Scelta sega circolare

Conduzione, attrezzaggio, sistemi e metodi, problematiche delle macchine CNC per la lavorazione del legno e suoi derivati.
Rispondi
Avatar utente
leomonti
Senior
Senior
Messaggi: 1752
Iscritto il: mercoledì 20 dicembre 2006, 19:04
Località: Bologna

Scelta sega circolare

Messaggio da leomonti » venerdì 29 novembre 2019, 18:27

Buonasera.
Dovrei acquistare una sega circolare 220V (quelle a batteria costano davvero troppo, e non vado in cantiere :D ) per sezionare e rifilare delle tavole di truciolare da 20-25 mm.
Sono indeciso fra Makita e DeWalt, entrambe con disco da 190 mm. - 184 per DeWalt). Qualcuno ben pratico di macchine da legno sa darmi dei consigli motivati?
Per il truciolare, bisogna usare dei dischi particolari?
Grazie.
Il cervello è l'organo più sopravvalutato...(W.Allen)

Avatar utente
leomonti
Senior
Senior
Messaggi: 1752
Iscritto il: mercoledì 20 dicembre 2006, 19:04
Località: Bologna

Re: Scelta sega circolare

Messaggio da leomonti » martedì 3 dicembre 2019, 10:27

Non ho avuto risposta, ma avrei deciso per Makita.

Rilancerei con un'altra domanda ai "falegnami" del forum (non faccio nomi :D ).
Che tipo di lama/disco usare per rifilare truciolare da 20/30 mm. un po' vecchio? Vorrei ottenere un taglio abbastanza netto, e, al tempo stesso, non voglio rischiare impastamenti o, peggio, impuntamenti della sega.
Il cervello è l'organo più sopravvalutato...(W.Allen)

Avatar utente
Mangusta
Administrator
Administrator
Messaggi: 21371
Iscritto il: lunedì 29 ottobre 2007, 20:15
Località: Prov. Latina

Re: Scelta sega circolare

Messaggio da Mangusta » martedì 3 dicembre 2019, 19:44

Disco in widia da 80 denti di buona marca, no cineserie rimarchiate, il truciolare è alquanto abrasivo e spesso e volentieri nel suo impasto si trova di tutto, plastica, alluminio, altri metalli e Dio sa cos'altro ancora. Impuntamenti e men che meno impastamenti non dovrebbero esserci, bruciature forse si ma questo dipende dal manico, devi andare diritto e fare in modo che i denti posteriori della lama non vadano a toccare il materiale che stai rifilando.
Sulla bontà o meno delle marche da te nominate nel post iniziale non mi pronuncio nello specifico, attualmente ancora uso una fresatrice portatile e una smerigliatrice da 110 mm della marca da te scelta acquistate entrambe nol 1982, sono praticamente indistruttibili. Devo dire però che se le dovessi acquistare oggi (ovviamente sempre della stessa marca) ho forti dubbi che durerebbero tutti questi anni, i tempi sono cambiati, politiche commerciali e materiali anche.

Avatar utente
leomonti
Senior
Senior
Messaggi: 1752
Iscritto il: mercoledì 20 dicembre 2006, 19:04
Località: Bologna

Re: Scelta sega circolare

Messaggio da leomonti » martedì 3 dicembre 2019, 20:18

Grazie @Mangusta. Terrò nel massimo conto i tuoi consigli, e contavo proprio su un tuo intervento.

Insieme alla sega, acquisterò anche l'adattatore per la guida, e la guida stessa. Dovrei in questo modo avere un taglio sicuramente più dritto e forse anche più deciso e sicuro.
Quanto alla durata 40ennale, a questo punto della vita, posso fregarmene. Dubito fortemente di poter durare io stesso altri 40 anni, e la mia garanzia è scaduta da un pezzo :D
Ho un seghetto alternativo di altra marca (quella che faceva linea verde e linea blu), appunto della linea blu, acquistato nel 1986 e con qualche milione di chilometri alle spalle. L'unica cosa che comincia a dare problemi è il potenziometro per la regolazione della velocità. Devo cercare il ricambio, perchè il resto va ancora benissimo.
Fra obsolescenza programmata e abbassamento generale della qualità e dei controlli, anche nel caso di marche blasonate, ce le scordiamo certe durate.
Il cervello è l'organo più sopravvalutato...(W.Allen)

Avatar utente
Mangusta
Administrator
Administrator
Messaggi: 21371
Iscritto il: lunedì 29 ottobre 2007, 20:15
Località: Prov. Latina

Re: Scelta sega circolare

Messaggio da Mangusta » martedì 3 dicembre 2019, 20:32

Certamente una guida dedicata ti renderà il compito più facile, un aspiratore anche se non in sincrono con l'accensione della sega ti agevolerà nei tagli rendendo la zona di taglio più visibile a maggior ragione per sezionature in cui non potrai avere l'ausilio della guida, ad esempio per tagli su sagoma centinati, ma per questo ultimo esempio dovrai acquisire tanta pratica.

Avatar utente
leomonti
Senior
Senior
Messaggi: 1752
Iscritto il: mercoledì 20 dicembre 2006, 19:04
Località: Bologna

Re: Scelta sega circolare

Messaggio da leomonti » mercoledì 4 dicembre 2019, 0:52

Finora mi sono limitato a lavorazioni - se così si possono chiamare - davvero elementari, e con attrezzature senz'altro inadeguate. Ma mi sto avvicinando all'idea di qualche lavorazione in legno un po' più seria e precisa, senza alcuna velleità di diventare "mobiliere". Vorrei, fra le altre cose, costruirmi vari elementi strutturali e paesaggistici per un piccolo plastico ferroviario. Vedremo.
Pratica e suggerimenti mi serviranno entrambi. E a piene mani.
Il cervello è l'organo più sopravvalutato...(W.Allen)

Rispondi

Torna a “Lavorazione e lavori in legno con macchine CNC e Tradizionali”