Elettromandrino ARIA o LIQUIDO?

Sezione dedicata alla meccanica delle CNC e delle macchine tradizionali.

Moderatore: Fiveaxis

Rispondi
Andrea Gallo
Newbie
Newbie
Messaggi: 30
Iscritto il: domenica 5 giugno 2016, 21:26
Località: Cosenza

Elettromandrino ARIA o LIQUIDO?

Messaggio da Andrea Gallo » venerdì 4 maggio 2018, 9:05

Salve,
Devo comprare un elettromandrino da almeno 2.2kw per fresare legno alluminio e qualche passata su ferro senza grosse pretese.
Per ora sono orientato verso i soliti kit cinesi con inverter e kit vario
Siccome vorrei cercare di risparmiare quanto più possibile, non so se prenderlo a liquido o ad aria.
Potreste spiegarmi funzionalmente quali sono le limitazioni? Perche se scalda ed è inutilizzabile dopo un paio di ore di lavoro preferisco spendere di più ma avere almeno una certa affidabilità.
Poi ho visto delle versioni quadrate che danno senza inverter (sempre da 2.2)...in questa tipologia non serve inverter? Come si controlla?
Grazie a tutti

pinko12007

Re: Elettromandrino ARIA o LIQUIDO?

Messaggio da pinko12007 » venerdì 4 maggio 2018, 9:12

A mio avviso il problema aria o liquido non e' il principale ma il tipo di utilizzo, se prendi un elettromandrino per alte velocita' quindi adatto per legno non avrai coppia ai bassi regimi per lavorare il ferro, di contro un elettromandrino piu' lento non andra' bene su legno.
Non mi risultano elettromandrino senza inverter a meno che siano a spazzole

Andrea Gallo
Newbie
Newbie
Messaggi: 30
Iscritto il: domenica 5 giugno 2016, 21:26
Località: Cosenza

Re: Elettromandrino ARIA o LIQUIDO?

Messaggio da Andrea Gallo » venerdì 4 maggio 2018, 9:24

Praticamente con i 10k-24k rpm dei cinesini praticamente ci taglio solo legno ed alluminio?
Ho trovato i kit sulle 230€, a questo prezzo ne trovo uno che lavora con la coppia massima a bassi giri?
Grazie

Avatar utente
vdeste
Senior
Senior
Messaggi: 2695
Iscritto il: mercoledì 17 febbraio 2010, 14:41
Località: Torre del Greco NA

Re: Elettromandrino ARIA o LIQUIDO?

Messaggio da vdeste » venerdì 4 maggio 2018, 11:49

Io ho un 1,5kW ad aria ed ho fatto lavorazioni continue su legno di 12/16 ore sui 16.000 rpm senza nessun problema. Su alluminio nessun problema ma lavorazioni così lunghe non mi sono mai capitate. Su ferro non mi sono mai azzardato. Quelli "quadrati che danno senza inverter" anche senza vederli sono sicuro quasi al 100% che necessitano comunque di inverter, solo che è venduto a parte.
Detesto quello che tu dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo.
Adoro discutere, odio litigare

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 1799
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Elettromandrino ARIA o LIQUIDO?

Messaggio da Junior73 » venerdì 4 maggio 2018, 12:13

Ciao Andrea ,
quoto gli interventi precedenti e aggiungo che i mandrini cinesi non supportano i carichi assiali (forature su materiali duri come ferro etc) e in generale
non hanno coppia e meccanica adatta a lavorazioni su ferro/acciaio. Nel mio caso ad esempio ho costruito un "mandrino "dedito alle forature principalmente per alluminio e ferro .
Come inverter sarebbe meglio abbinarci ad esempio un toshiba. Postaci il link di quello che vorresti acquistare (devi allegare anche l'immagine del prodotto).

Saluti

Avatar utente
Fiveaxis
Moderator
Moderator
Messaggi: 2456
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Monza e Brianza

Re: Elettromandrino ARIA o LIQUIDO?

Messaggio da Fiveaxis » venerdì 4 maggio 2018, 21:55

La differenza tra un elettromandrino raffreddato ad aria ed uno a liquido, a parità di potenza/coppia/giri, sta solo nella rumorosità. Quello ad aria, infatti, sarà più rumoroso, per via dello spostamento d'aria prodotto dalla ventola.

Una voce fuori dal coro ... Gli elettromandrini vanno benissimo anche per lavorare materiali ferrosi. Ovvio che va tenuto conto della minima velocità ottenibile con una coppia decente.
Faccio un paio di esempi concreti:
Una fresa D3 in metallo duro può lavorare nel C40 ad una velocità di taglio Vc tra gli 80 e i 160 m/min che si traducono tra gli 8500 e i 17.000 giri/min...Con un affondo tra 1 e 0.5mm.
Una punta D2 in metallo duro può forare con una Vc di 60-100 m/min che si traducono con 9600-16000 giri/min
Credo che un mandrino da 2,2Kw cinese possa -serenamente- fresare/forare in queste condizioni senza subire danni. Compatibilmente con la rigidità dalla struttura della machina. 8)
E' poi evidente che non posso pretendere, invece, di forare il suddetto C40 con una punta D6 o maschiare con un maschio M6!

In merito ai carichi ammissibili dagli elettromandrini, vorrei chiarire che sono sia assiali che radiali, montando cuscinetti conici ne più e ne meno come tutti gli altri tipi di mandrini di fresatura (moto-mandrini, mandrini meccanici...)
Quello che fa la differenza sono SOLO le dimensioni di tali cuscinetti che normalmente negli elettromandrini (soprattutto quelli cinesi! :mrgreen: ), essendo concepiti per le alte velocità, sono meno "generose" e consentono quindi carichi inferiori.
Cuscinetti piccoli giri alti carichi bassi...Cuscinetti grandi giri bassi carichi alti...
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

Andrea Gallo
Newbie
Newbie
Messaggi: 30
Iscritto il: domenica 5 giugno 2016, 21:26
Località: Cosenza

Re: Elettromandrino ARIA o LIQUIDO?

Messaggio da Andrea Gallo » venerdì 4 maggio 2018, 22:35

http://s.aliexpress.com/RZJzUZri?fromSns

Questo è quello che ho visto io, che mi sembra il più economico per questa potenza.
Se sapete qualche posto dove posso trovarlo a meno, o dove posso trovarne per i metalli a prezzi che non superino i 400€ ditemi pure.

Per il momento non posso spendere altro, ma voglio assolutamente prendere un mandrino per poterci tagliare almeno l'alluminio da subito (devo ultimare la mia prima CNC homemade), quindi nella peggiore delle ipotesi se non mi proponete di meglio dovrò compare quello che vi ho linkato.
Vi ringrazio

Fiveaxis
Non avevo letto il tuo commento, scusami.
Si, sinceramente anch'io pensavo ce la potesse fare, anche perche non ho grosse pretese , potrei fare passate da pochi decimi...
Ma non avendo esperienza concreta mi affido a quello che mi dite..
Quindi, morale..
Io volevo comprare quello a liquido perche pensavo che quello ad aria non potesse lavorare per molte ore di fila...nulla di più. Quindi detta cosí posso risparmiarmi una 50€ senza rischiare nulla? Anche perche a me del rumore non mi importa.
Sapendo ora su cosa mi sto basando, avete da consigliarmi su quella fascia di prezzo?

Avatar utente
Fiveaxis
Moderator
Moderator
Messaggi: 2456
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Monza e Brianza

Re: Elettromandrino ARIA o LIQUIDO?

Messaggio da Fiveaxis » sabato 5 maggio 2018, 0:12

Andrea Gallo
I link commerciali vanno corredati di una o più immagini che raffigurino l'oggetto. (art 8 Integrazioni del Regolamento). Ti invito a provvedere postando un nuovo messaggio.
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

Andrea Gallo
Newbie
Newbie
Messaggi: 30
Iscritto il: domenica 5 giugno 2016, 21:26
Località: Cosenza

Re: Elettromandrino ARIA o LIQUIDO?

Messaggio da Andrea Gallo » sabato 5 maggio 2018, 7:17

Scusatemi veramente, ci ho provato...ma non me la fa caricare...tolgo il link o come procedo?

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 1799
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Elettromandrino ARIA o LIQUIDO?

Messaggio da Junior73 » sabato 5 maggio 2018, 11:48

@Five

Con il mio cinese da 2,2kw ad aria ho fatto la profilatura di qualche lamiera in ferro spessa 2mm con fresa da 3mm e passate da 0,2 mm ma credo che sia meglio non spingersi oltre. Nel mio caso ho i cuscinetti in ceramica e secondo me se sottoposti a "stress" durano molto poco. In questi mandrini è difficile sia la sostituzione sia l'acquisto di cuscinetti nuovi ( a momenti conviene prendere un altro mandrino) a prezzo basso.
Insomma ci andrei con cautela...

@Andrea

Per i mandrini ad aria tieni conto che solitamente mandano aria verso il basso con conseguente "polverone" in caso di lavorazioni su legno, sono più rumorosi e a seconda dei modelli possono andare in surriscaldamento se sono in ambienti con temperature elevate (30 gradi). Nel mio caso ho dovuto invertire il flusso dell'aria, potenziare la ventola e comunque nei periodi di caldo devo programmare pause (G4 P...) per lavorazioni lunghe (superiori ad un ora).

Dal venditore da te linkato c'è questo mandrino con relativo inverter che in teoria a 12000 giri è al massimo della coppia (anche se arriva a 24 mila)
Sulla qualità dell'inverter non saprei dirti mentre il manuale lo trovi in questo Thread

http://www.cncitalia.net/forum/viewtopi ... 21&t=72255

https://it.aliexpress.com/store/product ... 32e2WYH0Ao

Saluti

Edit se acquisti dalla Powace/Rattm Motor aspetta il periodico sconto del 5% che fanno molto spesso.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Andrea Gallo
Newbie
Newbie
Messaggi: 30
Iscritto il: domenica 5 giugno 2016, 21:26
Località: Cosenza

Re: Elettromandrino ARIA o LIQUIDO?

Messaggio da Andrea Gallo » sabato 5 maggio 2018, 12:27

Nella mia officina i 30 gradi si raggiungono facilmente, quindi per fare fronte a questo dovrei prenderlo per forza ad acqua?
Possibile che per un mandrino destinato a questo lavoro i cuscinetti siano cosí sensibili?
Ma più o meno, quanto durano questi mandrini senza uscire da tolleranze decenti?

Avatar utente
PumaPiensa
Senior
Senior
Messaggi: 723
Iscritto il: lunedì 22 dicembre 2008, 19:30
Località: vicenza

Re: Elettromandrino ARIA o LIQUIDO?

Messaggio da PumaPiensa » sabato 5 maggio 2018, 20:05

Se dovessi lavorare legno o peggio MDF non avrei dubbi... H2O sempre, non alza polvere e se poi vuoi boxare la macchina per diminuire ulteriormente la polvere basta che porti la vasca dell'acqua fuori dal box e lavora per ore, quello ad aria dentro un box con 30° fuori non so. Considera che di solito dopo 2 orette la temperatura del mio si stabilizza sui 7-8 gradi più di quella ambiente e ho solo una vasca con 6 l di acqua niente radiatori. Se poi vorrai lavorare alluminio e prevedi il refrigerante quello ad acqua è a tenuta quello ad aria no. Per la precisione io lavoro solo Al dopo aver fatto due borse della spesa piene di truccioli non noto nessun calo di precisione, considera anche che proprio perchè il mandrino resta tiepido penso che ai cuscinetti può solo far bene. Quello linkato (solo mandrino) l'ho già preso qualche mese fa in superofferta proprio perchè pensavo che quello che ho adesso simile ma più corto e non waterproof mi abbandonasse invece è ancora li....
L'inverter cinese invece .....meglio lasciar perdere, io prenderei solo il mandrino e poi vedi come ho fatto io con la pompa da camper e la vaschetta per l'umido e sei apposto. Inverter, il toshiba rosso e sei sicuro che funzia bene, a lungo , senza la classica puzza da chimico cinese e interferenze varie.

Rispondi

Torna a “Meccanica”