come si installa una macchina utensile

Regole da conoscere e rispettare per la propria e l'altrui sicurezza.
ATTENZIONE: Nella sezione potrebbero essere presenti immagini ritenute "forti e/o molto forti"
Rispondi
Avatar utente
walgri
God
God
Messaggi: 4730
Iscritto il: giovedì 13 gennaio 2011, 18:37
Località: Cagliari

Re: come si installa una macchina utensile

Messaggio da walgri » mercoledì 26 novembre 2014, 14:17

Nei capannoni prefabbricati molti si sono concessi delle licenze assurde, non solo in Sardegna, notoriamente poco incline ai terremoti, ma le licenze non si limitano ai terremoti, anche il vento per certuni è uno sconosciuto. Le relazioni a struttura ultimata e gli atti di collaudo poi spesso non valgono più della carta su cui sono scritti. Parlo a ragion veduta e dopo aver litigato parecchio con prefabbricatori, direttori dei lavori, collaudatori.

I produttori che in genere "si salvano" sono i produttori a livello nazionale, che impogono standards qualitativi anche alle squadre di montatori.

Per aggiungere a quanto altri hanno già detto (non mi occupo per istinto di sopravvivenza di sicurezza nei cantieri e negli altri luoghi di lavoro):
A meno di normative locali più restrittive, la legge nazionale impone una riverifica della struttura soltanto in caso di interventi abbastanza invasivi sulla struttura o una modifica importante dei carichi antropici previsti. Uno dei parametri da considerare in questo caso è l'aumento dei carichi alle fondazioni superiore al 10% (ma non è l'unico). Mentre non si impone nulla circa una possibile mutata "classificazione sismica", non impone neanche una riverifica a scopi conoscitivi (cosa che avviene per gli edifici pubblici - badate solo a scopi conoscitivi). Atteso che in questi casi quasi tutto il patrimonio edilizio italiano andrebbe dichiarato inagibile.

Visto che si tratta di un investimento importante e una "disgrazia" può mettere in ginoccho una nascente attività, una verifica seria non la escluderei comunque.
...stop chasing shadows, just enjoy the ride.
Aìna pantografoTelemetria per KFlopBlenderCAM STL + DXF

Avatar utente
Zebrauno
God
God
Messaggi: 9667
Iscritto il: venerdì 18 settembre 2009, 18:24
Località: Savigliano/Torino
Contatta:

Re: come si installa una macchina utensile

Messaggio da Zebrauno » mercoledì 26 novembre 2014, 15:36

Gia' solo parlando di condizione idrogeologica oggi una grandissima parte del patrimonio edilizio ad uso abitativo, nei piani terreni di condomini o villette, risulterebbe essere inagibile per il rischio di allagamento e inondazione.

Abitazioni che all'epoca della costruzione non presentavano la necessita' di requisiti particolari per assenza di rischi di esondazione.
Oggi certe case potrebbero ospitare la vita umana solo con serramenti e porte a tenuta stagna e paratie di protezione dal fango.

ciao

Avatar utente
salvoimprevisti
Member
Member
Messaggi: 340
Iscritto il: lunedì 20 gennaio 2014, 16:14
Località: lombardia leno

Re: come si installa una macchina utensile

Messaggio da salvoimprevisti » mercoledì 26 novembre 2014, 17:20

grazie per la collaborazione innanzi tutto, il fabbricato è del 1964 è registrato come officina metalmeccanica uso forgia saldatura ecc al catasto( se volete allego visura) e al comune ho la visura è stato collaudato per il rumore ed è ok era fino a 5 anni fa una officina di precisione ora il vecchio proprietario ha venduto una parte di macchine e gli restano queste se qualcuno la vuole gestire darebbe le macchie , quel che restano ed i locali da sistemare, ma voi mi dite che il gioco non vale la candela , comunque grazie x i giusti consigli ne faremo tesoro, una parte del progetto dell'impianto elettrico è disponibile lui lo aveva fatto fare da un ingegnere x adeguamento ma non l'ha messo in atto a causa delle spese che doveva affrontare comunque grazie ancora se aveste altri suggerimenti vi invito a rispondere, non credete nemmeno sia il caso di fare una pratica x finanziamento credete sia un suicidio? dico bene?
I metalli si riconoscono dal suono, le persone dalle parole e, soprattutto, dalle azioni.

Avatar utente
Zebrauno
God
God
Messaggi: 9667
Iscritto il: venerdì 18 settembre 2009, 18:24
Località: Savigliano/Torino
Contatta:

Re: come si installa una macchina utensile

Messaggio da Zebrauno » mercoledì 26 novembre 2014, 18:03

Dipende da te e da quanto confidi nelle tue previsioni di entrata.

Personalmente non ho mai chiesto un finanziamento...lo vedo come un salto nel vuoto sperando di trovare qualche liana a cui appendersi.
Altri lo visualizzano come un cappio che si solleva sempre piu' in alto, e l'unica speranza di salvezza e' trovare sgabelli sufficienti e stabili per non finire strangolati.

Tutto si gioca sulla carta, nel tuo piano d'impresa.

ciao

Avatar utente
salvoimprevisti
Member
Member
Messaggi: 340
Iscritto il: lunedì 20 gennaio 2014, 16:14
Località: lombardia leno

Re: come si installa una macchina utensile

Messaggio da salvoimprevisti » giovedì 27 novembre 2014, 8:54

una ultima domanda e poi non vi impotuno piu oggi come oggi con tutta questa burocrazia e pressione fiscale che tipo di attivita tira ancora nel settore della meccanica, giusto per orientarci ed avere una idea grazie scusa se insistiamo
I metalli si riconoscono dal suono, le persone dalle parole e, soprattutto, dalle azioni.

torn24
God
God
Messaggi: 3131
Iscritto il: venerdì 1 febbraio 2008, 11:28
Località: Modena

Re: come si installa una macchina utensile

Messaggio da torn24 » giovedì 27 novembre 2014, 9:34

che tipo di attivita tira ancora nel settore della meccanica
Questa è solo una considerazione personale ma che ritengo veritiera, vero in generale ma nello specifico nel settore meccanico, non c'è oggi una produzione nell'ambito della meccanica che dia garanzie di lavoro e di guadagno in modo assicurato, siamo in un mercato globale che impone una concorrenza globale, se si produce un pezzo meccanico deve risultare conveniente non importarlo dall'estero, e le aziende oggi, non hanno problemi di produrre ma di vendere quello che producono.

Spesso quando si apre un attività, non è come negli anni 50-60, ossia si apre perché c'è richiesta e necessità, ma si apre entrando in concorrenza con attività già esistenti e dove non esiste un ulteriore richiesta, faccio un esempio, uno decide di aprire una pizzeria, in realtà di pizzerie ce ne sono a sufficienza, si apre per offrire qualcosa di diverso o di migliore per togliere i clienti ad altri e portarli nella nostra pizzeria.

Quindi non esiste un settore "che tira", una persona conosce un determinato processo produttivo, e pensa posso produrre un prodotto migliore o posso produrre a un prezzo più basso o entrambe le cose, e si mette in concorrenza "togliendo lavoro ad altre aziende"

Concludo, che è difficile fare concorrenza ad aziende nate da oltre 20 anni, hanno i loro clienti e si sono conquistate la fiducia, si sono attrezzate per produrre nel modo migliore a prezzi più competitivi, fare concorrenza a queste ditte significa non usare operai ma schiavi che lavorano 14 ore per uno stipendio da 1000 euro in condizioni non favorevoli e con macchinari non eccelsi , questo schiavo puoi essere solo tu :mrgreen:
CIAO A TUTTI !

Avatar utente
Zebrauno
God
God
Messaggi: 9667
Iscritto il: venerdì 18 settembre 2009, 18:24
Località: Savigliano/Torino
Contatta:

Re: come si installa una macchina utensile

Messaggio da Zebrauno » giovedì 27 novembre 2014, 9:39

La risposta e' NESSUNA.
Quello che 'tira' sono le commesse, non e' l'attivita' in se, locata in un luogo qualsiasi, condotta da persone qualsiasi a decretare il successo.

ciao

Avatar utente
turbina
God
God
Messaggi: 4912
Iscritto il: domenica 19 novembre 2006, 14:34
Località: Paese TREVISO
Contatta:

Re: come si installa una macchina utensile

Messaggio da turbina » giovedì 27 novembre 2014, 11:06

La tendenza in questi ultimi periodi per abbassare i costi di produzione è usare un robotino manipolatore che carica e scarica i pezzi dal tornio o dalla fresatrice, si trovano sull'usato dai 5000 a 12.000 euro circa e si ammortizza in un anno perchè un solo operatore può tenere 3-4 macchine contemporanenamente e officine con una decina di macchine sono mandate avanti da 2-3 operatori, quindi i tuoi concorrenti saranno questi, se sei pronto ad offrire al committente una produzione al costo più basso di questo potrai aggiudicarti la commessa altrimenti ..niente Certo ci sono anche le tornerie che non usano robotini ma metà degli operatori sono rumeni o extracomunitari pagati al minimo sindacale, saranno anche queste aziende tuoi concorrenti avversari temibili.
Con quelle macchine manuali non puoi fare produzione, non puoi fare prototipizzazione, sono poco utili anche per un officina autoriparatore, ho la sensazione che l'officina è arrivata a stento alla chiusura solo grazie alle macchine che ora non ci sono più e a un portafoglio clienti che si è sempre più assotigliato, è una sensazione ..ovvio.
Comunque molto dipende dal tipo di attività desideri avviare e che non ne siamo a conoscenza, se farai cancelli in ferro battuto o accessori per le ville dei ricchi, devi essere un artista, allora 1/4 delle macchine ce le hai
Fresa CNC ISEL Gantry027, Tornio CNC DM3000, 3DP PrusaI3.

Avatar utente
salvoimprevisti
Member
Member
Messaggi: 340
Iscritto il: lunedì 20 gennaio 2014, 16:14
Località: lombardia leno

Re: come si installa una macchina utensile

Messaggio da salvoimprevisti » giovedì 27 novembre 2014, 16:40

e per fare manutenzione tipo l'ingranaggio o il pignone del trattore usurato la boccola in bronzo o il perno in acciaio rotto o usurato come facevano i nostri nonni che si tiravano la giornata o la riparazione con saldatura ad argon x alluminio o in ghisa non è piu conveniente? diciamo il terzista x il settore autoriparatore o riparatore manutentore industriale insomma la vecchia officina di precisione che riparava dal pezzo meccanico dello scooter al grosso pezzo della macchina industriale logorato , non tira + questo settore a livello proprio artigianale un tuttofare insomma tipo un jolli metalmeccanico dove ti rivolgi e ti trovala soluzione ai tuoi problemi , la vecchia bottega artigianale di aggiustaggio è morta con la globalizzazione e l'avvento dell'idraulica e delle trasmissioni pneumatiche e l'inarrestabile elettronica e i ricambisti che affabulano i riparatori e meccanici superstiti? è questo che vorreste dire in soldoni se ho capito male vi invito a correggermi grazie
I metalli si riconoscono dal suono, le persone dalle parole e, soprattutto, dalle azioni.

Avatar utente
Franco99
God
God
Messaggi: 4910
Iscritto il: sabato 13 dicembre 2008, 13:32
Località: Lugano, Svizzera

Re: come si installa una macchina utensile

Messaggio da Franco99 » giovedì 27 novembre 2014, 17:13

salvoimprevisti ha scritto:che tipo di attività tira ancora nel settore della meccanica
Che "tira" sempre sono le armi, la richiesta è in continuo aumento. :?

Saluti,

Franco

torn24
God
God
Messaggi: 3131
Iscritto il: venerdì 1 febbraio 2008, 11:28
Località: Modena

Re: come si installa una macchina utensile

Messaggio da torn24 » giovedì 27 novembre 2014, 17:21

@salvoimprevisti, in effetti il tuo ultimo messaggio è chiarificatore ed è anche una possibilità lavorativa,
il fatto che non centra niente con "officina meccanica" ed "officina meccanica di precisione" che richiamano aziende che si occupano di pezzi meccanici, oggigiorno prodotti con solo macchine cnc.

Se si è capaci di riparare macchine agricole o altro è una possibilità di lavoro, spesso però le cooperative agricole si occupano loro stessi delle riparazioni non gravose dei macchinari, altro punto, se in un officina meccanica si realizza un pezzo secondo disegno, usando i materiali indicati, non si è responsabili se il pezzo è fatto a regola d'arte, il responsabile è il progettista del pezzo e chi decide di utilizzarlo,
invece se uno volesse riparare una macchina agricola o altro tipo di macchina, ed ad esempio sostituisce un semplice perno di un escavatore con un perno di acciaio non idoneo, diviene lui responsabile di eventuali danni,
è vero che una riparazione di una macchina agricola potrebbe bastare macchine come trapano radiale e tornio parallelo, ma se la riparazione ci molla e causa danni potrebbero farti causa...
CIAO A TUTTI !

Rispondi

Torna a “Sicurezza”