Alluminio e sue leghe

Sezione dedicata ai materiali metallici, plastici e legnosi.

Moderatore: Fiveaxis

Rispondi
ENGINE
Senior
Senior
Messaggi: 2734
Iscritto il: venerdì 12 gennaio 2007, 1:20
Località: Milano Milano

Alluminio e sue leghe

Messaggio da ENGINE » sabato 31 maggio 2008, 0:57

Un po' di chiarezza per tutti....

http://www.ing.unitn.it/~colombo/laboratorio/cap1.htm
Lavorare il metallo e' il piu' bel lavoro del mondo.
Giuseppe non era un falegname... era un fabbro.

velleca55

Messaggio da velleca55 » sabato 31 maggio 2008, 16:12

Grazie Engine ...

Distacco speciale alle sezioni "Composizione chimica delle Leghe" e "Trattamenti Termici" ...


.

Dru
Newbie
Newbie
Messaggi: 34
Iscritto il: sabato 7 novembre 2009, 23:48
Località: Prov. di Rimini

Re: Alluminio e sue leghe

Messaggio da Dru » giovedì 24 dicembre 2009, 1:21

Occupandomi di trattamenti criogenici, ho letto con interesse la sezione "trattamenti termici" dove viene applicato il trattamento criogenico alla lega.
Ho avuto ulteriore conferma di come nel nostro paese questo genere di trattamenti sia semisconosciuto ed applicato in modo erroneo. Leggendo poi su di un testo universitario che il materiale viene portato a temperature vicine allo zero assoluto (-273°) per mezzo dell'azoto liquido (-196°) per di più in immersione..................... mi avvilisco.

Avatar utente
kaikai
Junior
Junior
Messaggi: 70
Iscritto il: domenica 13 gennaio 2008, 11:01
Località: como

Re: Alluminio e sue leghe

Messaggio da kaikai » venerdì 6 gennaio 2012, 11:45

grazie mille
KAIKAI

AndreaNSR125
Senior
Senior
Messaggi: 1563
Iscritto il: martedì 12 gennaio 2010, 14:05
Località: Carugate (MI)

Re: Alluminio e sue leghe

Messaggio da AndreaNSR125 » sabato 28 aprile 2012, 15:02

Dru ha scritto:Occupandomi di trattamenti criogenici, ho letto con interesse la sezione "trattamenti termici" dove viene applicato il trattamento criogenico alla lega.
Ho avuto ulteriore conferma di come nel nostro paese questo genere di trattamenti sia semisconosciuto ed applicato in modo erroneo. Leggendo poi su di un testo universitario che il materiale viene portato a temperature vicine allo zero assoluto (-273°) per mezzo dell'azoto liquido (-196°) per di più in immersione..................... mi avvilisco.
interessante... qualche info in più su come si fanno realmente i trattamenti criogenici?

Rispondi

Torna a “Materiali”