Avvio di una nuova officina

Spazio dedicato a tutte le discussioni di carattere tecnico-informativo vario, che per loro natura non hanno corrispondenza specifica con le altre Sezioni del Forum.
Rispondi
Avatar utente
stenov
Member
Member
Messaggi: 491
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2016, 4:44
Località: Udine

Re: Avvio di una nuova officina

Messaggio da stenov » mercoledì 20 gennaio 2021, 2:20

Fusion 360 È gratuito fino ai 100.000 € di fatturato quindi è un buon incentivo. Riguardo all’apertura dell’azienda mi auguro che il tuo business Plan non sia di tipo prettamente “universitario“ ma sia fatto con i piedi ben piantati nella realtà del mercato.
Weerg non è un buon esempio da seguire perché sono partiti con ingentissimi capitali che gli hanno permesso di lavorare in perdita per un bel pezzo, hanno avuto modo di attirare clientela, farsi un nome per poi aumentare i prezzi.
Vista la contrazione del mercato rischiate di mettervi in un settore che per i primi tempi sarà più che sovra saturo.
L’unica nicchia che ancora rimane libera con preventivazione online è l’Elettro erosione a filo. Se volete riuscire, mettete in conto che per i primi tre anni sabati, domenica, ferie li potete dimenticare

Pietro595
Member
Member
Messaggi: 281
Iscritto il: lunedì 13 novembre 2017, 18:12

Re: Avvio di una nuova officina

Messaggio da Pietro595 » mercoledì 20 gennaio 2021, 7:22

Attenzione che fusion è si gratuito fino ai 100k ma con limitazioni, se non paghi l'abbonamento non ti genera spostamenti rapidi, non ti gestisce 5 assi e altro che non ricordo.

safe60
Senior
Senior
Messaggi: 623
Iscritto il: venerdì 29 maggio 2009, 8:43
Località: Ferrara
Contatta:

Re: Avvio di una nuova officina

Messaggio da safe60 » mercoledì 20 gennaio 2021, 8:01

veigh ha scritto:
martedì 19 gennaio 2021, 20:49
Gli altri mi pare di capire siano specifici per gli stampi. In particolare Cimatron, il CAM a valle di Solidworks? Il rivenditore di Solidworks mi aveva consigliato Solidcam, invece di Cimatron. Forse è veramente specifico per gli stampi Cimatron?
Cimatron e' un applicativo indipendente da SolidWorks, non ne e' la sua parte CAM.
La parte CAM di Cimatron non e' specifica per gli stampi. Nell' ambiente CAM poco importa di che tipo di pezzo si tratti. Molti clienti di Cimatron sono stampisti, questo e' vero, ma non significa che il CAM di Cimatron e' specifico per quel settore. Uno dei tanti moduli di Cimatron e' dedicato alla progettazione degli stampi ma questo e' un altro discorso.
Alucune componenti di automotive di alta gamma, aerospace e formula 1 sono realizzate da aziende della motor valley modenese con quel prodotto. Lo so bene perche' scrivo io i postprocessor quindi conosco piuttosto bene il settore di utilizzo.
Non sorprende nemmeno che ti sia stato consigliato SolidCam, che tra l'altro e' un ottimo prodotto, visto che l'azienda che vende Solidworks e quella che vende SolidCam sono nello stesso edificio.
More Maiorum

Avatar utente
Vecchietto67
Member
Member
Messaggi: 361
Iscritto il: lunedì 9 ottobre 2017, 7:28
Località: Bologna

Re: Avvio di una nuova officina

Messaggio da Vecchietto67 » mercoledì 20 gennaio 2021, 8:42

Non voglio tagliare le ali a chi vuole iniziare una nuova attività visto che in passato ho fatto lo stesso tentativo.
Da 30 anni lavoro nel settore della meccanica e di terzisti ne ho conosciuti molti. Tanti sono partiti in una stalla o in uno scantinato e poi hanno comprato un capannone. Tanti hanno comprato un capannone e le macchine e poi sono falliti.
Per quanto riguarda il mondo della meccanica nella provincia di Bologna è diventato molto difficile guadagnarsi un cliente o mantenerne uno assodato. Oggi il cliente non riesce quasi mai a programmare un ordine (tranne alcuni che fanno produzioni di grande serie) e quindi ipotizzando che un cliente voglia un banale albero in acciaio inox di diametro 100 mm lungo 1500 mm e una flangia con foro e sede per linguetta dovrai affrontare questi semplici problemi.
Ordino il materiale (barre da tre metri se sei fortunato altrimenti da 6 metri) e mi tengo in casa per chissà quanto tempo la rimanenza delle barre.
Il mio tornio non arriva a 1500 mm e quindi mi rivolgo a un concorrente che lo possiede per farmelo fare e non perdere il cliente.
Realizzo la flangia senza la sede della linguetta ma visto che ormai la stozzatrice non la usa più nessuno mi devo rivolgere a un terzista che la possiede o che ha una erosione a filo.
Finalmente ho i pezzi pronti da dare al mio cliente ma ho sprecato almeno 5 ore di tempo per i giri vari e per la gestione delle lavorazioni (programmi cam esclusi).
Quanto li fai pagare i pezzi finiti?
Come puoi competere con la concorrenza?
Se vuoi aprire una tua attività prova prima a valutare la possibilità di rilevarne una già avviata. Non comprandola ma subentrando prima come dipendente poi come socio e alla fine come titolare. Se proprio dovesse andare male hai solo perso del tempo ma con uno stipendio in tasca.
Non sono un genio ma voglio farvi credere che lo sono .........

Avatar utente
Fiveaxis
God
God
Messaggi: 4518
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Monza e Brianza

Re: Avvio di una nuova officina

Messaggio da Fiveaxis » mercoledì 20 gennaio 2021, 9:40

Premesso che io credo che se si ha un sogno vada inseguito e quindi armati di tenacia e non mollare.
Tuttavia, volendo aprire un'officina meccanica (oltre a ciò che è stato già detto), devi tenere in conto alcune cose secondo me (che ho lavorato nell'officina di famiglia per 20 anni e dal 2006 ho aperto la mia):
  • Trova un bravo commercialista che ti aiuti a capire ed implementare il tuo piano finanziario con tutte quelle voci/oneri che un'attività artigianale ha (Pratiche di inizio attività, contributi INPS - INAIL, le spese per la sicurezza, spese per la gestione dei rifiuti...Oneri comunali-regionali)
    Per esperianza personale ti dico che, noi tecnici, tendiamo a concentrarci sugli aspetti tecnici, tralasciando quelli amministrativi che poi, alla fine dei conti, sono i "COSTI" maggiori. Una macchina utensile costa ma ogni pezzo che produce te la ripaga. I contributi INPS/INAIL, gli interessi bancari, il commercialista, l'affitto i leasing...Le utenze...Che tu lavori o non lavori li devi pagare!
  • Considera che in Italia - un artigiano - paga sul ricavo (Fatturato - Costi - ammortamenti) indicativamente tra il 65 e il 70% tra tasse/contributi e balzelli vari. Percui un'azienda della vostra dimensione devi considerare che spannometricamente, ti resta tra il 15 e il 25% di utile netto.
    Fatevi fare bene i conti da un professionista che vi dica, in base ai vostri costi il break even (il fatturato che vi porterebbe al pareggio, sotto il quale sei in perdita e sopra il quale cominci a guadagnare). Secondo me, una realtà come la vostra, sotto i 150-160K€/anno di fatturato non può scendere.
  • Flussi finanziari: non è sufficiente trovare clienti, è necessario che siano buoni clienti ovvero buoni pagatori. Credimi questo non è scontato e, ormai, le fregature non sono più solo una prerogativa italiana!
  • Devi avere clienti o le risorse per "l'avviamento" dell'attività. Il primo anno è durissima ma il secondo di più ancora, perchè partono la tassazione e i contributi.
  • Il settore manifatturiero è un settore sempre più povero (causa grande offerta a prezzi stracciati da parte di Paesi emergenti dell'estremo oriente)
    Un mio cliente ha mandato i disegni di un gruppo (200 file materiali e lavorazioni varie) e in 10 giorni ha ricevuto il materiale ad un costo mediamente del 65% più basso dei prezzi italiani. La qualità è stata più che accettabile (a quel prezzo)!
  • Una sola macchina e 2 addetti, non ti consentirà di essere omologato come fornitore in moltissime aziende.
  • Prevedi una certificazione di qualità...(costi!)
  • Puntare su CAD/CAM e automazione è la condizione sine qua non per poter tentare di fare margine nel settore metalmeccanico. Parti -sicuramente- come industria 4.0.
  • Ultima considerazione: specializzati in una nicchia di mercato, così è più facile. La concorrenza in Italia è spietata ma ormai con i portali europei che mettono all'asta le commesse, è diventata su scala globale...Competere con un'officina tedesca o austriaca ti assicuro che non è facile con i costi italiani...Figuriamoci con una taiwanese!
Detto ciò, aprire un'attività produttiva in Italia è un strada tortuosa, in salita e piena di insidie...Ci vogliono tenacia, determinazione e spirito di sacrificio in dosi massicce per non scoraggiarsi. Siete giovani: coraggio!
In bocca al lupo!

PS: Se volete Vi vendo la mia attività! :lol: :lol: :lol:
Ultima modifica di Fiveaxis il mercoledì 20 gennaio 2021, 9:50, modificato 1 volta in totale.
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

Avatar utente
arm
Senior
Senior
Messaggi: 1705
Iscritto il: venerdì 18 maggio 2007, 13:21
Località: arborea (OR) e firenze
Contatta:

Re: Avvio di una nuova officina

Messaggio da arm » mercoledì 20 gennaio 2021, 9:47

Per dovere di cronaca
stenov ha scritto:
mercoledì 20 gennaio 2021, 2:20
Fusion 360 È gratuito fino ai 100.000 € di fatturato
Purtroppo non è più così; da diverso tempo è gratuito solo per uso personale non commerciale.

Per la versione a pagamento, completa, puoi scegliere un mese, un anno, 3 anni, ad oggi 61€, 340€, 916 €
https://www.autodesk.it/products/fusion-360/subscribe
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login
L'arte è l'espressione di piacere che l'uomo prova nel lavoro. (William Morris artigiano - architetto 1834-1896)
Cnc 3 assi per alluminio, 600x350, ponte fisso
Cnc 3 assi+1, 1200x800, doppia vite
Fresatrice verticale per acciaio

Avatar utente
stenov
Member
Member
Messaggi: 491
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2016, 4:44
Località: Udine

Re: Avvio di una nuova officina

Messaggio da stenov » mercoledì 20 gennaio 2021, 21:10

ho controllato e la mia versione è ancora gratuita ed è quella completa per aziende dei poveri. l'avevo scaricata dal sito americano ma non credo cambi qualcosa

Avatar utente
turbina
God
God
Messaggi: 5479
Iscritto il: domenica 19 novembre 2006, 14:34
Località: Paese TREVISO
Contatta:

Re: Avvio di una nuova officina

Messaggio da turbina » mercoledì 20 gennaio 2021, 22:33

È ovvio che prima o poi sarebbe diventata a pagamento, essendo collegata a internet per funzionare possono fare quello che vogliono fino ieri Hanno lanciato la rete e adesso tirano in barca i pesciolini, con ciò non voglio dire che fusion sia una fregatura anzi è un ottimo software ma era prevedibile che prima o poi diventasse a pagamento, non stanno lì a lavorare per carità cristiana ma è un'azienda che a un certo punto deve produrre profitto
Fresa CNC ISEL Gantry027, Tornio CNC DM3000, 3DP PrusaI3.

Avatar utente
arm
Senior
Senior
Messaggi: 1705
Iscritto il: venerdì 18 maggio 2007, 13:21
Località: arborea (OR) e firenze
Contatta:

Re: Avvio di una nuova officina

Messaggio da arm » giovedì 21 gennaio 2021, 8:27

Si infatti, abbiamo già affrontato questo aspetto in altre discussioni, però non è proprio collegato esclusivamente a internet; una volta aperto ci lavoro offline e non salvo sul cloud. Lo apro on line solo per gli aggiornamenti, almeno una volta al mese.
Ribadisco, ma è il mio punto di vista da piccolo artigiano, che se anche a pagamento, 300€ l'anno, è una valida alternativa se hai bisogno di un cam con strategie 4 e 5 asse che altrimenti avresti con investimenti non da poco.
L'arte è l'espressione di piacere che l'uomo prova nel lavoro. (William Morris artigiano - architetto 1834-1896)
Cnc 3 assi per alluminio, 600x350, ponte fisso
Cnc 3 assi+1, 1200x800, doppia vite
Fresatrice verticale per acciaio

Avatar utente
Fiveaxis
God
God
Messaggi: 4518
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Monza e Brianza

Re: Avvio di una nuova officina

Messaggio da Fiveaxis » giovedì 21 gennaio 2021, 15:17

Si dice che se non paghi (o paghi molto poco) il prodotto...Il prodotto sei tu. :wink:
Come dice Turbina, il prodotto deve creare profitto. Se un giorno decidessero di far pagare tutti: o paghi o perdi il lavoro che hai fatto fino a quel momento. :mrgreen:
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

Avatar utente
arm
Senior
Senior
Messaggi: 1705
Iscritto il: venerdì 18 maggio 2007, 13:21
Località: arborea (OR) e firenze
Contatta:

Re: Avvio di una nuova officina

Messaggio da arm » giovedì 21 gennaio 2021, 17:06

Non mi convincete :D ! premetto che la Autodesk non mi paga... :mrgreen:

Io valuto dal mio punto di vista e dall'uso che ne devo fare, parlo del CAM; le lavorazioni che faccio sono sempre su modelli diversi, quindi se un giorno decido di cambiare e non potrò più aprire i file di fusion, male di poco e comunque i gcode mi rimangono. Non solo, dato che il mio lavoro principale è di modellazione e la fresatura è un optional che offro, l'abbonamento mensile cade a fagiolo.

Comunque, a prescindere da me e forse sarà un mio limite, se devo spendere 5000/6000 euro, se non sbaglio i prezzi minimi sono questi per avere un software analogo per strategie, ovvero un software che mi consenta di eseguire le lavorazioni che desidero, non lo vedo economicamente conveniente, soprattutto se sei all'inizio dell'attività; in altre parole con 6000 € ci faccio 20 anni di abbonamento, sai quante cose succedono in 20 anni...
L'arte è l'espressione di piacere che l'uomo prova nel lavoro. (William Morris artigiano - architetto 1834-1896)
Cnc 3 assi per alluminio, 600x350, ponte fisso
Cnc 3 assi+1, 1200x800, doppia vite
Fresatrice verticale per acciaio

Avatar utente
Fiveaxis
God
God
Messaggi: 4518
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Monza e Brianza

Re: Avvio di una nuova officina

Messaggio da Fiveaxis » giovedì 21 gennaio 2021, 19:38

Siamo un po' OT.
Faccio un'ultima considerazione.
Non voglio convincere nessuno che Fusion sia un pessimo prodotto o che chi lo usa sbagli a sceglierlo; ho solo fatto una considerazione sulla tipologia di contratto con cui viene distribuito.
Io preferisco pagare un prodotto ed averne la proprietà. Questo perchè utilizzando il CAD/CAM come strumento di lavoro ed avendo commesse che si ripetono o che richiedono modifiche, preferisco impostare la mia attività su un prodotto di proprietà. Sono più tranquillo che fra 5-10 anni potrò ancora editare il lavoro che faccio oggi.
E' pur vero e ne sono consapevole che, nel mondo del software, le certezze NON esistono...Software House che vengono acquistate, fuse, incorporate...(vedi il caso di Delcam con PowerMill...Acquisita da Autodesk per eliminare un concorrente "mooolto scomodo" a Fusion 360 :mrgreen: )

Detto ciò, in base al proprio volume d'affari, tipologia di lavorazioni, ognuno faccia la scelta che meglio calza alle sue necessità.
FINE OT
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

TIRZAN
Senior
Senior
Messaggi: 2501
Iscritto il: sabato 27 luglio 2013, 16:54
Località: AQ

Re: Avvio di una nuova officina

Messaggio da TIRZAN » giovedì 21 gennaio 2021, 21:38

Continuando l'OT un prodotto di qualità fa' la differenza soprattutto sulle tempistiche e sulla qualità del risultato finale.....per non parlare di eventuale risoluzione di problemi o gestione delle macchine.

Rispondi

Torna a “Miscellaneous”