Lavorazioni di resine e/o materiali potenzialmente infiammabili

Regole da conoscere e rispettare per la propria e l'altrui sicurezza.
ATTENZIONE: Nella sezione potrebbero essere presenti immagini ritenute "forti e/o molto forti"
Rispondi
safe60
Member
Member
Messaggi: 478
Iscritto il: venerdì 29 maggio 2009, 8:43
Località: Ferrara
Contatta:

Lavorazioni di resine e/o materiali potenzialmente infiammabili

Messaggio da safe60 » giovedì 19 ottobre 2017, 12:35

Buongiorno. Chiedo un' informazione relativa a normative ma prima illustro lo scenario.

Una ditta esegue prevalentemente lavorazioni di resine per costruzione stampi e controstampi per lo stampaggio di compositi. Si tratta di lavorazioni spesso lunghe e quindi in parte vengono eseguite di notte quando la macchina non e' presidiata da operatori.

La resina in questione e' potenzialmente infiammabile e in caso di rottura utensile, il tutto si potrebbe trasformare nella versione moderna dell'uomo primitivo che accende un fuoco strofinando un ramo con le mani.

La domanda : una macchina CNC che lavora materiali potenzialmente infiammabili in modalita' non presidiata deve rispondere a qualche normativa specifica di sicurezza (oltre ovviamente a quelle solite che purtroppo non conosco..) oppure il fatto che non sia presidiata non fa differenza ?
C'e' un riferimento normativo da consultare ?
More Maiorum

Avatar utente
Fiveaxis
Moderator
Moderator
Messaggi: 3967
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Monza e Brianza

Re: Lavorazioni di resine e/o materiali potenzialmente infiammabili

Messaggio da Fiveaxis » giovedì 19 ottobre 2017, 21:43

Ti rispondo senza avere conoscenze specifiche.
Per quanto ne so io, la normativa macchine ha l'intento di ridurre al minimo i rischi di infortunio dell'operatore o delle persone preposte a "stare intorno alla macchina".
Seguendo questa logica, non credo esitano delle norme di sicurezza supplementari applicabili alle macchine che lavorano non presidiate.
E' pur vero che, se una macchina prende fuoco (non sarebbe una novità!), il danno per l'azienda potrebbe essere molto pesante ergo, chi esegue lavorazioni potenzialmente infiammabili, avrà tutto l'interesse ad adottare le necessarie contromisure, per evitare di trovare il capannone incenerito alla mattina :mrgreen:
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

safe60
Member
Member
Messaggi: 478
Iscritto il: venerdì 29 maggio 2009, 8:43
Località: Ferrara
Contatta:

Re: Lavorazioni di resine e/o materiali potenzialmente infiammabili

Messaggio da safe60 » giovedì 19 ottobre 2017, 22:11

nel frattempo mi sono un po informato. Sembra sia come dici, nel senso che non pare esistano normative supplementari da ottemperare nel caso la macchina lavori non presidiata. Sembra pero' che sia obbligatorio avere un sistema di rilevazione incendi che attivi le relative contromisure (impianto antiincendio). Ho trovato riferimento a un decreto legge del 2008 che rimanda a una norma UNI.. Ora sono fuori ma appena rientro, sara' meglio che mi informi
More Maiorum

Avatar utente
El Ventu
Senior
Senior
Messaggi: 675
Iscritto il: sabato 29 novembre 2008, 11:45
Località: Vallis Lagarinae Communitate, in Provincia Libera Tridentina et in Tridentino - Besenellum

Re: Lavorazioni di resine e/o materiali potenzialmente infiammabili

Messaggio da El Ventu » lunedì 6 novembre 2017, 18:46

Quando facevo frese per il legno, avevamo una profilatrice CNC per le lame.
Lavora con olio intero, lo polverizza parecchio e specie lavorando HSS (per il 99.9% affilavamo metallo duro) dalla zona di lavoro si sprigionavano molte scintille.

Una volta ha fatto la fiammata....
Il sensore di fiamma (credo I.R.) e il resto dell'impianto antincendio hanno spento tutto quasi istantaneamente e fermato la macchina.

Li so che c'era una normativa, non saprei quale.

Rispondi

Torna a “Sicurezza”