problemi fresa/pantografo

Lavorazioni alla fresatrice tradizionale e Cnc, problematiche, consigli, soluzioni ed accorgimenti.
Rispondi
Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2472
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: problemi fresa/pantografo

Messaggio da Junior73 » lunedì 18 marzo 2019, 13:24

Non male queste ragazzi anche per alluminio con asportazioni di 0,5-1mm. C'è ancora lo sconto per 10 pezzi (1,78 pz) ..

https://www.banggood.com/it/6x22mm-Doub ... rehouse=CN

Saluti
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Avatar utente
Fiveaxis
Moderator
Moderator
Messaggi: 3791
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Monza e Brianza

Re: problemi fresa/pantografo

Messaggio da Fiveaxis » lunedì 18 marzo 2019, 14:41

Junior73

L'utente Citrus, autore di questo 3D, sta incontrando problemi utilizzando un pantografo professionale e frese Pama specifiche per alluminio con tagliente lappato e trattamento DLC...Ora, proporre quella porcheria cinese (che costa un decimo) non credo proprio possa risolvere il problema.
Anche perchè, le difficoltà non sono tanto nella fattibilità della lavorazione quanto nei tempi di fresatura e nella durata delle frese stesse.

Si parla di lavorazioni professionali che presuppongono un guadagno...
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2472
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: problemi fresa/pantografo

Messaggio da Junior73 » lunedì 18 marzo 2019, 14:55

Pardon ragazzi non ho precisato che sono ottime in rapporto al prezzo ma chiaramente non confrontabili con prodotti professionali. Era un suggerimento generico per coloro che fresano alluminio o altri materiali e non diretto all'autore del Thread.

Saluti

Avatar utente
arm
Senior
Senior
Messaggi: 1296
Iscritto il: venerdì 18 maggio 2007, 13:21
Località: arborea (OR) e firenze
Contatta:

Re: problemi fresa/pantografo

Messaggio da arm » lunedì 18 marzo 2019, 15:23

Concordo, però mi permetto di aggiungere.
Non ho grande esperienza sulle lavorazioni meccaniche in genere, ma ormai ho sulle spalle diverse centinaia di stampi in alluminio, roba piccola che sta nel palmo di una mano, ovvero piccoli personaggi molto dettagliati, lavorati con un misero elettromandrino da 1,5 kw con frese toriche da 6 e 4 per la sgrossatura e frese ball da 1 o 2 mm per la finitura. Ho provato diverse frese, sia monotagliente che le classiche 3 eliche non rivestite anche di ditte blasonate con prezzi importanti e alla fine quella con cui mi sono trovato meglio in rapporto costo/benefici/durata sono proprio quelle che ho linkato; cinesi o no poco importa, quel che conta è il risultato, che in campo professionale si traduce appunto in cliente soddisfatto e conseguente guadagno, se poi si riesce a risparmiare qualcosa sulle frese, tutto grasso, anzi olio emulsionabile :D , che cola.
Capisco che per chi è abituato a lavorare su centri di lavoro che costano quanto un appartamento, l'idea di usare frese da 10 euro faccia storgere il naso, ma perchè non provare?
L'arte è l'espressione di piacere che l'uomo prova nel lavoro. (William Morris artigiano - architetto 1834-1896)
Cnc 3 assi per alluminio, 600x350, ponte fisso
Cnc 3 assi+1, 1200x800, doppia vite
Fresatrice verticale per acciaio

gino
Senior
Senior
Messaggi: 1770
Iscritto il: domenica 11 ottobre 2009, 18:12

Re: problemi fresa/pantografo

Messaggio da gino » lunedì 18 marzo 2019, 16:00

beh..con frese per alu tipo professionale
la cosa e un po differente (no solo nel prezzo)
con una fresa a 2 taglienti dia 10 su centri di lavoro
si affonda anche 8mm abbondanti in una sola passata su profili
a velocita anche sostenute, e le frese non realizzano
un solo profilo ma molti altri ancora..
sarebbe bello sapere come si comporta una da 4 soldi
nella stessa situazione se riesce a finire un profilo..
o la si butta dopo 20mm di corsa.
sarei proprio curioso..

Avatar utente
arm
Senior
Senior
Messaggi: 1296
Iscritto il: venerdì 18 maggio 2007, 13:21
Località: arborea (OR) e firenze
Contatta:

Re: problemi fresa/pantografo

Messaggio da arm » lunedì 18 marzo 2019, 16:44

Gino, di sicuro.
Io però mi attengo ai problemi che ha esposto Citrus e con i quali ho avuto a che fare, nel mio piccolo, anche io.

I pezzi che realizzo, alla fine della lavorazione, li devo scontornare e uso una fresa come quella linkata; spessore alluminio 15 o 20 mm con Feed 1500, 18000 rpm, passate da 0.75 mm; ci butto solo acqua e aria e la mia cnc non è un centro di lavoro, ma un aggeggio autocostruito con motori da 3,6 nm e , mi ripeto, un elettromandrino cinese da 1,5 kw. Sono gli stessi, più o meno, parametri che Citrus, con un centro di lavoro professionale, usa nel 3 problema.

I problemi che ho riscontrato io erano sempre legati all'evacuazione del truciolo che rimanendo nel canale si impastavano con la fresa; da qui solo frese Z2, tanta aria e acqua e passate più leggere. Prova così
L'arte è l'espressione di piacere che l'uomo prova nel lavoro. (William Morris artigiano - architetto 1834-1896)
Cnc 3 assi per alluminio, 600x350, ponte fisso
Cnc 3 assi+1, 1200x800, doppia vite
Fresatrice verticale per acciaio

Avatar utente
Fiveaxis
Moderator
Moderator
Messaggi: 3791
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Monza e Brianza

Re: problemi fresa/pantografo

Messaggio da Fiveaxis » lunedì 18 marzo 2019, 17:38

Arm
Tanta acqua non si può usare e la macchina è un pantografo professionale. Le frese utilizzate dall'utente Citrus sono frese specifiche per alluminio con tagliente lappato e trattamento DLC.
Ora poni la domanda: perchè non provare con le frese cinesi? Risposta: perchè se una fresa specifica per alluminio (cioè pensata e costruita in modo specifico) dura un'ora, non credo che una fresa cinese senza trattamento e lappatura del tagliente possa durare di più.
Poi oh, ragazzi se voi con quelle frese fate i miracoli son felice per voi, io freso parecchio alluminio e ho notato differenze notevoli tra frese blasonate e frese meno blasonate...Le cinesi, in tutta onestà, non le ho mai provate ma non mi interessa neanche acquistare una fresa di cui non si sa neppure i parametri...Figuriamoci il tipo di metallo duro, la grana...
Se a fine delle 8 ore hai rispsrmiato 3 ore e magari, essendo la fresa affidabile, hai fatto girare 2 macchine, i 20€ te li sei strapagati. In garage per fresicchiare con il pantografino cinese, 2€ per la fresa van benone: se ci metti 3 ore o 10 ore non cambia nulla!
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

Avatar utente
arm
Senior
Senior
Messaggi: 1296
Iscritto il: venerdì 18 maggio 2007, 13:21
Località: arborea (OR) e firenze
Contatta:

Re: problemi fresa/pantografo

Messaggio da arm » lunedì 18 marzo 2019, 18:46

Beh, esistono anche le vie di mezzo, non solo centri di lavoro professionali o macchinette cinesi da 1000 € tutto compreso, nè frese da 2 € o da 30€
E non è neanche questione di miracoli; tutto dipende da quello che si deve fare e cosa si vuole ottenere. Non ho esperienze decennali su macchine utensili e mi sono limitato semplicemente a esporre la mia esperienza professionale che, seppur limitata, in questo caso si allinea con le problematiche riscontrate e che ho risolto come su esposto; mi sembrava strano che una macchina di un certo livello, con parametri analoghi ai miei, si intoppi su lavorazioni che ormai eseguo ciclicamente senza problemi con una macchina autocostruita e frese da 10 €.
Spero che Citrus condivida, se risolve.
L'arte è l'espressione di piacere che l'uomo prova nel lavoro. (William Morris artigiano - architetto 1834-1896)
Cnc 3 assi per alluminio, 600x350, ponte fisso
Cnc 3 assi+1, 1200x800, doppia vite
Fresatrice verticale per acciaio

Avatar utente
Fiveaxis
Moderator
Moderator
Messaggi: 3791
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Monza e Brianza

Re: problemi fresa/pantografo

Messaggio da Fiveaxis » lunedì 18 marzo 2019, 20:14

Il problema specifico (in base alle informazioni date da Citrus) è l'evacuazione del truciolo. Evacuazione che risulta complicata per via del tipo di lavorazione associata ad una lubrorefrigerazione non corretta.
Quindi non vi è nulla di strano: se il truciolo prodotto non viene tolto dalla zona di taglio, una fresa -una qualunque fresa- non riesce a lavorare correttamente. Quindi il problema non è la fresa ma sono le condizioni di taglio.
Ecco perchè affermo, che non penso si possa risolvere il problema utilizzando frese economiche (tra l'altro non adatte almeno quella da te postata).
Ciò che dico, lo affermo per esperienza poi, tutto può essere! Se l'utente Citrus compra le fresette cinesi e risolve il suo problema son solo che contento per lui... Ci mancherebbe!!! :)
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

Rispondi

Torna a “Lavorazioni alla Fresatrice”