retrofitting cnc tre assi Mateco

Conversione di macchine utensili tradizionali (torni, fresatrici, ecc.) in CNC e aggiornamento di macchine già CNC.
Rispondi
Avatar utente
stenov
Member
Member
Messaggi: 424
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2016, 4:44
Località: Udine

retrofitting cnc tre assi Mateco

Messaggio da stenov » giovedì 13 dicembre 2018, 0:05

ho di recente acquistato una cnc a tre assi di marca Mateco del 1986. Dato che l'elettronica è incompleta/non funzionante credo che la aggiornerò con azionamenti ed elettronica nuove. Al momento sto solo acquisendo informazioni circa macchina e componenti.

ha una solida struttura in ghisa di circa 300 kg, è mossa da tre servomotori che movimentano delle viti a ricircolo di sfere da 25mm, tutti gli assi sono dotati di righe ottiche Fagor. Il motore che muove il mandrino è da 1 cv e il mandrino, a 6 punte selezionabili elettricamente, ha dei porta pinze er20.
il tutto era comandato da un CN Fagor 8010M

lo status quo nelle foto che seguono
vista generale:
IMG_7071.jpg
mandrino a sei punte
IMG_7070.jpg
IMG_7068.jpg


CN Fagor
IMG_5037.JPG
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Avatar utente
stenov
Member
Member
Messaggi: 424
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2016, 4:44
Località: Udine

Re: retrofitting cnc tre assi Mateco

Messaggio da stenov » giovedì 13 dicembre 2018, 0:09

IMG_7071 - Copia.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Avatar utente
stenov
Member
Member
Messaggi: 424
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2016, 4:44
Località: Udine

Re: retrofitting cnc tre assi Mateco

Messaggio da stenov » giovedì 13 dicembre 2018, 0:11

targa motore:
IMG_5040.JPG
servo asse z
IMG_5039.JPG
servo assi x/y
IMG_5034.JPG
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Avatar utente
stenov
Member
Member
Messaggi: 424
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2016, 4:44
Località: Udine

Re: retrofitting cnc tre assi Mateco

Messaggio da stenov » giovedì 13 dicembre 2018, 6:24

l'elettronica è la parte del gioco in cui sono carente, tenendo presente che la macchina è dell'86, secondo voi conviene cercare di pilotare i servi presenti o è meglio cambiare tutto?

torn24
God
God
Messaggi: 3312
Iscritto il: venerdì 1 febbraio 2008, 11:28
Località: Modena

Re: retrofitting cnc tre assi Mateco

Messaggio da torn24 » giovedì 13 dicembre 2018, 6:38

Che precisione vorresti ottenere? Ti andrebbe bene un controllo a loop aperto senza trasduttori?
Il fatto che anche io sono molto carente sulla parte elettronica, per cui sceglierei il sistema più semplice! Che per uno che non ha basi in elettronica
risulterebbe comunque impegnativo. Quindi motori passo passo a loop aperto, dove ci sono molti esempi e anche il sistema risulta più semplice.
Anche perché poi trovare qualcuno che ti segua passo passo sulla parte elettronica non è cosi facile trovarlo... :D
CIAO A TUTTI !

scj

Re: retrofitting cnc tre assi Mateco

Messaggio da scj » giovedì 13 dicembre 2018, 8:11

Se siamo vicini una mano te la do volentieri.
Anche perché sono curioso di vedere la macchina :mrgreen:

torn24
God
God
Messaggi: 3312
Iscritto il: venerdì 1 febbraio 2008, 11:28
Località: Modena

Re: retrofitting cnc tre assi Mateco

Messaggio da torn24 » venerdì 14 dicembre 2018, 7:28

Credo che dovresti partire col cambio utensile se lo vuoi mantenere!
Ci sono molti software e controller che possono gestire i 3 assi, mentre se vuoi il cambio utensile dovresti studiare come funzione e ricercare
elettronica e software che lo possa gestire!
Secondo me è la parte più impegnativa e difficile :D
CIAO A TUTTI !

lelef
Senior
Senior
Messaggi: 811
Iscritto il: domenica 9 settembre 2007, 19:14

Re: retrofitting cnc tre assi Mateco

Messaggio da lelef » venerdì 14 dicembre 2018, 9:20

bella,complimenti! per una cnc hobbistica di oggi e' proprio azzeccata
i suoi servi a mio avviso sono da mantenere ci sono molti driver DC in giro che possono gestire quei motori forse non la tachimetrica ma che puoi sostituire con un encoder ma forse bastano le righe ottiche che hai gia',sono driver che ragionano in step dir quindi poi comodissimi come interfacciamento al resto
per il motore mandrino un inverter che piloti sempre via sotware,prendilo gia' piu' prestante cosi se un giorno cambi motore con uno piu' veloce e piu' potente hai gi' tutto
il cambio utensile per ora lo vedo l'ultimo dei problemi ,ci son mille esempi di pilotaggio di sicuro a tempo debito non sara' cosi' complicato

torn24
God
God
Messaggi: 3312
Iscritto il: venerdì 1 febbraio 2008, 11:28
Località: Modena

Re: retrofitting cnc tre assi Mateco

Messaggio da torn24 » venerdì 14 dicembre 2018, 9:32

ci son mille esempi di pilotaggio di sicuro a tempo debito non sara' cosi' complicato
Non ho visto tutti questi esempi per cambio utensile professionale, ne ho visto uno dove hanno tribolato :D Parere personale :D Un conto è un cambio utensile a rastrelliera da pantografo dove muovi solo il mandrino, un conto è un cambio utensile che ha una cinematica, dove occorre elettronica e software che possa gestirlo e non tutti i sistemi possono farlo, per cui mi sembra saggio considerarlo prima di scegliere cosa fare.
Ad esempio avevo guardato il cambio utensile di Colibri e si basa su movimenti del mandrino in Gcode, non so se potrebbe gestire un cambio utensile
professionale perché non dispone di un linguaggio macro evoluto, mentre ad esempio mach3 ha vbscrip che forse potrebbe farlo...
CIAO A TUTTI !

lelef
Senior
Senior
Messaggi: 811
Iscritto il: domenica 9 settembre 2007, 19:14

Re: retrofitting cnc tre assi Mateco

Messaggio da lelef » venerdì 14 dicembre 2018, 11:45

be' non mi son basato solo su quanto visto su cncitalia
questo e' un tamburo con 6 utensili gia montati un po come un revolver di un tornio,non devi metterti con gli assiin una posizione precisa (basta che non sbatti sul pezzo o altro), spostare un carosello sganciare un utensile e riprenderne un'altro,
ci son tanti bei controlli ma la mia esperienza si limita a linuxcnc e una cosa simile la gestisce facile ,piuttosto sara' da vedere che azionamento e sensori di cambio ha la macchina per dialogarci assieme e interfacciarsi elettricamente nel modo corretto
per me il cambio utensili e' l'ultimo dei problemi non e' fondamentale per il funzionamento della macchina :dontknow: a me interesserebbe prima di tutto muovere gli assi e far girare il mandrino cosi' puo' gia' fare qualcosa

Avatar utente
stenov
Member
Member
Messaggi: 424
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2016, 4:44
Località: Udine

Re: retrofitting cnc tre assi Mateco

Messaggio da stenov » venerdì 14 dicembre 2018, 20:06

oggi l'ho disassemblata nelle parti principali per poterla riposizionare, domani dovrò fare il lavoro di pulizia per togliere i residui di grasso lavorazioni precedenti.
In linea di massima sarei propenso a sostituire i servomotori perchè per quanto funzionanti portano la macchina ad una potenza assorbita pari a 6 cavalli il che esula le possibilità del mio contatore. Stessa cosa dicasi per il controllo Fagor, bello ma datato e troppo costoso come ricambi.
Vorrei montare dei motori passo passo normali e poi chiudere il loop utilizzando le righe ottiche di cui è dotata la macchina.
mi piacerebbe tenere il "revolver" e magari farlo funzionare da software.
In pratica oltre a tutta la parte meccanica vorrei utilizzare tutti i finecorsa e le righe ottiche originali nonché la cabina di protezione in alluminio

lelef
Senior
Senior
Messaggi: 811
Iscritto il: domenica 9 settembre 2007, 19:14

Re: retrofitting cnc tre assi Mateco

Messaggio da lelef » sabato 15 dicembre 2018, 18:32

ma iservi non sono 3 da 700w l'uno ?
piu' il motore mandrino da 750w?
be' fai 3kw max esatti ,max poiche' in uso costante mandrino e servi consumeranno il 30% quindi in uso normale sei a 1kw, aggiungi pc e pompa lubrorefrigerante be' di picco difficile che sfori dai 3,5
fai tu ma costi resa mantenere quei bei servi sarebbe ottimo in caso prova un solo azionamento per la Z e vedi e come si comporta in assorbimenti e movimento li tanto di base comunque dovrai usare la moorizzazione piu' forte

Avatar utente
stenov
Member
Member
Messaggi: 424
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2016, 4:44
Località: Udine

Re: retrofitting cnc tre assi Mateco

Messaggio da stenov » sabato 15 dicembre 2018, 22:03

l'assorbimento totale della macchina è indicato in 4,4 kw quindi presumo che i servi degli assi xy assorbano un po' di più.
Il problema sostanziale è che non riesco a trovare nessuna info su internet e quindi non saprei neanche come alimentarli figuriamoci pilotarli. So che è un peccato perchè si tratta di componenti con standard industriale.

qui la foto dei servi
servi xy.jpg
e qui dove erano installati, ho rimosso anche i coperchi parapolvere
xy.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

lelef
Senior
Senior
Messaggi: 811
Iscritto il: domenica 9 settembre 2007, 19:14

Re: retrofitting cnc tre assi Mateco

Messaggio da lelef » domenica 16 dicembre 2018, 0:06

i Leadshine 810 arrivano a 80V 20A circa 90 euro
i cncdrive modello piu' potente 160V 35A 120euro
entrambe possono limitare la corrente quindi in caso meno prestazioni e meno consumo
entrambe vogliono ingresso encoder
un encoder 30 euro
stepper piu' driver cosa spendi?

ps certo che il piano di lavoro sembra proprio piccino :?:
ps2 da quello che mi sembran trucioli sta macchina riesce a lavorare metalli ferrosi..mica male!

Avatar utente
stenov
Member
Member
Messaggi: 424
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2016, 4:44
Località: Udine

Re: retrofitting cnc tre assi Mateco

Messaggio da stenov » sabato 22 dicembre 2018, 2:00

la macchina in origine era un trapano cnc. Per fortuna gli stessi componenti in ghisa erano utilizzati per una moltitudine di macchine anche frese e con potenze decisamente più alte, da qui la meccanica abbondantemente sovradimensionata. Smontandola ho potuto constatare che è stata realizzata con standard di precisione estremamente elevati. Ogni supporto o pezzo attaccato, oltre ai bulloni di serraggio aveva almeno due spine di centraggio da inserire con la martello di gomma.
in via indicativa il banco pesa circa 200 kg, altri 100 kg abbondanti per la tavola a croce priva di motori e altri 160 kg per il gruppo dell'asse z.
la cinematica dell'asse Z è peculiare in quanto risulta diviso in due parti, la più grande (quella col motore) che si muove lungo le grosse barre tonde tramite un meccanismo manuale e quella più piccola che sorregge la testa di lavorazione e che si muove mossa dal servomotore.
In pratica la macchina ha 130mm di corsa Z ma che possono essere alzati o abbassati di 300 mm per permettere il montaggio di morse particolari o di un quarto asse.


essendo nata per altro , la testa a 6 punte è stata smontata e messa da parte. inizialmente volevo buttarla nel bidone del ferro ma è fatta così bene che davvero mi dispiace. in foto il retro.
IMG_5143.JPG
Data la solidità generale in grado sicuramente di reggere lavorazioni su acciaio, preferisco non optare per un classico elettromandrino ma per conservare il sistema originario di trasmissione con motore elettrico che andrà a dare potenza a una testa angolare per fresa con cono iso 30.
immagine.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Rispondi

Torna a “Retrofitting”