adeguamento macchine utensili

Regole da conoscere e rispettare per la propria e l'altrui sicurezza.
ATTENZIONE: Nella sezione potrebbero essere presenti immagini ritenute "forti e/o molto forti"
Rispondi
Avatar utente
salvoimprevisti
Member
Member
Messaggi: 340
Iscritto il: lunedì 20 gennaio 2014, 16:14
Località: lombardia leno

adeguamento macchine utensili

Messaggio da salvoimprevisti » giovedì 3 marzo 2016, 9:50

ciao, credo che questa tematica sia gia stata ampiamente trattata, comunque per un maggiore chiarimento apro discussione, possiedo macchinari degli anni 70, se volessi usarli, cosa dovrei fare per l'adeguamento macchine utensili, secondo la vigente legislazione?grazie a chi vorra fornire ulteriori chiarimenti e aggiornamenti in materia, sopratutto conviene economicamente, quando non conviene adeguare una macchina e consigliate di dismeterla?
I metalli si riconoscono dal suono, le persone dalle parole e, soprattutto, dalle azioni.

aceofblade1
Junior
Junior
Messaggi: 99
Iscritto il: mercoledì 11 febbraio 2015, 17:44
Località: Dronero

Re: adeguamento macchine utensili

Messaggio da aceofblade1 » venerdì 8 aprile 2016, 22:32

Ciao

Dipende...uso privato o ditta, e se ditta, usi solo tu o hai dipendenti?

Quanto alla convenienza...dipende da macchina a macchina, visto che in alcuni xasi costa di piu certificare la messa a norma che il macchinario.

Imho

Dan

Avatar utente
salvoimprevisti
Member
Member
Messaggi: 340
Iscritto il: lunedì 20 gennaio 2014, 16:14
Località: lombardia leno

Re: adeguamento macchine utensili

Messaggio da salvoimprevisti » martedì 19 aprile 2016, 17:22

un tornio gatti da 150, un fracom 240, due rettifiche x alberi a gomito, diciamo che sono ditta artigiana, che spesa dovrei preventivare?
I metalli si riconoscono dal suono, le persone dalle parole e, soprattutto, dalle azioni.

aceofblade1
Junior
Junior
Messaggi: 99
Iscritto il: mercoledì 11 febbraio 2015, 17:44
Località: Dronero

Re: adeguamento macchine utensili

Messaggio da aceofblade1 » sabato 23 aprile 2016, 22:04

riporto quel che mi ha detto qualcuno ferrato, un paio di anni orsono, poi verifica .)

devi calcolare l'installazione dei classici dispositivi che servono su macchine analoghe, sui torni non so, ad es su una pialla fungo di arresto, cuffia coprilame, dispositivo antiriavvio etc.

una volta fatto un perito deve certificare le opere eseguite, al tempo si parlava di 500 € ca a macchina,per macchinari semplici, poi magari trovi a meno.

Ciao

Dan

aceofblade1
Junior
Junior
Messaggi: 99
Iscritto il: mercoledì 11 febbraio 2015, 17:44
Località: Dronero

Re: adeguamento macchine utensili

Messaggio da aceofblade1 » sabato 23 aprile 2016, 22:05

ah, e se non ricordo male se sei solo non serve norma ce ma basta ...626 credo, ri-verifica .

Avatar utente
salvoimprevisti
Member
Member
Messaggi: 340
Iscritto il: lunedì 20 gennaio 2014, 16:14
Località: lombardia leno

Re: adeguamento macchine utensili

Messaggio da salvoimprevisti » martedì 3 maggio 2016, 17:30

non capisco piu niente fra normative leggi ecc comunque ho il progettino per impianto elettrico, vorrei sapere gli spazi di ingombro intorno alla macchina oltre i vari sistemi di sicurezza grazie scusate se approfitto del vostro prezioso tempo
I metalli si riconoscono dal suono, le persone dalle parole e, soprattutto, dalle azioni.

Avatar utente
mgd966
Senior
Senior
Messaggi: 771
Iscritto il: lunedì 12 settembre 2016, 2:49
Località: Changzhou,Cina-ridente paesino del Verbano,Italia

Re: adeguamento macchine utensili

Messaggio da mgd966 » giovedì 22 settembre 2016, 12:56

@salvoimprevisti :
ho visto un tuo vecchio post dove volevi aprire una officina per riparazioni tuttofare come ai bei tempi che furono.
L'hai aperta? e' per questo che chiedi?
Sapessi che invidia,dovo lavoro io e' un dramma,non esistono questo tipo di professionalita'.
In bocca al lupo,
Mauro
se non e' rotto non si puo' aggiustare

syntronik
Senior
Senior
Messaggi: 1031
Iscritto il: giovedì 16 settembre 2010, 10:44
Località: Parma
Contatta:

Re: adeguamento macchine utensili

Messaggio da syntronik » giovedì 24 novembre 2016, 12:15

Io ho messo in sicurezza tutte le macchine,
Tornio: messo la protezione mandrino apribile, che quando si apre, si ferma, tolto le due leve della frizione, lasciato solo quella su carrello a destra,
fatto una nuova leva, che quando si ferma il mandrino, si incastra con un dentello, per riattivare la frizione si deve spostare a destra e innestare la frizione, fatto piccolo quadretto con pulsanti motore e refrigerante e fungo emergenza, tutto a 24 VDC, con teleruttoin emergenza di comando per motori.
Fresa VCOM a controllo numerico, chiuso tutta la circonferenza della corsa tavola con scrocco di emergenza quando si apre, le protezioni sono fissate al pavimento con solo una porticina protetta da emergenza quando si apre, inscatolato la tavola, specialmente sul fronte fresa con una paratia scorrevole, che quando si apre la paratia si ferma in stop, fungo di emergenza sia sul quadro comandi che sulla parete esterna dello scatolato, per emergenza in caso di lavoro.
Rettifica Favretto: rifatto tutta parte elettrica, con tutti i comandi a pulsante e teleruttori con magneto termici 24VDC, emergenze sia sul pulpito che sulla testa e fuori dalla gabbia che chiude nei limiti della corsa tavola, se si deve entrare la porta o sportello ne blocca tutto, anche qui, la parte accessibile alla mola e piano magnetico, chiuso con scatolato con porta scorrevole, che ne blocca in emergenza, se si apre.
Trapano radiale e trapano a colonna: messo le protezioni mandrino, che fermano quando si apre, la solita mezza luna di plastica come nel tornio, fatto tutti i comandi a bassa tensione con funghi di emergenza in ogni dove.
GRNERALI: Appiccicato cartelli ovunque per ricordare l'uso di ochiali, scarpe di lavoro, guanti e indumenti per saldatura, avvisi di non aprire quadri e segnalazione di valore delle tesioni, e cartelli che vietano di oliare durante il moto, vietato rimuovere le sicurezze, e togliere la tensione principale prima di aprire il quadri elettrici, messo cartello sulla porta Vietato ingresso ai non addetti, cartello dispersore di terra, indicazione della uscita in caso di emergenza, estintore con relativo cartello, vitato fumare e bere alcoolici, più di così non sò cosa altro mettere.
Esiste quello che si chiama logica della sicurezza, basta immaginare di avere in officina un dipendente tonto, e mettere tutto quello che serve, in tal caso non serve un perito, se poi uno si vuol dare una martellata in un dito, sono affari suoi, e pensare che io sono solo, e appena dentro ci sono tre bagget o come si scrive, per i visitatori, che devono appiccicarselo al collo quando entrano, ed un cartello, che avvisa di non muoversi se non accompagnati.
se ho dimenticato qualche cosa ditelo che provvedo.
Se ti fermi, sei una cosa inutile.
http://www.syntcncsrl.com

aceofblade1
Junior
Junior
Messaggi: 99
Iscritto il: mercoledì 11 febbraio 2015, 17:44
Località: Dronero

Re: adeguamento macchine utensili

Messaggio da aceofblade1 » giovedì 24 novembre 2016, 14:03

Scusa, ma se nulla e cambiato non basta la logica ma ci deve essere un certificato di messa a norma.

Che poi in pratica basti il buonsenso, mi trovi d accordo, anche se spesso e proprio quello che manca a molti.

Imho

Dan

TIRZAN
Senior
Senior
Messaggi: 2120
Iscritto il: sabato 27 luglio 2013, 16:54
Località: AQ

Re: adeguamento macchine utensili

Messaggio da TIRZAN » giovedì 24 novembre 2016, 16:01

la messa in sicurezza è stata certificata poi?ci dovrebbe essere un certificato per ogni macchina.

cmq se lavori in proprio senza dipendenti non era necessaria

syntronik
Senior
Senior
Messaggi: 1031
Iscritto il: giovedì 16 settembre 2010, 10:44
Località: Parma
Contatta:

Re: adeguamento macchine utensili

Messaggio da syntronik » giovedì 24 novembre 2016, 16:10

è vero, che se lavoro senza dipendenti, la cosa cambia, ma tuttavia qualsiasi officina in cui si eseguano lavori, deve essere a norme, e nel caso un domani serva un collaboratore, basta fare la certificazione con le spese previste, ma se avviene un controllo, da parte dell'ispettorato del lavoro, o della ASL, anti incendio, sei sempre a posto, e non hanno niente da obiettare, almeno così me la hanno venduta.
Se ti fermi, sei una cosa inutile.
http://www.syntcncsrl.com

aceofblade1
Junior
Junior
Messaggi: 99
Iscritto il: mercoledì 11 febbraio 2015, 17:44
Località: Dronero

Re: adeguamento macchine utensili

Messaggio da aceofblade1 » giovedì 24 novembre 2016, 20:41

se sei solo basta siano adeguate alle norme 626, così mi dissero, quali poi siano... :?:

Rispondi

Torna a “Sicurezza”