vecchia saldatrice sigurta ad arco

Realizzazioni home made di attrezzature, macchine e/o parti di esse di qualsiasi tipologia diversa da quelle normalmente trattate nel Forum.

Moderatore: Mangusta

Rispondi
DebianOn
Junior
Junior
Messaggi: 101
Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2018, 11:29
Località: Agropoli

vecchia saldatrice sigurta ad arco

Messaggio da DebianOn » sabato 23 febbraio 2019, 16:04

Buonasera, entro in punta di piedi in questa fucina di lavori strepitosi e restauri pazzeschi.
Mi è capitata tra le mani una saldatrice ad arco dati di targa inesistenti (se qualcuno ha o abbia avuto la stessa si faccia vivo :lol: )
Soprattutto da rimettere in sesto, al di la del mero valore economico che credo sia pressoché zero.
Adesso prima di imbarcarmi nella mia piccolissima impresa, a tempo libero, vorrei sapere se c'è qualcuno sul gruppo che ne capisca e che potrebbe darmi un minimo di supporto nell'eventualità?
Allego anche un paio di foto del modello

Edit
Non riesco ad allegare le foto, appena riesco a ridimensionarle le posto.
:arrow: Membro fb - Garage Fai Da Te
:arrow: Saturn Mill - Prusa I3

DebianOn
Junior
Junior
Messaggi: 101
Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2018, 11:29
Località: Agropoli

Re: vecchia saldatrice sigurta ad arco

Messaggio da DebianOn » venerdì 1 marzo 2019, 13:50

eccomi scusate il ritardo nell'inserire le foto, ma il lavoro viene sempre prima #-o :doubt:
rsz_1rsz_52590443_2366993999987210_5032747440847978496_n.jpg
rsz_1rsz_52590443_2366993999987210_5032747440847978496_n.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login
:arrow: Membro fb - Garage Fai Da Te
:arrow: Saturn Mill - Prusa I3

Avatar utente
turbina
God
God
Messaggi: 4912
Iscritto il: domenica 19 novembre 2006, 14:34
Località: Paese TREVISO
Contatta:

Re: vecchia saldatrice sigurta ad arco

Messaggio da turbina » venerdì 1 marzo 2019, 14:23

Mi sembra tale e quale ad una attuale a trasformatore con shunt magnetico regolabile
Fresa CNC ISEL Gantry027, Tornio CNC DM3000, 3DP PrusaI3.

mario mariano
Senior
Senior
Messaggi: 744
Iscritto il: martedì 14 gennaio 2014, 20:12
Località: Roma
Contatta:

Re: vecchia saldatrice sigurta ad arco

Messaggio da mario mariano » venerdì 1 marzo 2019, 23:28

quella macchina è di una semplicità disarmante, molto probabilmente avrà anche il secondario in rame, cosa rara oggi giorno, per metterla in sesto la devi "spogliare" controllare che i cavi in uscita sia ben isolati tra loro e la carcassa, dato che con molta probabilità saranno con rivestimento isolante in gomma sarà tutta screpolata, dovrai, quasi sicuramente ripristinare la parte mobile che ti consente la taratura della corrente erogata,....per adesso fermiamoci qui, togli i carter e metti foto

DebianOn
Junior
Junior
Messaggi: 101
Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2018, 11:29
Località: Agropoli

Re: vecchia saldatrice sigurta ad arco

Messaggio da DebianOn » sabato 2 marzo 2019, 11:00

@mario mariano @turbina
grazie per la vostra partecipazione e per l'aiuto.
Se riesco stesso domani (o al massimo in settimana) proverò a rimuovere la carcassa, a fare qualche foto e postarle qui sul forum.
:arrow: Membro fb - Garage Fai Da Te
:arrow: Saturn Mill - Prusa I3

DebianOn
Junior
Junior
Messaggi: 101
Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2018, 11:29
Località: Agropoli

Re: vecchia saldatrice sigurta ad arco

Messaggio da DebianOn » martedì 12 marzo 2019, 15:06

sono stato un po' preso da impegni vari, ma stamattina sono riuscito a tirare fuori la saldatrice da sotto tutto quel materiale che avevo accumulato in questo periodo e devo dire che è messa peggio di quanto ricordassi dalle foto che avevo.
Credo che dovrò acquistare anche un nuovo interruttore, che dite? :(
l'attuale è montato su una tavoletta di legno a fare da spessore :lol: ...idee su modelli più consoni?!
in tarda serata cercherò anche di svitare le viti ed aprirla.. al momento gli ho fatto un bel bagno di wd40
sembra che tra salsedine e umidità che ha preso da me si sia rovinata anche di più... :doubt:
a breve aggiornamenti...

edit
p.s. la saldatrice veniva usata con presa di corrente a 220v... quindi l'interruttore anche se da 380... immagino funzioni ugualmente..
rsz_53639357_2371952319758393_1607068683606163456_n.jpg
rsz_253794415_405153013389535_7844607107281190912_n.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login
:arrow: Membro fb - Garage Fai Da Te
:arrow: Saturn Mill - Prusa I3

DebianOn
Junior
Junior
Messaggi: 101
Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2018, 11:29
Località: Agropoli

Re: vecchia saldatrice sigurta ad arco

Messaggio da DebianOn » giovedì 14 marzo 2019, 21:13

@mario_mariano
finalmente ho trovato il tempo di smontare la parte anteriore...
ecco le foto di come si presenta... direi che i fili (1) e (2) erano collegati all'interrutore di sopra mentre i fili (3) e (4) erano staccati (forse perchè era trifase?! altro punto da considerare in seguito??)
mentre gli isolanti dire che sono diversi dal solito, sembra cuoi (5) (ma sicuramente potrei sbagliare visto che è comunque discretamente rigido anche se con forza si piega.. mah?! mai vista una cosa così)
che dite? ma soprattutto avete idee su come estrarre il trasformatore senza fare danni? c'è del "cuoio" anche sui lati #-o e sotto 4 viti che non riesco a raggiungere così...
(quella posteriore con la rotativa non riesco a staccarla e riproverò con calma domani)
223.4.jpg
223.4 (1).jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file e le foto allegati in questo messaggio. Per visualizzare tali file devi registrarti ed effettuare il Login
:arrow: Membro fb - Garage Fai Da Te
:arrow: Saturn Mill - Prusa I3

lelef
Senior
Senior
Messaggi: 762
Iscritto il: domenica 9 settembre 2007, 19:14
Località: Frejus

Re: vecchia saldatrice sigurta ad arco

Messaggio da lelef » venerdì 15 marzo 2019, 10:20

i dioppi fili sono per essere alimentata a 130 (127 in realta') o 220v fino agli anni 60 in Italia c'era ancora la 127 per la luce e 220 per la motrice poi e' stata definitivamente soppressa il sistema cosi' si usava negli anni 30 e quella saldatrice e' di quegli anni! al posto del magnetotermico da muro c'era un interruttore a levetta e un selezionatore a lamelle per il voltaggio.
Gli isolanti sono in cartone legati con lo spago! quelli piu' sottili sono di carta.
e' d'epoca ma non vale nulla , restaurarla per esposizione va a tuo gusto ,pensare di rimetterla in funzione per usarla e' un pericolo per te e per gli altri oltre al fatto che comunque saldava da schifo.
Mi stupisco che smontandola anche uno che non capisce nulla di elettricita' non si renda conto della pericolosita' di un oggetto simile
una saldatrice base al brico costa 70 euro completa di cavi e mascherina, vedi tu ..
Tornio Grazioli Dania retrofittato, Fresatrice Grazioli 1.5 retrofittata, cnc autocostruita nel 1998 ,rettifica piana Glia, Trapano Titex Milano
Pressa ,Troncatrici a disco e alternativa e piano di riscontro di marchio sconosciuto
Gioco con macchine e moto di modellismo e non da 1,5cc agli 8000cc

DebianOn
Junior
Junior
Messaggi: 101
Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2018, 11:29
Località: Agropoli

Re: vecchia saldatrice sigurta ad arco

Messaggio da DebianOn » venerdì 15 marzo 2019, 10:54

@lelef
non sono di cartone gli isolamenti ma di cuoio. ora posso confermarlo.
Non capisco quale sarebbe il pericolo nel rimetterla in funzione. immagino che l'isolamento non sia venuto meno...
Magari si potrebbe fare anche qualche piccolo upgrade...
E soprattutto essendo un trasformatore "diretto" passami il termine l'onda generata non dovrebbe essere più "pulita", più "costante" con una saldatura migliore rispetto a tante da brico di oggi?
se dite che non vale la pena rimetterla in funzione lascio stare... mah ne siete sicuri per lo meno??
o comunque la ripulisco e la tengo almeno per ornamento :badgrin:
:arrow: Membro fb - Garage Fai Da Te
:arrow: Saturn Mill - Prusa I3

lelef
Senior
Senior
Messaggi: 762
Iscritto il: domenica 9 settembre 2007, 19:14
Località: Frejus

Re: vecchia saldatrice sigurta ad arco

Messaggio da lelef » venerdì 15 marzo 2019, 13:33

convinto tu :D
soldi tuoi e rischi tuoi
Tornio Grazioli Dania retrofittato, Fresatrice Grazioli 1.5 retrofittata, cnc autocostruita nel 1998 ,rettifica piana Glia, Trapano Titex Milano
Pressa ,Troncatrici a disco e alternativa e piano di riscontro di marchio sconosciuto
Gioco con macchine e moto di modellismo e non da 1,5cc agli 8000cc

DebianOn
Junior
Junior
Messaggi: 101
Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2018, 11:29
Località: Agropoli

Re: vecchia saldatrice sigurta ad arco

Messaggio da DebianOn » venerdì 15 marzo 2019, 16:50

Boh @lelef chi ti capisce è bravo...
Hai fatto due interventi inutili, di cui uno gia rimosso dalla moderazione del gruppo... booh :? :wink:
lelef ha scritto:
venerdì 15 marzo 2019, 13:33
convinto tu :D
soldi tuoi e rischi tuoi
:arrow: Membro fb - Garage Fai Da Te
:arrow: Saturn Mill - Prusa I3

DebianOn
Junior
Junior
Messaggi: 101
Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2018, 11:29
Località: Agropoli

Re: vecchia saldatrice sigurta ad arco

Messaggio da DebianOn » mercoledì 20 marzo 2019, 19:44

a breve le nuove foto
:arrow: Membro fb - Garage Fai Da Te
:arrow: Saturn Mill - Prusa I3

mario mariano
Senior
Senior
Messaggi: 744
Iscritto il: martedì 14 gennaio 2014, 20:12
Località: Roma
Contatta:

Re: vecchia saldatrice sigurta ad arco

Messaggio da mario mariano » martedì 26 marzo 2019, 15:28

ovviamente io sono di parere opposto a lelef, per il semplice motivo che quella è una saldatrice con un mondo di rame, ormai introvabile in quelle fatte con lo stesso principio (trasformatore) moderne, da giovane ci ho lavorato e saldato dalla mattina alla sera con macchine simili, molto probabilmente era multitensione dato che in Italia c'era di tutto e di più e a Roma ancora adesso, e lo affermo con sicurezza dato che in almeno tre garage che conosco molto bene c'è la 230 V trifase, quindi la monofase è ricavata da due fasi anziché da fase e neutro come in gran parte d'Italia.
ovviamente sarebbe opportuno fare tutte le prove di isolamento del caso magari non soltanto con il tester ma magari con il megger (strumento che misura l'isolamento, inviando una tensione, 250 o 500 V) e se tutto è a posto, come io credo, una soffiata agli avvolgimenti e una passata di isolante sugli avvolgimenti non gli farebbe male, sarà anche un po rumorosa ma sicuramente è un mulo, andrà ripristinata la scorrevolezza del pacco lamellare mobile

Avatar utente
vdeste
Senior
Senior
Messaggi: 2734
Iscritto il: mercoledì 17 febbraio 2010, 14:41
Località: Torre del Greco NA

Re: vecchia saldatrice sigurta ad arco

Messaggio da vdeste » mercoledì 27 marzo 2019, 10:37

Personalmente farei solo un restauro "espositivo". Mulo o non mulo si tratta di macchine progettate in un altro secolo, quando la sicurezza era un optional, e pure riguardo alle prestazioni, non raccontiamoci balle, con una qualsiasi macchina ad inverter di oggi salda meglio, in maniera più intuitiva e con maggiore sicurezza. Benvenga il recupero della vecchia saldatrice, come il restauro della vecchia 500.... ma a camminarci tutti i giorni con una qualunque Micra o Yaris o simili .... stai anni luce avanti.
Detesto quello che tu dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo.
Adoro discutere, odio litigare

Rispondi

Torna a “Autocostruzioni meccaniche varie”