Creare il "vuoto". Scelta tipologia

Accessori, strumenti ed utensili anche home made, per la fresatura, tornitura e foratura su macchine utensili tradizionali e a controllo numerico.
Subforum:
Strumenti di Misura e Controllo
Rispondi
ASCRUTO
Newbie
Newbie
Messaggi: 27
Iscritto il: lunedì 22 agosto 2022, 21:30

Creare il "vuoto". Scelta tipologia

Messaggio da ASCRUTO » sabato 12 novembre 2022, 21:55

Buonasera a tutti, dopo diversi preventivi per realizzare il piano aspirato per la mia queenbee, mi è sorto un grande dubbio.
Con la macchina precedente, una Predator della J-D, montavo un piano aspirato con pompa per vuoto della Becker ( se così si scrive ).
Adesso mi sono ridotto alla queen, con la quale produco diversi lavori, ma ancora non ho finalizzato il piano di fissaggio, infatti al momento blocco i pezzi , tutti in plexiglas, con nastro adesivo e colla spray.... Intendiamoci, i risultati sono perfetti e lo dico da professionista, ma i tempi di bloccaggio e fresatura sono biblici.
Dopo diversi preventivi, e consoluenze spesso non volute, mi sono domandato se la mia idea di fissaggio fosse semplicemnte vincolata alla precedente esperienza.
Mi spiego meglio.
Sono amico di un utilizzatore di una Zuhnd, la cui macchina monta un piano aspirato di qualche tipo, diverso da quello che ho sempre visto ed utilizzato, cioè una sorta di tavoletta di cioccolato, per capirci.
Alla fine mi sono reso conto che esistono due "motori" che possono gnerare il vuoto aspirante, entrambi con pregi e difetti.
La classica pompa, almeno per me, somiglia a questa ( scelta a caso fra le varie simili )
pompa-per-vuoto-doppiostadio-rc4d-e-v-67-ltmin.jpg
Questo tipo di pompe, per quello che ho capito, creano un grande vuoto, ma quando i tagli sui pezzi fissati diventano passanti, allora l'aria aspirata ne riduce la tenuta. Quindi risultano più performanti quando il vuoto da creare si delimita ad una superficie "chiusa". Infatti, non a caso credo, sulla mia vecchia cnc la pompa assorbiva quasi 7Kwh.
Poi ho scoperto questo tipo di aspirazione, dopo aver visto la Zuhnd:
jqt-anello-blower-cnc-router-pompa-a-vuoto-a-canale-laterale-blower-vacuum-pump.jpg
Mi pare di capire che queste siano studiate non tanto per creare e mantenere un vuoto, ma per aspirare più aria possibile, situazione che si crea appunto quando i tagli dei pannelli diventano passanti e la superficie aperta e quindi l'aria aspirata sia volumetricamente importante.
Avete esperienza con questa tipologia di fissaggio? Come deve essere strutturato il piano?
Io pensavo ad una grande serie di fori e come sacrificale una gomma traspirante, ma mi muovo in un campo che conosco poco.
Vi ringrazio e auguro un buon weekend
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Avatar utente
CARLINO
Senior
Senior
Messaggi: 1245
Iscritto il: domenica 17 novembre 2019, 12:56
Località: COMO

Re: Creare il "vuoto". Scelta tipologia

Messaggio da CARLINO » sabato 12 novembre 2022, 22:19

Riguardo al piano " tavoletta di cioccolato " guarda questo video postato in un'altra discussione :
https://www.youtube.com/watch?v=7ePBQhumvqw

mimoletti
Senior
Senior
Messaggi: 1053
Iscritto il: giovedì 4 dicembre 2008, 17:56
Località: Torre del Greco (NA)

Re: Creare il "vuoto". Scelta tipologia

Messaggio da mimoletti » domenica 13 novembre 2022, 7:59

Ciao Carlino, ma nel video che hai postato il secondo piano di nobilitato come viene fissato sul primo di MDF?
Tornio Wabeco D6000; Fresa Wabeco F1210; Segatrice Nebes TM125 Inverter; Tavola a dividere Vertex HV-6,Morsa meccnica Allen MAP/78-N

https://www.youtube.com/watch?v=cobEZI8KvOk

73 IU8NNS.

Avatar utente
CARLINO
Senior
Senior
Messaggi: 1245
Iscritto il: domenica 17 novembre 2019, 12:56
Località: COMO

Re: Creare il "vuoto". Scelta tipologia

Messaggio da CARLINO » domenica 13 novembre 2022, 11:54

Per aspirazione : mi hanno spiegato , persone più esperte del forum, che l'mdf liberato dalla "crosta " , strato superficiale, è abbastanza permeabile e riesce a bloccare il pannello superiore che può essere fresato anche fino al taglio, incidendo il martire.

Avatar utente
Vecchietto67
Member
Member
Messaggi: 536
Iscritto il: lunedì 9 ottobre 2017, 7:28
Località: Bologna

Re: Creare il "vuoto". Scelta tipologia

Messaggio da Vecchietto67 » domenica 13 novembre 2022, 12:51

A mio parere il sistema del video è ottimo per grandi superfici. In una piccolissima parte del video si vede un piccolo pezzo di tavola che durante la contornatura si stacca dal piano di MDF. Di solito questo non provoca danni, ma ovviamente questo lascia intendere che l'adesione di ogni singolo pezzo non è garantita. Volendo eliminare il problema si potrebbe procedere con una svuotatura e non con un taglio per contornatura ma ovviamente i tempi cambiano.
Non sono un genio ma voglio farvi credere che lo sono .........

ASCRUTO
Newbie
Newbie
Messaggi: 27
Iscritto il: lunedì 22 agosto 2022, 21:30

Re: Creare il "vuoto". Scelta tipologia

Messaggio da ASCRUTO » domenica 13 novembre 2022, 14:45

CARLINO ha scritto:
sabato 12 novembre 2022, 22:19
Riguardo al piano " tavoletta di cioccolato " guarda questo video postato in un'altra discussione :
https://www.youtube.com/watch?v=7ePBQhumvqw
Grazie per la riposta, ma il mio problema non è realizzare il piano, ma scegliere la tipologia di motore aspirante.
Con la pompa per vuoto in prima immagine, sò perfettamente che il sistema funzionerà, ma dovrà essere per forza di cose sovradimensionato e considerato il fatto che la miglior offerta ricevuta per una pompa con portata di 40mc/h è di circa 1600€, vorrei cercare una alternativa, purchè funzionante. Per questo stavo valutando un aspirazione differente, come quella in seconda immagine. Sebbene il grado di vuoto sia inferiore, la portata in metri cubi è decisamente maggiore ed i prezzi sono almeno 10 volte inferiori.
Siccome la mia precedente esperienza, nonostante la pompa da 7kw , mi ha permesso di verificare che quando i tagli passanti diventano numerosi i pezzi cominciano a sollevarsi. ho pensato che il problema sia la portata d'aria e non tanto il grado di vuoto raggiunto a mantenere i pezzi fermi, ma ovviamente potrei sbagliare ed è questo il motivo per cui cerco consigli o suggerimenti. Ringrazio ancora ed auguro una buona domenica.

Avatar utente
CARLINO
Senior
Senior
Messaggi: 1245
Iscritto il: domenica 17 novembre 2019, 12:56
Località: COMO

Re: Creare il "vuoto". Scelta tipologia

Messaggio da CARLINO » domenica 13 novembre 2022, 18:30

Confermo che la pompa con la portata di 40 mc/h sarà sicuramente per un grado di vuoto che a te non serve : l'aprire durante la fresatura vie per l'aria atmosferica tende a diminuire drasticamente il vuoto che ferma i pezzi in particolar modo quelli piccoli , in questo ha ragione vecchietto perchè la fresa usata è rapportata allo spessore del materiale e non alla superficie da intagliare e quindi su una piccola superficie la diminuzione del grado di vuoto conseguente non consente di tenere fermo un pezzo . In linea teorica aumentando la portata della pompa questo effetto diminuisce ma l'efficacia è sempre dovuta alla grandezza dei pezzi , se sono troppo piccoli tutta l'aspirazione raggiungibile aumentando la portata non sarà mai efficace su un pezzo di pochi cm circondato da fresature che vanificano in ambito locale il lavoro della pompa per quanto grossa sia.

ASCRUTO
Newbie
Newbie
Messaggi: 27
Iscritto il: lunedì 22 agosto 2022, 21:30

Re: Creare il "vuoto". Scelta tipologia

Messaggio da ASCRUTO » giovedì 17 novembre 2022, 20:09

Per tagliare la testa al toro, ho deciso di fare un esperimento utilizzando un'aspilapolvere da 1250w e 14KPa.
Il suddetto, siccome faceva troppo rumore quando lo acquistai, lavora ad una semionda tramite un ponte di diodi, quindi diciamo che assorbe circa 625W.
Presumo che anche la depressione sia ridotta del 50%, ma di questo non ne sono certo.
Ho realizzato un piccolo piano scanalato da 480x480mm, con tasselli da circa 27x27mm, con una scanalatura da 6x p5mm, per ospitare il classico cordolo in neoprene da 6mm di diametro.
Sto utilizzando solo quello di cui già dispongo, quindi mi sono messo nella peggiore ipotesi. Ho la possibilità di riportare l'aspirapolveri ai suoi 1250W, ma per ora lo testo così.
In questo esatto momento stò traforando una lastra di mdf da 5mm con fori da 3mm, su una griglia da 10x10mm, per un totale di 2209 fori.
Il prossimo passo sarà quello di testare la tenuta utilizzando questo pannello martire che potrò usare in due modi differenti:
-tramite la griglia scanalata inferiore, sistemando la guarnizione nei punti di tenuta necessari
-tramite la chiusura delle forature ( con pannelli di scarto od altro ) lasciando tutta la superfice disponibile aspirata.
Testato questo, se funzionante, pensavo di calcolare la portata in m3/ora del mio povero aspirapolveri, usando un sacco di plastica da 250 L, da gonfiare con l'uscita dell'aria aspirata. Purtroppo nelle caratteristiche tecniche questo valore non è indicato, quindi me lo ricavo così.
In questo modo, se la tenuta dovesse risultare sufficente, avrò un termine di paragone per scegliere una pompa vuoto dedicata, che credo ormai sarà selezionata tra quelle soffianti a canale laterale ( non so cosa significhi, ma ho inteso si chiamino così, tipo quella nella seconda foto del primo post ).
Non so se a qualcuno questo possa interessare, ma io non trovando informazioni chiare , penso sia una buona idea condividere l'esperimento. Saluti a tutti

ASCRUTO
Newbie
Newbie
Messaggi: 27
Iscritto il: lunedì 22 agosto 2022, 21:30

Re: Creare il "vuoto". Scelta tipologia

Messaggio da ASCRUTO » martedì 22 novembre 2022, 21:04

Ho fatto diversi test, nel tempo libero.
L'aspiratore che uso ha una scheda tecnica mooooolto limitata, perciò gli unici dati di cui dispongo restano quelli che già ho indicato.
La mia prima prova è stata eseguita fissando l'ipoteitco pannello da lavorare direttamente sul piano scanalato, con la guarnizione di tenuta lungo l'esatta area occupata dal pezzo.
Ah, una cosa che non ho menzionato è che il piano scanalato è in mdf da 12mm e per questo motivo la faccia inferiore ed il perimetro li ho "isolati" con del nastro adesivo: la perdita di depressione senza questo accorgimento, sebbene io stia usando come test un aspirapolvere, è decisiva.
Tornando a prima, la tenuta è eccezionale, ma basta un foro passante da 10mm che le cose cambiano parecchio.
Quindi ho frapposto tra il piano scanalato ed il pezzo da fresare ( ricordo che il pezzo non è solo da fresare, ma proprio da scontornare passante ) il pannello che ho indicato nel post precedente. Identica in situazione fuorchè il pannello sacrificale traforato.
A questo punto ho testato fino a quale punto di "spazio aperto fresato passante " la situazione rimanesse gestibile: 30cmq.
Passato questo limite, il pezzo non resta ben fermo e fisso sul piano.
30 centimetri quadrati equivalgono, se i conti sono corretti, ad una fresata da 4mm x 750mm. Troppo poco.
Ho quindi valorizzato almeno 2500mm x 4mm, che sono diversi pezzi su un piano da 800x1200mm, arrivando ad una portata ideale di 140mq/h.
Diverse aziende producono sistemi differenti, ma io resterei sulle pompe a canale laterale, dove la portata in mq/h è maggiore rispetto alle pompe per vuoto a palette e simili. La depressione è inferiore, ma considerando i dati di cui dispongo, un pompa soffiante a canale laterale da 1500watt, con una portata di 140mq/h ed una depressione massima di circa 340mbar, riuscirebbe a coprire una fresata passante da 4mm x 2500mm, che comincia ad essere ragionevole.

Rispondi

Torna a “Accessori, Strumenti ed Utensili”