Quanto flettono le barre tonde, piene o tubolari

Sezione riservata ai sofware sviluppati in proprio
Rispondi
ranatan
Senior
Senior
Messaggi: 1596
Iscritto il: giovedì 11 gennaio 2007, 19:34
Località: Torino

Messaggio da ranatan » domenica 22 luglio 2007, 13:15

Data la molteplicita' di calcolo della resistenza del materiale tra momenti, frecce e reazioni ho pensato che utilizzaste anche la formula di Eulero che permette di ricavare il carico tot P critico capace di produrre un principio di deformazione.....ero solo curioso dato i miei vecchi studi al Poli di Torino,tutto qui :D

Avatar utente
franc
Senior
Senior
Messaggi: 1150
Iscritto il: lunedì 13 novembre 2006, 20:10
Località: Ponte S.Giovanni-PG

Messaggio da franc » domenica 22 luglio 2007, 14:54

OK grazie per il chiarimento.
Non mi sono spinto a tanto anche perchè le mie nozioni non me lo consentono.
Invece sarebbe stato utile, ma sono ancora in tempo, indicare come fare l'analisi dei carichi, che, se non fatta con accortezza, porta a risultati sballati, per i quali, specie i neofiti, ne sono scoraggiati, fuorviati o comunque portati a ritenerli inattendibili.

ciao
franc
cerco sempre di fare tutto con entusiasmo, ma a volte non è sufficiente.

Avatar utente
franc
Senior
Senior
Messaggi: 1150
Iscritto il: lunedì 13 novembre 2006, 20:10
Località: Ponte S.Giovanni-PG

Messaggio da franc » lunedì 13 agosto 2007, 17:38

Sarebbe stato giusto farlo alla pubblicazione del programma, lo faccio ora anche per tranquillizzare
chi, in pm mi chiede spiegazioni per le sue barre rettificate e temperate per le quali il programma
calcola frecce impossibili.
Premesso che la rettifica e la tempera non influiscono sulla freccia, perchè l'uno è una lavorazione
tesa a migliorare la forma e l'altro è un trattamento superficiale di indurimento utile solo ai fini dell'usura,
come pure l'eventuale cromatura.

Per la determinazione del carico P, facendo riferimento al grafico sottoriportato, supponendo di voler
verificare la barra A1, il carico sarà  formato da :

1 ) gli interi pesi delle parti in verticale su di essa (parti in rosso )
2) metà  dei pesi di vite e barre asse y, irrigidimenti tra le due fiancate ecc ( parti in blu)
3) per il calcolo della componente relativa al fresatore e suoi scorrimenti, compreso
tutto ciò che può traslare in Y, si dovrà  disegnare il fresatore fino a fine corsa verso A1,
si misurano le due entità  ( a ) e ( b ) la cui somma sarà  pari a Ly e il peso del sistema z
( parti in verde) si dovrà  moltiplicare per (b) e dividere per Ly.

La somma di questi tre pesi è il carico cercato P da inserire in Kg nel programma

Spero di essermi espresso chiaramente.

ciao
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
franc
cerco sempre di fare tutto con entusiasmo, ma a volte non è sufficiente.

Avatar utente
antaniocnc
Member
Member
Messaggi: 417
Iscritto il: domenica 21 gennaio 2007, 21:01
Località: salerno
Contatta:

Messaggio da antaniocnc » domenica 10 febbraio 2008, 3:08

utilissimo programmino, grande idea complimenti :wink:
l'unico mio dubbio riguarda il perchè tu abbia inserito l'opzione di scelta del vincolo tra appoggio e semincastro, come può influire sulla flessione questo parametro?
grazie. :)

Avatar utente
ing_orso
Senior
Senior
Messaggi: 1424
Iscritto il: sabato 9 dicembre 2006, 14:31
Località: provincia di Parma

Messaggio da ing_orso » domenica 10 febbraio 2008, 8:51

come possa influire?! oddio è fondamentale!!
l'appoggio è un vincolo che non si oppone alla rotazione;
l'incastro è un vincolo che, fra l'altro, impedisce la rotazione.

Immagina di avere la tua barra:
la prendi e la appoggi sopra alle tue fiancate: hai realizzato uno schema di calcolo appoggio-appoggio, la barra alle estremità , in corrispondenza degli appoggi, è assolutamente libera di ruotare;
la filetti alle estremità  e la imbulloni alle tue fiancate: hai realizzato uno schema incastro-incastro (in realtà  semincastro per vie di rigidezze diverse, ma per adesso fa niente), la tua barra non è libera di ruotare alle estremità  in quanto è costretta ad aderire alle fiancate;

tiesci ad immaginare che nel secondo caso, a parità  di carico, la freccia sarà  minore?

Avatar utente
antaniocnc
Member
Member
Messaggi: 417
Iscritto il: domenica 21 gennaio 2007, 21:01
Località: salerno
Contatta:

Messaggio da antaniocnc » domenica 10 febbraio 2008, 15:36

beh in effetti parlando di rotazione ero sicuro che centrasse poco con la flessione, tuttavia io avevo dato per scontato che gli alberi fossero cmq fissati alle estremità , per cui non capivo l'opzione.
chiarito l'arcano :)

Avatar utente
Laserteam
Newbie
Newbie
Messaggi: 17
Iscritto il: venerdì 4 gennaio 2008, 8:16
Località: Turriaco (GO)
Contatta:

Messaggio da Laserteam » lunedì 3 marzo 2008, 13:04

Ho provato il programma e mi sembra molto utile.
Ho una perplessita': non e' richiesto nei dati di input il sigma del materiale.
Hai usato il parametro fisso 2100000?
E se la barra ha un sigma diverso?

Cordiali saluti

Eugenio

Avatar utente
franc
Senior
Senior
Messaggi: 1150
Iscritto il: lunedì 13 novembre 2006, 20:10
Località: Ponte S.Giovanni-PG

Messaggio da franc » lunedì 3 marzo 2008, 16:04

Ciao Eugenio,

La E (modulo di elasticita) è 2100000 che si riferisce agli acciai. Questo valore non varia molto al variare del tipo di acciaio e per il nostro scopo può andare bene così. Ho fatto delle prove portando la E a 2050000 e su una barra appoggiata, piena da 30 mm con carico di 50 Kg, luce 600mm, la freccia differisce solo di 8/1000.

Il sigma (carico di resistenza) lo devi conoscere tu per confrontarlo con la sullecitazione calcolata.

Il valore invece che può portare a risultati anche molto diversi tra la teoria e la pratica è il tipo di appoggio. Per il semplice appoggio non ci sono problemi ma il semincastro, che nel calcolo è stato assunto come una media tra l'incastro perfetto e l'appoggio, in realtà  può essere realizzato in diverse forme e materiali da farlo variare anche di molto.
Una barra collegata ad una fiancata di legno, pur sufficientemente staffata avrà  un semincastro che si avvicina molto ad un semplice appoggio, mentre se la fiancata è metallica e rigidamente intelaiata sarà  di tipo più vicino all'incastro perfetto.

Per i nostri scopi e per avere in fase progettuale una idea di quello che succederà  alle nostre barre, credo vada bene cosi.

Salutami Gradisca d'Isonzo, che mi ricorda la mia gioventù.

ciao
franc
cerco sempre di fare tutto con entusiasmo, ma a volte non è sufficiente.

gawain
Newbie
Newbie
Messaggi: 23
Iscritto il: martedì 8 dicembre 2009, 22:56
Località: milano

Re: Quanto flettono le barre tonde, piene o tubolari

Messaggio da gawain » martedì 5 gennaio 2010, 22:06

c'è anche questo

http://www.architetti.viterbo.it/pdownload.htm

1camp.zip

e mgari questo

travecondwg.zip

Avatar utente
AvioP
Member
Member
Messaggi: 256
Iscritto il: lunedì 15 dicembre 2008, 17:23
Località: Udine

Re: Quanto flettono le barre tonde, piene o tubolari

Messaggio da AvioP » martedì 5 gennaio 2010, 22:26

va da dio!
la creatività è la materializzazione dell'intelligenza umana

Stemby
Newbie
Newbie
Messaggi: 12
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2011, 19:22
Località: Missaglia (LC)

Re: Quanto flettono le barre tonde, piene o tubolari

Messaggio da Stemby » sabato 9 aprile 2011, 15:02

La discussione è molto interessante, ma il programma non lo posso provare (non uso Windows).

Credo che sarebbe bello riscriverlo in Python per includerlo in FreeCAD.

Ciao!

deca86it
Newbie
Newbie
Messaggi: 2
Iscritto il: giovedì 1 novembre 2012, 15:03
Località: Verona

Re: Quanto flettono le barre tonde, piene o tubolari

Messaggio da deca86it » giovedì 1 novembre 2012, 15:30

Interessante il programmino, ma io non riesco ad avviarlo, uso Win 7 64Bit e in effetti sembra essere proprio quello il problema, ho provato ad eseguirlo in compatibilità  con win xp, 2000, 95 e 98 ma non ne vuole sapere.. qualcuno mi sa indicare come risolvere? nel frattempo provo sul pc di mamma che ha XP nativo!

Turn-On
Newbie
Newbie
Messaggi: 39
Iscritto il: giovedì 30 ottobre 2014, 18:26
Località: Lancusi

Re: Quanto flettono le barre tonde, piene o tubolari

Messaggio da Turn-On » lunedì 3 novembre 2014, 14:05

Signori,
esiste un progammino simile che funzioni per calcolare il peso P che grava sulle sbarre ?
Avete anche un programmino per calcolare il centro di massa (ipotizzata uniforme) per il sistema asse Y+asseZ ?
grazie

Turn-On
Newbie
Newbie
Messaggi: 39
Iscritto il: giovedì 30 ottobre 2014, 18:26
Località: Lancusi

Re: Quanto flettono le barre tonde, piene o tubolari

Messaggio da Turn-On » lunedì 3 novembre 2014, 14:08

Signori,
esiste un progammino simile che funzioni per calcolare il peso P che grava sulle sbarre ?
Avete anche un programmino per calcolare il centro di massa (ipotizzata uniforme) per il sistema asse Y+asseZ ?
grazie

Avatar utente
franc
Senior
Senior
Messaggi: 1150
Iscritto il: lunedì 13 novembre 2006, 20:10
Località: Ponte S.Giovanni-PG

Re: Quanto flettono le barre tonde, piene o tubolari

Messaggio da franc » lunedì 3 novembre 2014, 19:45

Per coloro che non riescono a far girare il programma 'freccia', ho aggiornato lo stesso, che dovrebbe funzionare anche su sistemi recenti.
il file non posso allegarlo qui perché supera le dimensioni imposte dal forum.
Chi è interessato ne faccia richiesta in mp o via mail e sarà accontentato.

saluti
franc
cerco sempre di fare tutto con entusiasmo, ma a volte non è sufficiente.

Rispondi

Torna a “Home Made”