la situazione è a dir poco tragica. Non si muove. Il truciolare dovrebbe essersi gonfiato premendo sulle pareti nonostante olio di vasellina . Anche qui aspetto qualche giorno ma ho la sensazione
che dovrò tagliarlo internamente (a mano) . Certo che questa me la potevo risparmiare ...bastava un pezzo di tubolare anche di plastica lasciato sul posto !!!!

- Il cemento mi ha staccato la vernice che avevo dato dal legno :shock: E' pur vero che è una vernice diciamo andata che non riesce a essiccarsi in tempi brevi....


Nel week end cercherò di "stuccare" i danni che ho fatto durante l'estrazione !!!! :roll:


Saluti
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Rispondi

Torna a “La mia CNC”