Centrifuga per filtraggio olio vegetale

Realizzazioni home made di attrezzature, macchine e/o parti di esse di qualsiasi tipologia diversa da quelle normalmente trattate nel Forum.

Moderatore: Mangusta

Rispondi
Gasolo
Senior
Senior
Messaggi: 1282
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 17:10
Località: San Giovanni Teatino (CH)

Re: Centrifuga per filtraggio olio vegetale

Messaggio da Gasolo » giovedì 3 novembre 2011, 12:25

una curiosità , ma dopo fatte le modifiche funziona bene a diesel?

Avatar utente
El Ventu
Senior
Senior
Messaggi: 675
Iscritto il: sabato 29 novembre 2008, 11:45
Località: Vallis Lagarinae Communitate, in Provincia Libera Tridentina et in Tridentino - Besenellum

Re: Centrifuga per filtraggio olio vegetale

Messaggio da El Ventu » giovedì 3 novembre 2011, 15:27

Si, funziona benissimo comunque.
I riscaldatori elettrici se molto potenti (candelette) è meglio disalimentarli perchè potrebbero mandare in ebollizione il gasolio formando bolle di vapore, ma per il resto non c'è problema.
Io ho trovato anche altre resistenze, nate per il gasolio, da 50W, che non occorre disalimentare, fondi di magazzino, Motorcraft ford, riscaldatore gasolio COD 5014815.
Sono montate in una vite in alluminio filettata W5/16, originariamente montati nei vecchi filtri "CAV 296" come quello allegato (il riscaldatore fa da ricambio ala vite centrale di chiusura del filtro, immagine tratta da http://www.dieselfilterassembly.com/FIL ... EMBLY.html).
La maggior temperatura del gasolio lo fa bruciare leggermente meglio, e idem la maggior pressione di apertura degli iniettori, lo polverizza meglio (anche se non necessario, sui mezzi a precamera la turbolenza fa il grosso del lavoro di polverizzazione).

Una precisazione sulle candelette, che non ho fatto prima.
Inizialmente ho trovato spunto sulla questione dell'allungamento del perno da un sito inglese, vegburner.co.uk.
Sui motori VW, come i vari 1.6, 1.7 e 1.9 D e TD di Golf, Passat, Transporter ecc, il perno originariamente è lungo 20mm circa (a seconda delle marche), e loro montano direttamente candelette di altre auto, con perno più lungo.

Il corpo filettato della candeletta è uguale in molti casi, ad esempio resta il solito, con filettatura M12x1.25, su quei motori, sui motori che ho io sui miei mezzi (ducato 2.5D e Punto TD), su molti volvo ecc (derivati VW 5cilindri, ad esempio quello del VW LT, che monta se non erro sui vecchi Polar Volvo ecc), quello che cambia è la lunghezza del perno.

Con catalogo NGK in mano, vedo ad esempio che ci sono, a pari corpo filettato, candelette con perno da 17.5, 20, 20.5, 21, 22.5, 24, 24.5, 25, 27 e 29mm.
Ad esempio la mia Punto, e il fiorino 1.7TD, identico, ma anche il ducato ecc hanno perno da 24 o 24.5.
Quello che conta è aumentare la sporgenza del perno in precamera, per avere maggior superficie incandescente per l'avviamento, ma non troppa, altrimenti sono troppo esposte alla combustione, e si danneggiano in breve tempo.
Insomma, serve una via di mezzo.
Purtroppo quelle con perno da 27mm hanno l'attacco del polo positivo differente, a spina e non filettato, a meno di non voler cambiare collegamenti, lavoro comunque fattibile con poca o nulla spesa, non sono adatte.
Allora io acquistai quelle da 29mm (bosch 0250 201 034), originariamente montate sui motori VM 2.5.
Avviamenti perfetti con temperature molto sotto lo zero, ma durata ridotta sui 30'000km massimo, la punta è in centro alla precamera, molto sollecitata termicamente, e si crepava, rendendo inservibile la candeletta.
Per questo le ho modificate sul tornio, con sporgenza aumentata di 2mm durano più che a sufficienza -ad ora il primo set è durato 60'000km, il secondo è ancora montato- e l'avviamento, sebbene non perfetto come con sporgenza 29mm, è comunque più che buono (il motore si avvia al volo anche a -12, solo perde colpi per qualche istante).
Ovviamente per uno che ha un'auto che monta candelette con corpo da 17.5 basta montare quelle con corpo da 20.5 senza modificarle, idem per chi ha candelette da 20.5 che monterà  quelle da 22.5 ecc.
Se servissero i codici per qualsiasi auto datemi solo il modello auto, numero motore e l'anno, io sono qui, ho il catalogo NGK sul tavolo...
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Avatar utente
El Ventu
Senior
Senior
Messaggi: 675
Iscritto il: sabato 29 novembre 2008, 11:45
Località: Vallis Lagarinae Communitate, in Provincia Libera Tridentina et in Tridentino - Besenellum

Re: Centrifuga per filtraggio olio vegetale

Messaggio da El Ventu » mercoledì 9 novembre 2011, 11:46

Avendo a disposizione un parallelo serio (graziano SAG14, che macchina...) dato che sto facendo le serali di meccanica (visto che manca il pezzo di carta, e sono in cassa integrazione da giugno) ho deciso di rifare l'albero e costruire una nuova puleggia per ridurre i giri ed aumentare la precisione, l'idea è di montare il rotore sull'albero a caldo...

ougibma
Junior
Junior
Messaggi: 58
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2011, 20:02
Località: Brescia

Re: Centrifuga per filtraggio olio vegetale

Messaggio da ougibma » giovedì 10 novembre 2011, 8:35

io ho un inverter per guidare motori trifasi, è perfetto per regolare la velocità , è nuovo, ti può interessare?

fra poco dovrei postare il lavoretto della mia scodella!

Avatar utente
El Ventu
Senior
Senior
Messaggi: 675
Iscritto il: sabato 29 novembre 2008, 11:45
Località: Vallis Lagarinae Communitate, in Provincia Libera Tridentina et in Tridentino - Besenellum

Re: Centrifuga per filtraggio olio vegetale

Messaggio da El Ventu » sabato 12 novembre 2011, 15:04

Fammi sapere per l'inverter, non per la centrifuga ma sto pendando di modificare la Fervi...mi serve da almeno 1.1kw, da 220 monofase a 220-400 trifase...

ougibma
Junior
Junior
Messaggi: 58
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2011, 20:02
Località: Brescia

Re: Centrifuga per filtraggio olio vegetale

Messaggio da ougibma » sabato 12 novembre 2011, 20:33

ahi, no, è da mezzo cv, proprio per la centrifuga...

Avatar utente
El Ventu
Senior
Senior
Messaggi: 675
Iscritto il: sabato 29 novembre 2008, 11:45
Località: Vallis Lagarinae Communitate, in Provincia Libera Tridentina et in Tridentino - Besenellum

Re: Centrifuga per filtraggio olio vegetale

Messaggio da El Ventu » sabato 19 novembre 2011, 20:46

Rifatto l'albero e cambiati i tipi di cuscinetti, messo un doppia corona di sfere superiormente e un comune 6205 2Z sotto per reggere la trazione della cinghia, ho migliorato di molto la precisione (fattore tempo e utensili), ora spero vada molto meglio e non vibri più!

Avatar utente
El Ventu
Senior
Senior
Messaggi: 675
Iscritto il: sabato 29 novembre 2008, 11:45
Località: Vallis Lagarinae Communitate, in Provincia Libera Tridentina et in Tridentino - Besenellum

Re: Centrifuga per filtraggio olio vegetale

Messaggio da El Ventu » mercoledì 11 luglio 2012, 16:31

La centrifuga, se interessa, forse è in vendita...a seconda delle eventuali offerte...non l'ho più montata, son passato al GPL.
Mandatemi un PM se interessa, fondamentalmente c'è da pulire il telaio e, se servisse, cambiare il motore.

Avatar utente
girasole
God
God
Messaggi: 7377
Iscritto il: lunedì 3 settembre 2007, 17:23
Località: Matera (MT)

Re: Centrifuga per filtraggio olio vegetale

Messaggio da girasole » mercoledì 11 luglio 2012, 17:51

la sezione non è quella idonea, se vuoi vendere la tua centrifuga crea un'inserzione nel mercatino
Non preoccuparti di cosa sta per fare qualcun'altro, il miglior modo per predire il futuro è di inventarlo!
Alan Kay

Avatar utente
El Ventu
Senior
Senior
Messaggi: 675
Iscritto il: sabato 29 novembre 2008, 11:45
Località: Vallis Lagarinae Communitate, in Provincia Libera Tridentina et in Tridentino - Besenellum

Re: Centrifuga per filtraggio olio vegetale

Messaggio da El Ventu » venerdì 22 marzo 2019, 9:24

È passato qualche annetto.
La centrifuga è ancora lì, a far polvere.

Parlando col boss dell'azienda in cui lavoro, è venuto fuori che stanno spendendo un sacco di soldi di smaltimento lubrorefrigerante, che lavorando tanto laminato si inquina rapidamente di polveri e soffre di proliferazione batterica.

Quindi mi si è accesa una lampadina...

Sto progettando di modificare la centrifuga per renderla capace di fare un doppio lavoro.
Separare sia i solidi che gli oli inquinanti, per ottenere in uscita refrigerante pulito e disoleato.
:mrgreen:

Avatar utente
vdeste
Senior
Senior
Messaggi: 2732
Iscritto il: mercoledì 17 febbraio 2010, 14:41
Località: Torre del Greco NA

Re: Centrifuga per filtraggio olio vegetale

Messaggio da vdeste » venerdì 22 marzo 2019, 9:50

#-o #-o #-o ... la storia infinita...
Detesto quello che tu dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo.
Adoro discutere, odio litigare

Avatar utente
El Ventu
Senior
Senior
Messaggi: 675
Iscritto il: sabato 29 novembre 2008, 11:45
Località: Vallis Lagarinae Communitate, in Provincia Libera Tridentina et in Tridentino - Besenellum

Re: Centrifuga per filtraggio olio vegetale

Messaggio da El Ventu » venerdì 22 marzo 2019, 18:08

Ti infastidisce?

Avatar utente
vdeste
Senior
Senior
Messaggi: 2732
Iscritto il: mercoledì 17 febbraio 2010, 14:41
Località: Torre del Greco NA

Re: Centrifuga per filtraggio olio vegetale

Messaggio da vdeste » sabato 23 marzo 2019, 16:13

Al contrario, mi fa sempre piacere quando si riprendono discussioni abbandonate da anni. Se mi avesse infastidito non avrei di certo sprecato tempo a scrivere e mi dispiace che il mio messaggio sia stato frainteso.
Detesto quello che tu dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo.
Adoro discutere, odio litigare

Avatar utente
El Ventu
Senior
Senior
Messaggi: 675
Iscritto il: sabato 29 novembre 2008, 11:45
Località: Vallis Lagarinae Communitate, in Provincia Libera Tridentina et in Tridentino - Besenellum

Re: Centrifuga per filtraggio olio vegetale

Messaggio da El Ventu » martedì 2 aprile 2019, 0:50

Tranquillo, è che qui metà degli interventi sono stati di critica sulle motivazioni per cui avevo fatto la centrifuga...
Diciamo che son partito prevenuto ;)

In questi giorni ho dato una sistemata al macchinario, ha qualche problema a prendere i giri dopo che gli ho messo in cuscinetto a doppia corona di sfere (ancora nel 2011, poi non è stata più usata dato che son passato al GPL).

Avevo messo 'sto cuscinetto per renderla più stabile (e con l'intento di renderla più affidabile) ma a quanto pare ha troppi attriti.
Domani in officina costruisco una boccola per rimetterci un singola corona e riprovo.
Ad ogni modo, la prova è solo per vedere i risultati a livello di separazione solidi.
Una volta testata se funziona come mi aspetto (e non ho dubbi) si farà la modifica per separare anche l'olio strade, e l'idea è ovviamente di renderla più "industriale", quindi via il motore della lavatrice e dentro un trifase pilotato da inverter.
Se i risultati convinceranno i titolari, l'idea è di farne una piccola serie per "testare il mercato".
Deve costare poco, quindi conto di trovare il modo per ridurre al massimo gli attriti e quindi muoverla con motore e inverter a bassa potenza (per ridurre i costi al massimo).
Vedremo!

Sono comunque fiducioso, se il sistema, seppur molto artigianale, ha reso molto più di quanto ho speso per costruirlo a suo tempo, a maggior ragione vale la spesa se permette di mantenere il lubrorefrigerante pulito e quindi ridurre le spese di smaltimento.
Se si arrivasse a spendere anche solo 1/3in meno nell'azienda in cui lavoro si ripagherebbe in poco tempo.

Rispondi

Torna a “Autocostruzioni meccaniche varie”