Toucan clock - la bobina

Sottosezione creata AdHoc per i vostri Wooden Clocks
Avatar utente
Franco99
God
God
Messaggi: 4910
Iscritto il: sabato 13 dicembre 2008, 13:32
Località: Lugano, Svizzera

Re: Toucan clock - la bobina

Messaggio da Franco99 » domenica 14 febbraio 2016, 17:40

Quando il transistor non conduce c'è attrazione fra il magnete permanente e il nucleo in ferro dolce della bobina.
Quando il transistor conduce, i due campi magnetici si respingono e il pendolo viene spinto via dalla bobina.

In altre parole, durante l'oscillazione, quando il pendolo si avvicina al nucleo della bobina è in un primo tempo
attratto e poi in un secondo tempo è respinto mentre sia allontana dal nucleo della bobina.

Saluti,

Franco

Angolopiatto
Senior
Senior
Messaggi: 1061
Iscritto il: lunedì 23 marzo 2015, 19:39
Località: Trapani

Re: Toucan clock - la bobina

Messaggio da Angolopiatto » domenica 14 febbraio 2016, 17:54

C'é da dire ( come ho già detto ) che il pendolo/magnete, si muove in maniera diversa se in basso c'é un traferro/nucleo ferromagnetico oppure se non c'é nulla, quindi il sistema posto in basso, agisce sicuramente sul pendolo... con o senza alimentazzione elettrica. Nel suo moto verso il basso, in prossimità del nucleo ferromagnetico, il pendolo viene attratto naturalmente ma accellera in sua prossimità, ricevendo ulteriore spinta/attrazzione verso il basso... ora occorre solo neutralizzare il magnetismo oppure, sfruttare il fatto che il pendolo essendo più veloce del normale, polarizando il flusso magnetico in maniera tale che funga da molla di compressione per poi scaricarsi "vilentemente", si dia la forza necessria a compensare le perdite meccaniche e quì abbiamo le oscillazzioni continue... allora, il circuito fornirebbe così sempre e solo una forza repulsiva per spingere il pendolo, mentre quella attrattiva è generata dalla gravità terrestre e dal nucleo ferromagnetico della bobina, un po come sucede con le cerniere degli sportelli nella cucina componibile.

Abbiamo detto la stessa cosa? :oops:

f.sco

Avatar utente
Pedro
God
God
Messaggi: 6552
Iscritto il: domenica 6 aprile 2008, 18:44
Località: Roma

Re: Toucan clock - la bobina

Messaggio da Pedro » domenica 14 febbraio 2016, 18:17

Franco99 ha scritto:Quando il transistor non conduce c'è attrazione fra il magnete permanente e il nucleo in ferro dolce della bobina.
Quando il transistor conduce, i due campi magnetici si respingono e il pendolo viene spinto via dalla bobina.

In altre parole, durante l'oscillazione, quando il pendolo si avvicina al nucleo della bobina è in un primo tempo
attratto e poi in un secondo tempo è respinto mentre sia allontana dal nucleo della bobina.

Saluti,

Franco

giustissimo, abbiamo scritto tanto tutti e due ma alla fine ci siamo capiti :lol:

devo dire che sono discussioni che mi piacciono e a cui ho sempre partecipato volentieri, come molti sanno poi ho quasi sempre argomentato sperimentando e producendo filmati o foto ma è un periodo in cui devo consegnare in fretta delle cose, oggi (sto lavorando) mi sono concesso un po' di piacevole distrazione divagando sull'argomento. Ma non è detto che poi qualche cosa di semplice non si possa sperimentare, un pendolo ci non vuole molto a farlo. Vedremo :D




da rammentare le correnti di Focault
https://www.youtube.com/watch?v=4qWzRfbcilU


https://www.youtube.com/watch?v=YccxW8uKQOQ

che sono solo ed unicamente frenanti, altro che effetto "fionda"
"Ho controllato molto approfonditamente," disse il computer, "e questa è sicuramente la risposta. Ad essere sinceri, penso che il problema sia che voi non abbiate mai saputo veramente qual è la domanda."

Avatar utente
Franco99
God
God
Messaggi: 4910
Iscritto il: sabato 13 dicembre 2008, 13:32
Località: Lugano, Svizzera

Re: Toucan clock - la bobina

Messaggio da Franco99 » domenica 14 febbraio 2016, 19:19

Ho solo cercato di spiegare con parole semplici come ritengo che funzioni dal punto di vista elettrico
e dal punto di vista magnetico. Dato che è già stato costruito da tante persone, non metto in dubbio
che l'orologio funzioni.

L'energia elettrica viene fornita da pile oppure da un alimentatore e viene convertita in energia meccanica
durante la fase attiva quando il transistor conduce e il magnete permanente e il nucleo della bobina si
respingono. Questa fase attiva ovviamente fornisce più energia di quanto se ne perda per attrito nell'orologio
e per le perdite durante la fase passiva quando l'avvolgimento che genera l'impulso di comando fa il suo lavoro.
Se non fosse così l'orologio si fermerebbe.

Saluti,

Franco

Avatar utente
Pedro
God
God
Messaggi: 6552
Iscritto il: domenica 6 aprile 2008, 18:44
Località: Roma

Re: Toucan clock - la bobina

Messaggio da Pedro » domenica 14 febbraio 2016, 19:30

in rete si trovano tanti ma tanti progetti per "pendoli a controllo elettromagnetico". Devo dire che questo ha una semplicità circuitale "esasperante", semplicità che credo sia la sua forza ma anche forse un punto debole nella sua messa a punto e/o criticità costruttiva. Geniale il fatto che non consumi corrente se non per un attimo allungando la vita delle batterie, non ha circuiteria complessa quindi di costo abbordabilissimo e facile realizzazione se vogliamo. Però forse se non va difficile monitorare quello che succede senza una strumentazione "elettrotemporale" adeguata, un oscilloscopio sarebbe utile in questi casi,


ne abbiamo parlato a lungo e tanto proprio perchè le cose semplici a volte nascondono ragionamenti complessi, ma è sempre un piacere :D
"Ho controllato molto approfonditamente," disse il computer, "e questa è sicuramente la risposta. Ad essere sinceri, penso che il problema sia che voi non abbiate mai saputo veramente qual è la domanda."

marcelloleonetti
Newbie
Newbie
Messaggi: 16
Iscritto il: sabato 7 agosto 2010, 10:03
Località: cosenza

Re: Toucan clock - la bobina

Messaggio da marcelloleonetti » lunedì 15 febbraio 2016, 10:35

Scusate se mi intrometto.....
data la difficoltà a mettere a punto questa "maledetta" bobina provate a dare un'occhiata a questo link http://www.trainelectronics.com/Pendulum/article.htm sicuramente troverete la soluzione al pendolo

Avatar utente
Franco99
God
God
Messaggi: 4910
Iscritto il: sabato 13 dicembre 2008, 13:32
Località: Lugano, Svizzera

Re: Toucan clock - la bobina

Messaggio da Franco99 » lunedì 15 febbraio 2016, 11:50

@marcelloleonetti:

Propongono una bobina con un avvolgimento unico che viene sfruttato in un primo
tempo per generare l'impulso di comando e poi in un secondo tempo per creare il
campo magnetico che respinge il magnete permanente. Questa soluzione semplifica
la costruzione della bobina ma aumenta la complessità del circuito.

Saluti,

Franco

marcelloleonetti
Newbie
Newbie
Messaggi: 16
Iscritto il: sabato 7 agosto 2010, 10:03
Località: cosenza

Re: Toucan clock - la bobina

Messaggio da marcelloleonetti » lunedì 15 febbraio 2016, 13:56

beh si potrebbe provare a farlo, ho molta esperienza sui circuiti stampati e ti garantisco che è una cosa semplicissima

tonino70
Newbie
Newbie
Messaggi: 23
Iscritto il: martedì 6 marzo 2007, 20:38
Località: Locri (RC)

Re: Toucan clock - la bobina

Messaggio da tonino70 » domenica 21 febbraio 2016, 8:52

sto cercando di sperimentare questa soluzione (bobina unica) prendendo spunto da un progetto trovato in rete, che utilizza una bobina singola e un microprocessore per controllare con piu' precisone la fraquenza del pendolo in modo da compensare eventuali ed inevitabili attriti, in pratica il processore controlla il periodo del pendolo (1 secondo) e regola la spinta da dare in base all'oscillazione rilevata, infatti con la bobina originale del toucan noto che il pendolo non ha sempre una oscillazione unifore, nel senso che a volte lo vedo fare una cosa piu' linga e a volte piu' corta e questo naturalmente incide molto sulla porecisione. inoltre la bobina in questo caso deve essere avvolta su un nucleo non magnetico in modo da non avere nessuna influenza al passaggio del magnete se la bobina e' spenta, cosa che , come spiegata nel post, non accade nella bobina del toucan.
Comunque non riesco a capire perche' non funziona la bobina d i arnaldoMI , dalle foto sembra tutto a posto......forse il problema e' meccanico....
mi viene da pensare che il pendolo non sia libero di oscillare senza attriti e che la bobina non riesca a spingerlo per questo....
hai montato cuscinetti sull'asse del pendolo?
io all'inizio avevo montato delle boccole al posto dei cuscinetti e non riuscivo a farlo oscillare, mi succedeva la stessa cosa che ti sta succedendo a te,
prova afarlo oscillare senza le levette dello scappamento...magari funziona, ma sono sicuro che sono prove che avrai gia' fatto....

duair
Junior
Junior
Messaggi: 169
Iscritto il: venerdì 20 giugno 2008, 22:29
Località: Torino
Contatta:

Re: Toucan clock - la bobina

Messaggio da duair » domenica 21 febbraio 2016, 12:04

duaok

Avatar utente
arnaldoMI
Junior
Junior
Messaggi: 91
Iscritto il: lunedì 13 novembre 2006, 19:36
Località: Sesto San Giovanni (MI)
Contatta:

Re: Toucan clock - la bobina

Messaggio da arnaldoMI » giovedì 25 febbraio 2016, 23:06

Grazie Tonino,

... ho costruito/montato solo base, supporto, asta pendolo e bob con magnete; il perno è infilato nel legno, cosi come fatto con altri orologi, con attrito minimo (immagino cosa potrebbe accadere se avesse connesso il meccanismo :cry: )


Da un pensiero del caro Albert

La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché. Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perché!

Non ho ancora fatto le prove che sono state qui esposte ma mi riprometto di riprovare anche se le cose/progetti/programmi/istruzioni, secondo me, dovrebbero essere sempre, "a prova di scemo"....però ad alcuni funziona perfettamente .....
Sono iscritto da tempo (poco x me) in questo forum.......è una fonte inesauribile di......sapienza, basta saperla utilizzare!!!

Avatar utente
arnaldoMI
Junior
Junior
Messaggi: 91
Iscritto il: lunedì 13 novembre 2006, 19:36
Località: Sesto San Giovanni (MI)
Contatta:

Re: Toucan clock - la bobina

Messaggio da arnaldoMI » lunedì 29 febbraio 2016, 15:06

... guardate qui....

http://www.accomplished.org/2010/06/02/solar-pendulum/

... ma, secondo me, ha poca forza.....
Sono iscritto da tempo (poco x me) in questo forum.......è una fonte inesauribile di......sapienza, basta saperla utilizzare!!!

tonino70
Newbie
Newbie
Messaggi: 23
Iscritto il: martedì 6 marzo 2007, 20:38
Località: Locri (RC)

Re: Toucan clock - la bobina

Messaggio da tonino70 » domenica 13 marzo 2016, 8:16

ecco i primi eperimenti....sebra funzionare bene, che ne dite?

circuito funzionante con bobina singola e controllata da un piccolo microcontrollore della TI.
i due led indicano se il tempo di oscillazione e' corretto, il rosso lampeggia se il pendolo e' troppo veloce e il verde se il pendolo e' troppo lento, cosi' il l'altezza del peso si regola in pochi minuti, se i led sono spenti l'oscillazione e' esattamente di un secondo, funziona a batterie (4 stilo) inoltre regola eventuali variazioni dell'aoscillazione variando gli impulsi inviati alla bobina da un minimo di 15mS a un massimo di 35mS. e' in funzione da un giorno e sembra funzionare bene.

tutta la documentazione necessaria per la costruzione la trovate qui: http://www.carveshop.com/html/electronics.html
il venditore puo' fornire un kit completo di circuito e bobina pronto all'uso, io ho preso solo im processore programmato e ho fatto in casa tutto il resto (se no che gusto c'e?)

ecco le foto
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Angolopiatto
Senior
Senior
Messaggi: 1061
Iscritto il: lunedì 23 marzo 2015, 19:39
Località: Trapani

Re: Toucan clock - la bobina

Messaggio da Angolopiatto » domenica 13 marzo 2016, 9:19

Io sono del parere che il dispositivo/circuito presentato all'inizio possa funzionare egregiamente solo se si toglie il nucleo ferromagnetico dalla bobina e ciò per una questione di logicità (la mia); se il magnete del pendolo viene attratto dal nucleo ferromagnetico, per potersi svincolare da esso deve avvenire che detto nucleo in un dato momento risulti amagnetico o addirittura leggermente repulsivo... ed ecco che le energie in gioco sono davvero enormi vista la delicatezza del congegno... un magnete al neodimio e simili, esercita una forza di attrazzione davvero spropositata nel dispositivo della discussione, così pure altrettanto il campo magnetico che interagisce con lui deve essere direttamente poporzionale e quindi, una gran corrente per generarlo... un gran consumo elettrico anche se impulsivo... e il circuito così come viene proposto non si presta a questo enorme flusso di corrente per generare questo enorme flusso magnetico;
e come il solito,

sono solo mie supposizioni :)

f.sco

Avatar utente
gianluca_g
Junior
Junior
Messaggi: 185
Iscritto il: sabato 3 gennaio 2009, 13:13
Località: Portsmouth UK
Contatta:

Re: Toucan clock - la bobina

Messaggio da gianluca_g » domenica 13 marzo 2016, 11:08

Io avevo realizzato un circuito simile (con il transistor) ma non sono mai riuscito a farlo funzionare bene.
o meglio, il circuito funziona, ma non e' proprio adatto per tenere il pendolo in movimento. innanzitutto il "chiodo" non serve, anzi rompe solo le scatole attraendo il magnete sul pendolo, in secondo luogo e' meglio dare l'impulso un attimo DOPO che il magnete eccita la bobina. con il circuito a transistor il tempo di reazione era troppo rapido, con la conseguenza di respingere il pendolo verso l'alto invece che di lato. per risolvere il problema io ho usato un arduino, che rileva il passaggio del pendolo e fornisce un impulso alla bobina 35 mS dopo il passaggio del pendolo. il risultato in questo video: https://www.youtube.com/watch?v=XJ6TYWH9S5U

il numero di avvolgimenti della bobina NON e' granche' importante, ho costruito 5 orologi con questo sistema e tutti funzionano bene, con due bobine sovrapposte, una tra 800 e 2000 spire per l'impulso ed una tra 200 e 800 per rilevare il segnale.

Rispondi

Torna a “Wooden Clocks”