Estrusori a granuli per stampanti 3d

Tecnologia, meccanica, materiali, utilizzo.

Moderatore: kalytom

Rispondi
Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2386
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Estrusori a granuli per stampanti 3d

Messaggio da Junior73 » lunedì 13 agosto 2018, 9:14

Salve a tutti,
da tempo ormai ogni tanto do uno sguardo al mondo della stampa 3d in attesa che qualcuno sviluppi estrusori per stampare direttamente da granuli di plastica vergine o rigenerata. Le ragioni risiedono nel minor costo della plastica , nel poter usare coloranti, e forse anche plastica riciclata.

https://www.polimerica.it/articolo.asp?id=19957
https://www.plasticfinder.it/

In un primo momento avevo pensato all'autoproduzione di filamenti ma poi la cosa era troppo laboriosa. Ho pensato di attendere che qualcuno sviluppasse un estrusore commerciale da adattare alle stampanti 3d e magari anche alle nostre cnc :) .

Qualcosa si è mosso , ci sono progetti ancora in fase di lancio, ma non ho visto muoversi i cinesi purtroppo ...

https://www.youtube.com/watch?v=Wx7GugDZOx4

Inizio a pensare che ci siano problematiche di iniezione del materiale non facilmente risolvibili.

Che ne pensate?

Saluti

Avatar utente
MauPre75
Member
Member
Messaggi: 386
Iscritto il: venerdì 1 dicembre 2017, 14:43
Località: Castelbuono (Pa)

Re: Estrusori a granuli per stampanti 3d

Messaggio da MauPre75 » lunedì 13 agosto 2018, 11:15

Io penso che il problema sia l'omogeneita' del materiale grezzo , non a caso dal materiale grezzo si va a produrre il granulare per gli stampi ed il filato per le stampanti .
Per me la soluzione è ciò che già si sa , tritato e filato , soprattutto per una stampante la qualità è importante.

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2386
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Estrusori a granuli per stampanti 3d

Messaggio da Junior73 » lunedì 13 agosto 2018, 16:22

In effetti pensavo che già quest'anno ci sarebbero state novità da questo punto di vista ma si vede che ci sono problemi. Ho seguito per un po questo tizio di tanto in tanto

https://www.youtube.com/watch?v=LHa2iFAzlQE

E' arrivato a commercializzare l'estrusore.Ecco il listino della versione 3

https://drive.google.com/file/d/1yhbE4E ... NBdGd/view

Ci sono molte foto

https://drive.google.com/drive/folders/ ... FOA00cQevb

ed anche parti condivise

https://www.thingiverse.com/thing:2506666

ma non si è arrivati a qualcosa di "definitivo". La tecnologia della stampa 3d è interessante per alcuni aspetti ma ne ha altri che ne limitano molto l'uso.

Saluti

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2386
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Estrusori a granuli per stampanti 3d

Messaggio da Junior73 » martedì 21 agosto 2018, 9:11

Ho mandato una mail all'azienda italiana Direct3d

https://www.direct3d.it/

per conoscere il prezzo dell'estrusore. Credevo avessero aggiunto per sbaglio uno zero in più :shock: 2500 euro . Credo che a questo punto bisognerà pensare all'autocostruzione......tempo permettendo!! :)

Saluti

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2386
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Estrusori a granuli per stampanti 3d

Messaggio da Junior73 » giovedì 30 maggio 2019, 9:32

Aggiorno ragazzi la situazione estrusori a granuli. Sembra che i cinesi stiano facendo qualcosa vendendo una vite credo applicabile a diversi estrusori standard in commercio (credo). Premettendo che il costo della vite mi pare "assurdo" stavo attendendo la vendita dell'intero kit da applicare eventualmente su di una stampante 3d esistente, kit che ancora non vedo.E' probabile che esistano progetti da stampare dell'estrusore.

Sapete niente a riguardo ?......provo ad inviare una mail ai venditori della vite...


https://it.aliexpress.com/item/33021537 ... st=ae803_5

La vite è presente anche su Bangoodd

https://www.banggood.com/it/8mm-Hardeni ... rehouse=CN

Saluti
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2386
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Estrusori a granuli per stampanti 3d

Messaggio da Junior73 » venerdì 31 maggio 2019, 8:58

Piano piano riesco a capirci qualcosa..forse!!! :)

Sembra che i cinesi vendano pezzi che fanno parte del kit Universal pellet extruder v3 distribuito da questo sito

https://mahor.xyz/es/producto/pellet-extruder-v3/

Le immagini postate dai siti cinesi infatti riportano il logo di Mahor Store.In particolare forse la vite venduta dai cinesi dovrebbe essere compatibile
con il progetto originale , anche se la vite stessa sembra leggermente diversa. Alcune parti in plastica sono disponibili per essere stampate sul sito ufficiale.

Alla mia domanda sul perchè non vendano l'intero kit non mi hanno dato risposta ma si sono limitati a mandarmi una foto che comprende la vite ed il suo cilindro. Cercando ho trovato il sito che vende entrambi..

https://it.aliexpress.com/item/32970042 ... 33dfadb438

In pratica credo che dovrei costruirmi l'estrusore da me aggiungendo le parti stampate, il motore nema 17 con riduttore, couplings , un blocco resistenza e nozzle, oppure acquistare l'originale che comprende tutto ma ad un prezzo molto alto rispetto al valore di questa roba.

Ho la sensazione che i cinesi non vendono il kit completo per ragioni inerenti brevetti etc ........altrimenti non mi spiego il perchè raffigurino l'oggetto con tanto di marchio e poi mettano in vendita solo la vite + cilindro....3 store diversi e nessuna vendita completa mi fanno pensare quanto detto sopra...

Help ragazzi ....non ci tiro fuori le gambe!!! :?

Saluti
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

kylotron
Senior
Senior
Messaggi: 886
Iscritto il: mercoledì 17 ottobre 2012, 17:06
Località: Sora

Re: Estrusori a granuli per stampanti 3d

Messaggio da kylotron » lunedì 3 giugno 2019, 19:33

Il problema non è solo del tipo di estrusore da usare, ma anche e soprattutto del tipo di materiale da estrudere.
Che sia in filo o a pellets, la qualità del materiale pregiudica moltissimo la qualità di stampa.

Quindi anche avendoci il miglior estrusore del mondo, se usi un materiale scadente, non omogeneo, non uniforme nelle caratteristiche chimico-fisiche e magari non adatto alla stampa per estrusione, il risultato diventa pessimo.

Sono state fatte delle prove in tal senso con dei pellets cinesi... per avviare una piccola produzione di filamenti.. e il risultato è stato pessimo. Alla fine si è optato per il semplice taglio e riduzione di diametro. Questo a detta di chi ha fatto tali prove per quasi 1 anno!
La mia piccolina....

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2386
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Estrusori a granuli per stampanti 3d

Messaggio da Junior73 » mercoledì 5 giugno 2019, 9:18

Sicuramente ci sono delle limitazioni nell'uso di estrusori a pellet rispetto all'uso del filo. Volevo partire proprio dal fare dei test con diversi materiali per capire i limiti , ma senza kit bello e pronto non è facile. E' possibile che ci possa essere una coesistenza tra filo e granuli a seconda del tipo di lavorazioni/risultati che si vogliono ottenere. La stampa 3d in generale la vedo come un "completamento" delle altre tecnologie cnc, dove per motivi "fisici" le tecniche di asportazione materiale non riescono ad arrivare. Gli aspetti estetici o dimensionali nella maggior parte dei casi non hanno una importanza vitale nell'uso hobbistico. Non c'è vendita di pezzi lavorati proprio per motivi estetici , di quantità di produzione non paragonabile al classico stampaggio plastica ad iniezione.C'è il grosso vantaggio della possibilità di modellare pezzi diversi a disegno utili per prototipazione, piccoli lotti test fino all'uso casalingo.

Oltre agli aspetti "chimici" (sono un chimico) ci sono da considerare molti altri aspetti nell'estrusione . La mia esperienza si limita sulle presse ad iniezione che sono piuttosto lontane dalla stampa 3d. Stavo guardando la vite cinese di estrusione e le sue dimensioni. Inizialmente parte con circa 1,8mm di "spazio" dove prendere il granulo di materiale per poi finire a circa 1,2mm dove il materiale dovrebbe risultare già fuso.

I cinesi sembrano piuttosto "abbottonati" sulla questione ma non ho capito quale sia il motivo.

Per le caratteristiche del materiale da estrudere si può chiedere alle varie piccole aziende che sviluppano questi estrusori ......appena posso invio richieste tramite mail per saperne di più...

Saluti
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Avatar utente
Fiveaxis
Moderator
Moderator
Messaggi: 3612
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Monza e Brianza

Re: Estrusori a granuli per stampanti 3d

Messaggio da Fiveaxis » mercoledì 5 giugno 2019, 9:48

Far funzionare BENE un estrusore non è banale. Lo dico perchè qualche anno fa ho aiutato un cliente che tentò di realizzarne uno. Dopo aver speso c.a.1000€ tra materiali e lavorazioni, ha rinuciato di fronte alla necessità di avere una gestione elettronica del motore/temperature.
Rifacendomi a quanto detto sopra, ottenere del filo omogeneo e con diametro costante (caratteristiche fondamentali di un buon filo), richiede diversi accorgimenti, uno tra tutti, la "precisione" della granulometria del materiale plastico da estrudere: tanto è precisa e costante, tanto migliore sarà il risultato. Va pure detto che esistono moltissimi tipi di plastiche e tra una tipologia e un'altra ci sono differenze.
Tra le altre cose temperature, velocità di compressione, conformazione stessa della coclea, conformazione della tramoggia...Nulla è casuale!

Ammiro la tua voglia di sperimentare e, come avrai già notato, realizzare un estrusore, è sicuramente possibile!...Ma richiede molto tempo e qualche soldino. I cinesi (io credo) sono abbottonati perchè, prima di noi, sono poco convinti che il loro prodotto funzioni... :badgrin:
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2386
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Estrusori a granuli per stampanti 3d

Messaggio da Junior73 » mercoledì 5 giugno 2019, 11:22

Sui cinesi credo anch'io che ci sia qualche problema di funzionamento più che una questione di brevetti. E quindi ti lasciano gli aspetti da sistemare. La vite rispetto a quella diciamo originale del kit Upe V3 è leggermente diversa (a spanne). Ha un maggior spazio di entrata. Oggi vado a prendere le dimensioni del granulo dell'abs Ciò che mi conforta è che se il creatore di UPextruder V3 (lui come altri a prezzi anche superiori) si è spinto a vendere il kit la cosa deve avere un certa utilità e affidabilità di funzionamento. Altrimenti le richieste di info , problematiche varie sarebbero infinite da parte degli utilizzatori.

Saluti
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2386
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Estrusori a granuli per stampanti 3d

Messaggio da Junior73 » mercoledì 5 giugno 2019, 11:45

Aggiungo solamente che il tizio di UpE v3 ha aggiunto anche un alimentatore di granuli...

https://www.youtube.com/watch?v=cYVA2-del_U

Saluti

Avatar utente
Fiveaxis
Moderator
Moderator
Messaggi: 3612
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Monza e Brianza

Re: Estrusori a granuli per stampanti 3d

Messaggio da Fiveaxis » mercoledì 5 giugno 2019, 12:40

Oltre alla forma della coclea (di solito studiata con simulazioni di fluidodinamica), il materiale in cui è fatta (vale anche per il cilindro/camera calda) deve essere un acciaio bonificato con una durezza già significativa (tipicamente intorno ai 300 Brinell) che si presti bene alla nitrurazione, inoltre la rugosità superficiale (della vite e del cilindro) devono essere ben curati. Questi accorgimenti ti garantiscono una certa affidabilità e costanza del processo di estrusione.
Come è noto infatti, i materiali plastici, sono tendenzialmente abrasivi, aggiungici che la coclea lavora a temperature discretamente elevate 2-300 °C...
Insomma, imbarcarsi nella realizzazione di un estrusore è sicuramente un'avventura...Diciamo: "stimolante"! :wink:

PS: l'ultima immagine rappresenta una coclea che -secondo me- potrebbe funzionare...Nulla a che vedere con quelle postate sopra: ciarpame cinese da 4 soldi. :mrgreen:
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

Junior73
Senior
Senior
Messaggi: 2386
Iscritto il: lunedì 14 aprile 2014, 10:36
Località: Perugia

Re: Estrusori a granuli per stampanti 3d

Messaggio da Junior73 » venerdì 7 giugno 2019, 10:37

Penso che si possa provare a riprodurre la vite del kit ufficiale giunto alla versione 3 (ha un costo di 180 euro presa singolarmente :shock: )
ridisegnandola in 2d/ 3d . Con l'attrezzatura e la poca esperienza che ho al massimo posso provare a creare il prototipo in materiale
leggero (plastica alluminio) penso per fresatura con il 4 asse. Acciaio non è alla mia portata tranne forse per abrasione ma non è il caso.
Ho un amico che lavora su macchinari ad alto livello che sicuramente è in grado di farla(facile convincere un ex fumatore quando hai la sua droga =nicotina!!! :) .
A questo punto potrei provare a fare anche la camera esterna.

Che materiale devo dire e che tolleranze tra la camera e la vite tenendo conto delle temperature?

Pensi ci possano essere alternative tipo punte da trapano, per legno, muro che possano essere adattate allo scopo anche solo per test?

Tra le faq del sito...

https://docs.google.com/document/d/1IOZ ... 55_Gg/edit#

si possono trovare molte info . In particolare i materiali provati ed in fase di test
What types of plastic can you use?
Plastics tested (pending document)
PLA, ABS, PET, LDPE, HDPE, PP, PBS, PCL
Pending tests
TPV, TPE, EVA, PVC, PS, PC, PA, POM, PBT, PVB, etc
Vorrei provare a chiedere la pezzatura , le caratteristiche di coloranti etc, se è possibile mixare (in che percentuale )
materiale riciclato con il vergine etc. IL fatto è che di stampanti 3d ne so veramente poco e non vado molto oltre.

Non ho esperienza di estrusori nella parte meccanica. Ho visto diverse svolte le grosse viti delle presse ad iniezione smontate
per pulizia della plastica incrostata quando vado dall'azienda dei miei amici ma niente di più. L'idea di aspettare i cinesi per avere la pappa
pronta a basso prezzo era comoda ma sembra che non siano per così dire "stimolati" dalla cosa. Ci hanno abituati troppo bene....

Saluti

Avatar utente
Fiveaxis
Moderator
Moderator
Messaggi: 3612
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 12:08
Località: Monza e Brianza

Re: Estrusori a granuli per stampanti 3d

Messaggio da Fiveaxis » venerdì 7 giugno 2019, 11:55

Vite e camera calda dovrebbero essere dello stesso materiale per avere le stesse dilatazioni. Le tolleranza dipendono dalle dimensioni ma comunque si parla di qualche centesimo di gioco...
Io credo che un acciaio 1.2311 potrebbe andare, per fare le prove, anche senza trattamento di nitrurazione. Ancora meglio, secondo me, sarebbe un 1.2601 ottima predisposizione alla nitrurazione e ottime caratteristiche meccaniche... Non che il 2311 sia tenero ma questo da lavorare è bello tosto :mrgreen:

Sono entrambi acciai utilizzati per realizzare stampi ad iniezione percui sono specifici.
La macchina conta...ma la differenza la fa il "manico"!

Rispondi

Torna a “Stampanti 3D”